Problemi di coppia

Hai smesso di credere al per sempre? Consigli utili per ritrovare la speranza!

25 Agosto 2018

contattami

Condividi su:

Molte delle coppie che ho incontrato finora in terapia mi pongono la stessa domanda: esiste il per sempre? Quindi chiedo loro: “Cosa volete farvene del per sempre? Vi da sicurezza? Implica felicità? E se fosse un per sempre complicato, doloroso, faticoso? Provate invece a trasformare la domanda in questo modo: come possiamo rendere il qui ed ora migliore? Quanto margine ha la nostra coppia di migliorare? In che modo potremmo rendere la nostra relazione più sana?"

Un saggio psicoterapeuta un giorno disse: “ci vogliono 30 secondi per incontrarsi, 30 anni per capire come mai ci si è incastrati”. Ed è proprio così, perché l’incastro di coppia è il risultato non solo di due persone (e già qui, apriti cielo!!!), ma di due storie fatte di modelli, vissuti, bisogni, desideri. Di tutto questo bagaglio, ciò di cui ognuno è consapevole è davvero poco e questo rischia di  essere un fattore di rischio.

Sicuramente se ti chiedessi "cosa ami del tuo partner?" mi risponderesti che ti attira fisicamente, ti diverte, si muove in modo affascinante, ha un buon profumo, coltiva le tue stesse passioni, condivide i tuoi valori… Faresti invece molta più fatica a dirmi a quali bisogni, rimasti insoddisfatti, desideri che l’altro risponda (di sicurezza, di riscatto, di esclusiva), a che tipo di modello di coppia vorresti tendere (se in simbiosi, in antitesi o in trasformazione rispetto al tuo modello familiare di appartenenza), quali ferite speri che il partner possa curarti… Sono tutti aspetti che spesso rimangono inconsapevoli ma che agiscono quotidianamente sul nostro modo di stare e di comunicare in coppia. 

Quindi, arriviamo al nocciolo della questione: cosa accade quando uno o più di questi bisogni inconsapevoli non viene soddisfatto, nonostante il nostro grande e speranzoso (ma non sempre consapevole) investimento? Nascono frustrazione, rabbia, risentimento che indovinate un po’ attraverso quale canale esprimiamo? La comunicazione. Immagino ti siano familiari frasi del tipo: lasci sempre in disordine / stai ore al telefono con le tue amiche / faccio tutto io in questa casa / sei tornato tardi / preferisci il calcetto a me / non hai fatto partire la lavastoviglie. Ma può mai essere che una relazione sia messa a rischio da tematiche così banali? La verità è che c’è altro tra le righe, c’è molto altro che non le rende affatto banali e che varrebbe la pena far emergere.

 Alcuni utili consigli:

1)      Fai un grosso lavoro su di te per rendere consapevoli alcuni aspetti che macinano nell'inconscio e che ti fanno re-agire in modi disfunzionali a te stesso e alla coppia; questo ti permetterà di conoscerti e di smontare pezzo-pezzo il “mostro” che ti travolge in alcune occasioni, frutto non solo di ciò che l’altro dice o fa, ma anche della tua storia, delle tue frustrazioni presenti e passate;

2)      Nelle discussioni parla sempre di te, non iniziare le frasi con “tu sei/non sei … tu fai/non fai …”, piuttosto usa formule come: “mi fa soffrire che... questa cosa mi fa sentire …. questo mi provoca …”; parti sempre da te se non vuoi che l’altro pensi solo a difendersi trasformando la discussione  in un campo di battaglia da cui, ahimè, nessuno ne uscirà vincitore;

3)      Pensa sempre che, quando inizi una discussione, la cosa migliore è pensare che possa rivelarsi uno strumento evolutivo per la coppia. Non ostinarti a combattere per ottenere la ragione: può rivelarsi, invece, una bella occasione per acquisire maggiori consapevolezze e migliorare la tua coppia. Quindi distruggerti l’ugola o farti salire la pressione non è del tutto necessario. 

In conclusione smetti di chiederti se esiste il “per sempre”, suda e lavora su te stesso per dire “per adesso tutto bene!” 

Commenta questa pubblicazione

Iscriviti o accedi per lasciare un commento

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Domande e risposte

Gelosia del passato e rabbia incontrollata

Ciao a tutti. La mia storia è molto sofferta, violenta, turbolenta nonostante la mia et&agrav ...

4 risposte
Un compagno che non vuole smettere con la cocaina

Salve, mi chiamo Elisa e a marzo del 2017 rivedo il mio ex compagno di 8 anni fa ed è stato ...

7 risposte
Perché ho sempre paura di essere tradita e/o sostituita con un'altra donna?

Buonasera, Da 2 anni e mezzo ho una splendida relazione col mio compagno. Io 47 lui 53. Viviamo ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.