Disturbi dell'eccitazione sessuale

Mi eccito solo pensando a mia moglie con un altro uomo

francesco

Condividi su:

Purtroppo per avere eccitazione e avere orgasmo ormai io devo immaginare ma in special modo mia moglie mi deve dire come ha un rapporto sessuale con un'altro uomo in persone di mia conoscenza che non devono essere ovviamente troppo belle . questa fantasia non e' condivisa da mia moglie e sta uccidendo il nostro rapporto come mai ho questa fantasia ? conoscete qualche sessuologa di modena e reggio emilia ? grazie

20 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Per rispondere adeguatamente alla sua domanda bisognerebbe conoscere qualcosa di più della vostra vita di coppia e di come lei vive il proprio ruolo nella coppia. Penso che anche uno psicoterapeuta non sessuologo dovrebbe poterla aiutare. Cordiali saluti
Salve Caro Signore di Modena, attualmente il problema a sfondo sessuale rimanda ad un problema conflittuale della coppia mai risolto in passato, e come se il suo corpo parlasse per la sua mente, che si rifiuta di fare l'amore con sua moglie, anche se crede che l'espediente di fantasticare sua moglie con un altra persona possa salvare il vostro rapporto. Cerchi di capire in fondo quale sia la cosa che nel rapporto di coppia non va bene, tipo decisioni economiche etc.. Salve P.S. Purtroppo lavoro a Rimini e in quella zona dell'Emilia Romagna non conosco nessun professionista che fa per il vostro caso.
Carissimo Sig. Francesco, il perché delle sue fantasie erotiche è una cosa strettamente legata al suo personale vissuto, individuale e di coppia e quindi non può essere determinato a priori. Quello su cui mi sento di invitarla a riflettere è il fatto che questa fantasia non si presenta come un elemento di espansione dell'immaginario erotico, ma come un suo restringimento. Immagino che questo possa limitare le possibilità nella sfera erotica. Credo poi, che la sua compagna potrebbe sentirsi meno attraente e desiderata se, in mancanza di quella particolare fantasia lei non riesce ad eiaculare. Anche se attraverso un semplice scambio di poche informazioni scritte è impossibile esprimere un parere preciso, immagino che l'insieme di questi fattori, potrebbe creare degli ostacoli alla coppia, tanto più se la comunicazione in merito fosse carente. Spero che attivandosi in modo costruttivo, possa approfondire questi temi.

Dott. Gianni Savron Ravenna (RA)

Gent. Sig. Francesco, francamente non so dirle il perché delle sue fantasie, e la necessità di averle, però le posso dire che con un valido aiuto potrebbe comprendere meglio la sua situazione. Purtroppo non conosco un esperto nella zona da lei indicata. Potrebbe consultare le pagine web del servizio che sta utilizzando cercando uno specialista con la formazione specifica. Nel caso non le risultasse nulla potrebbe contattare l'Università o l'albo degli psicoterapeuti, psichiatri o psicologi con formazione sessuologica. Distinti saluti
Buongiorno, sig Francesco Sa, le fantasie sessuali hanno lo scopo di compensare la coscienza, il comportamento sociale. Quindi il tema che si apre è quello di condividere sua moglie, è quello di non essere più il suo partner(un altro uomo la possiede)-non parlo dal punto di vista sessuale. Magari si può fare qualche domanda-le fantasie hanno un senso, ed è molto importante il loro senso! Le aree da indagare sarebbero:visto che vorrebbe "regalare" sua moglie ad un altro uomo, risulta che sua moglie sta occupando troppo spazio suo, e lei se ne sta liberando dalla moglie tramite la fantasia, poi da indagare quando le fantasie sono iniziate, cosa vorrebbero comunicarle. Magari provi a scriverle e leggendole, dia più importanza relazionale alla fantasia che sessuale, in modo che veda che equilibrio relazionale e personale la fantasia vuole trovare. La saluto,

Dott.ssa Elena Venturelli Reggio Emilia (RE)

