psicologi italia

Domande di Psicologia

Domanda di Bulimia

Sono 15 anni che ormai soffro di bulimia

jessica

02-12-2015

Buona sera a tutti, è la prima volta che espongo il mio problema. Son 15 anni che ormai soffro di questa malattia, ma ora non riesco proprio più a sopportarla. Sto male mentalmente e fisicamente ormai. Stasera parlando con un amica è uscito il discorso dell'ipnosi e ho pensato che potrebbe essere una maniera per affrontare la malattia e capire più che altro da cosa è scaturita, perchè davvero non ne ho idea. Posso dire che con il cibo non ho mai avuto un bel rapporto, sono vegetariana dalla nascita, ho sempre rifiutato carne e pesce nonostante i miei genitori siano onnivori. Chiedo qui consiglio a chi rivolgermi nelle province tra padova rovigo e vicenza. Grazie infinite. Saluti jessica



Le risposte dei Professionisti

Pagine: 1
Risultati trovati: 4
04-12-2015  

Gentile Jessica,

non credo possiamo darle dei nomi da qui, ma senz'altro delle indicazioni sulla psicoterapia. L'ipnosi può andar bene, ma anche altri approcci sono efficaci. Ad es. l'indirizzo Strategico Breve ha elaborato specifici protocolli per i vari disturbi alimentari. 

Ritengo comunque che l'importante sia iniziare una terapia psicologica, scelga un terapeuta con cui si trova a suo agio e concordi obiettivi e ragionevoli tempi.

Cordiali saluti



09-12-2015  

Gentile Jessica,

deve essere stata dura convivere per 15 anni con questa malattia! Individuarne la causa non è così facile come lo è, ad esempio, per un’influenza in cui si sa di per certo da cosa sia stata causata. Parlando della mente umana che è molto complessa, si può risalire ai motivi (non un solo episodio) che l’hanno portata ad esprimere il suo malessere con questi sintomi. La terapia potrà aiutarla in questo ma, a mio parere, la cosa più importante è che la aiuti anche ad avere degli strumenti per superare il suo problema e ricominciare a vivere la sua vita stando bene.

Cordialmente.



09-12-2015  

Buongiorno Jessica,

darle una risposta senza conoscere bene la sua storia sarebbe poco professionale e non le sarebbe d'aiuto. L'ipnosi potrebbe essere una soluzione come il training autogeno ( valido per disturbi alimentari), come altre tecniche che al di fuori di una psicoterapia a  poco servirebbero. Le consiglio di rivolgersi ad uno/a psicoterapeuta e insieme decidere come affrontare il suo malessere. Ha iniziato, qua, ad esporre il suo problema ora serve un altro passo e rivolgersi ad un professionista vis a vis. Io lavoro Padova ,ma se desidera,  le posso dare indicazioni per altri terapeuti nella zona di Rovigo o Vicenza. Cordialmente.



09-12-2015  

Cara Jessica,

vorrei per prima cosa esprimerti il mio apprezzamento per il tuo coraggio: riuscire a parlare di un problema così intimo e sofferente, che ti porti dentro da 15 anni, non è facile: quindi brava! Per quanto riguarda il consiglio su chi rivolgerti, mi trovo d'accordo con gli altri colleghi che ti hanno risposto prima di me: l'ipnosi può essere una scelta terapeutica valida come altre, ma la cosa più importante è che tu sia pronta ad iniziare un percorso che ti porterà probabilmente ad affrontare altre importanti aree e tematiche legate al cibo e alla tua storia personale. E' quindi importante, secondo me, che  tu trovi una professionista con cui sentirti libera di parlare, accolta e ascoltata nelle tuoi bisogni e nelle tue paure. E questo indipendentemente dalla tecnica usata da quella persona: perchè, ad es. sceglieresti l'ipnosi? può esserci qualche altro motivo oltre al consiglio della tua amica? pensi che altre tecniche potrebbero aiutarti di meno? cosa stai cercando nell'uso di una tecnica o nella ricerca di una specifica figura terapeutica?

Io lavoro anche a Padova, quindi se tu volessi contattarmi sarei felice di aiutarti in questa ricerca, ti auguro in ogni caso di trovare quello di cui hai bisogno.

Un caro saluto



Pagine: 1
Risultati trovati: 4

diventa nostro fan seguici su facebook