Depressione

Abbandono dei miei due figli

Maria pia

Condividi su:

Buonasera sono una donna di 42 anni, da due anni e mezzo separata e divorziata da mio marito, dopo 19 anni e mezzo di matrimonio... ho tre figli, 21 anni il maschio, 20 la femmina e quasi 16 anni il secondo maschio ...I miei figli più grandi mi hanno abbandonata, schierandosi con mio marito e, tramite lui, mettendosi contro di me....la mia storia è orrenda ...mi hanno picchiata mio marito e mio figlio pure ...denunciata, insultata, calunniata, per mettermi in cattiva luce con la gente che mi conosceva, mio figlio il più piccolo mi è rimasto vicino ...ero arrivata a pensare al suicidio ...c'è da dire che i miei figli li ho cresciuti con tanto amore, sono stata quasi una mamma chioccia e loro sono stati con me fino a 2 anni e mezzo fa ...poi per vendicarsi, mio marito se li è portati giù in Calabria e da allora non li ho più visti e malgrado i miei continui tentativi a contattarli loro si negano ....io non riesco ad accettare tutto ciò malgrado tutto quello che mi hanno fatto ed i miei figli mi mancano ...sono a pezzi...io vivo in Germania ...vorrei riniziare una nuova vita, ma non ci riesco ....vi prego mi dite cosa fare? Cordiali saluti.

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno Maria Pia,


lei è una donna con alle spalle una storia di “non amore”. I motivi per cui il suo matrimonio non è riuscito a fondarsi sui valori dell’amore, stima e rispetto hanno bisogno di essere da lei compresi ed elaborati. È assolutamente importante che lei compia questo percorso. Per ricominciare. Per iniziare un nuovo capitolo della sua vita.


Lei in poche righe sintetizza una storia coniugale fatta di violenza fisica e psicologica. Una storia di violenza alla quale hanno assistito i suoi figli, soffrendone e, loro malgrado, subendola.


Maria Pia, quando lei elaborerà il senso della sua storia coniugale e familiare riuscirà anche a comprendere le ragioni per cui i suoi figli maggiori oggi hanno scelto di interrompere i loro rapporti con lei. Adesso questo le è impossibile farlo da sola e ha bisogno assolutamente di un aiuto professionale. Il percorso di psicoterapia la potrà aiutare, a patto che lei abbia la volontà di prendersi cura di sé stessa.


… … …


Di fronte a storie fallimentari molto spesso la tentazione di lasciarsi andare al dolore e all’autocommiserazione è forte. Ma tale modalità fa male a sé e a chi sta vicino. Per questo, Maria Pia, lei deve occuparsi costruttivamente di sé stessa e del figlio che vive con lei. Poiché lui ha bisogno di una madre imperfetta, ma tenace e volitiva nell’affrontare le difficoltà della vita. In questo modo lei farà un servizio a sé stessa e potrà donare al figlio, indirettamente, la cosa più grande di cui ogni figlio ha bisogno: un esempio, un modello positivo per la sua crescita.


Maria Pia, le auguro di cuore la voglia e la determinazione di crearsi le basi per una Vita Nuova.


Se le va, tra qualche tempo, mi faccia sapere. Cari saluti.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Depressione e apatie per paura di fare le mie scelte

Buongiorno. Scrivo perché ormai da troppo tempo ho un nodo alla gola che non riesco più ...

6 risposte
Figlia ribelle e aggressiva perchè?

Buonasera sono Alessandro felicemente sposato, e padre di una adolescente di 14 anni, che purtroppo ...

6 risposte
Sono così stanca.....

Salve, io vado tutte le sere a letto senza riuscire a prender sonno facilmente e mi ripeto che sono ...

11 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.