Gent. Francesco, mi rendo conto delle difficoltà che questo le provoca a livello personale e nella relazione con sua moglie e la invito anche a riflettere sulla sua relazione di coppia in precedenza a tali fantasie; nel senso che questo suo disagio potrebbe rappresentare un "campanelllo d'allarme" rispetto alla vostra relazione di coppia e non il contrario, o altro ancora ... La invito a non angosciarsi ma a cogliere questo suo disagio per "lavorare" su sè stesso e ritrovare un equilibrio. a disposizione per aiutarla Cordialmente

Dott. Paolo Usai Reggio Emilia (RE)

Gent.mo Francesco, il significato della sua fantasia è personale e si può capire solo entrando nella sua storia. Sicuramente il bisogno del "terzo" potrebbe essere il segnale di una sua difficoltà a comunicare a sua moglie, e forse a se stesso, aspetti profondi di sè. Le consiglio un colloquio di consulenza con un professionista almeno per inquadrare la situazione e le possibili strade. Se lo ritiene opportuno, io lavoro a Reggio Emilia e può contattarmi per un appuntamento (tel. 0522/920640. mail: paolo.usai@studiobernadette.it). Cordiali saluti.
Gentile Francesco, le fantasie, anche quelle più "varie" che precedono o si manifestano durante il rapporto sessuale è un fatto molto comune e, qualora non turbino la persona e la coppia, possono essere utili all'espressione e al compimento del desiderio. Ora nel suo caso, la fantasia e la "presenza" di un altro uomo non sono condivise da sua moglie e vissute come un fattore disturbante. Le consiglierei di provare a domandare a se stesso qual è la funzione di questa fantasia e come e quanto le sia indispensabile. Si può ipotizzare che ci possa essere qualche problematica relazionale con gli altri uomini, una sorta di "competitività" non riconosciuta, non elaborata (l’altro c’è ma non deve essere troppo bello altrimenti è insuperabile), che ritorna e che le serve per definire la propria identità di maschio. In questo caso, più che di un sessuologo, le servirebbe la consulenza di uno psicoterapeuta psicoanalitico che la aiuti a considerare il suo rapporto con gli uomini. Lavoro a Bologna.

Dott. Cesare Marangiello Monza e Brianza (MB)

Consulti l'elenco degli Psicologi e Psicoterapeuti dell'Ordine della Regione Emilia-Romagna. Digiti in Google: Ordine Psicologi Emilia-Romagna; vada poi nella sezione riservata ai cittadini e consulti l'elenco dei colleghi a Modena o Reggio Emilia. Scelga Lei il Collega o la Collega che ritiene più giusto per sé stesso, e che la possa aiutare a capire quale è il senso di ciò che Le sta accadendo. Cordiali saluti
Egregio Signor Francesco il Suo problema va sicuramente affrontato e risolto con la consultazione di un psicologo/sessuologo, come Lei stesso afferma. La problematica potrebbe dipendere da vari fattori/elementi che appunto vanno esaminati con esperto professionista. Lei potrà rivolgersi alla Direzione dell'Ordine degli Psicologi di Modena (Regione Emilia Romagna - il n.ro telefonico si trova facilmente anche nell'elenco telefonico o in alternativa in internet digitando: www.ordinepsicologiemiliaromagna.it). Rivoilgendosi all'Ordine avrà sicuramente un nominativo ben accreditato che potrà aiutarla a risolvere il Suo problema. La saluto cordialmente

Dott. Andrea Lisotti Modena (MO)

Consiglio il nominativo della dott.ssa Claudia Galli, sessuologa e psicologa, che lavora a Carpi e Modena. L'indirizzo e-mail per contattarla è claudia.galli@gmail.com
Buongiorno Francesco, essendo fuori regione non so consigliarLe un Sessuologo che conosco direttamente. Posso però suggerirLe di consultare il sito della FISS (Federazione Italiana Sessuologia Scientifica)dove potrà trovare un sessuologo della Sua zona consultando l'albo privato dei sessuologi. (www.fissonline.it) Spero di esserLe stata di aiuto Cordiali saluti

Dott. Lorenzo Morini Modena (MO)

Salve, ci sono poche notizie per avere una idea precisa ma penso che la relazione di coppia che lei descrive sia caratterizzata da un conflitto di potere non esplicitato. Il rimando poi a persona di vostra comune conoscenza ma non troppo belle conferma l'idea di potere sulla moglie in un confronto per lei accettabile con un competitore alla sua portata. Alcune ulteriori informazioni sui problemi di relazione sessuale nella coppia si possono trovare sul mio sito www.morinilorenzo.it Saluti

Dott.ssa Laura Biasci Livorno (LI)

Salve, le fantasie in se non sono un problema semmai lo diventano se non sono condivise con il partner, peculiarità nel suo caso e' raggiungere l'eccitazione solo in quel modo, dico male?
Buongiorno Francesco bisognerebbe approfondire la sua problematica; se vuole sono disponibile per un colloquio.

Dott.ssa Laura Cavana Rimini (RN)

Salve Francesco, le posso dare due nominativi: uno è uno psicologo, psicoterapeuta, sessuologo di Modena il dott. Franco Boldrini, trova i suoi recapiti sul sito delle Pagine Gialle.it. L'altro è la dott.ssa Riscassi Giuseppina, medico, psicoterapeuta e sessuloga docente all'Istituto Erich Fromm di Bologna e per il recapito può rivolgersi a loro: istitutoerichfromm.it. Le auguro di intraprendere un proficuo percorso di conoscenza di se stesso. Distinti saluti.
Sono una psicoanalista sessuologa di Livorno . Volentieri possiamo avere un incontro per inquadrare il problema che può avere diverse radici . Su Reggio non ho nominativi di colleghi ma se non le va di fare strada fino a Livorno che è però veloce ... può rivolgersi all istituto di sessuologia di Firenze , dove sono stata docente , per un nominativo del loro elenco . Cordiali saluti
Caro Francesco, il desiderio di cedere sessualmente sua moglie ad altri uomini può indicare il desiderio inconscio di non sostenere il ruolo maschile che probabilmente a volte le va un po’ stretto. Forse si sente troppo ansiaso di dovere dimostrare qualità considerate tradizionalmente maschili come forza, prestanza, sicurezza che in realtà a volte sente di non possedere appieno. Se cerca un sessuologo può rivolgersi a Centro Italiano di Sessuologia di Bologna.

Dott.ssa Sara Chiossi Modena (MO)

Si utilizza il temine cuckoldismo per indicare la tendenza a fare praticare al proprio partner un tradimento assecondato, solitamente è proprio l'uomo che trae piacere dall’immaginare o vedere la propria donna che compie atti di sesso con altri uomini. In tale pratica il piacere della persona cuckold consiste nell’immaginare o vedere il proprio partner avere rapporti con persone diverse. Le sensazioni, gli stati d’animo e i pensieri che ne derivano hanno conseguenze a breve e a lungo termine che possono essere analizzate soltanto in una terapia. Se lo ritiene opportuno, io lavoro a Sassuolo e può contattarmi per un appuntamento 3332565091.
Buonasera Francesco, può parlare con un nostro specialista presso lo studio di Psicologia e Psicoterapia di Modena contattando il 3384537904. Cordiali saluti

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disturbi dell'eccitazione sessuale"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Non provo nulla.

Come dal titolo, credo di avere una "insensibilità" vaginale. Ho incominciato ad essere sessu ...

2 risposte
Non ho più rapporti con mio marito

Buongiorno sono una ragazza di 26 anni, sposata da 8 anni, con 2 figli. Ho un problema: da un paio ...

3 risposte
Ansia di non avere un'erezione

Salve a tutti, sono disperato! Sono fidanzato da 2 anni, e la mia ragazza la reputo perfetta! Provo ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.