Traumi psicologici

Disturbo dissociativo dell'identità

PA Palermo

contattami

Condividi su:

La dissociazione è una comune, naturale difesa, contro un trauma infantile. Di fronte a schiaccianti abusi, i bambini possono dissociarsi dalla piena consapevolezza di un'esperienza traumatica. La dissociazione può diventare un modello di difesa che persiste in età adulta e può condurre ad un disturbo dissociativo a tutti gli effetti. Precedentemente noto come disturbo di personalità multipla, il Disturbo Dissociativo di Identità (DID) è una condizione in cui una persona ha due o più distinte personalità che si alternano nella consapevolezza conscia dell'individuo. 

I diversi stati di personalità di solito hanno nomi distinti: identità, temperamento, e immagine di sé. Queste personalità controllano ripetutamente il comportamento e la coscienza della persona interessata, causando lunghi vuoti di memoria. Condizioni fisiologiche (come ad esempio gli effetti diretti da uso di sostanze) o condizioni mediche generali (come convulsioni) devono essere escluse.

Accudire una persona cara affetta da DID può essere un'esperienza dolorosa e talvolta può evocare molteplici reazioni emotive. Spesso coloro che manifestano un DID non sanno dire quale delle alterazioni sia fuori controllo e non si aspettano nemmeno che i loro cari possano saperlo.

I sintomi comuni di DID includono l'incapacità di ricordare eventi inspiegabili, legati a gran parte dell'infanzia, frequenti amnesie o improvviso ritorno di memoria, quali flashback di eventi traumatici, sensazione di sentirsi scollegati dal proprio corpo, allucinazioni, tentativi di suicidio o di autolesionismo.

Altri sintomi che affliggono le persone con DID possono manifestarsi in termini di depressione o sbalzi d'umore, ansia, nervosismo, attacchi di panico, fobie, disordini alimentari, insonnia, incubi notturni, sonnambulismo, forti mal di testa o disfunzioni sessuali.

La diagnosi di DID richiede una valutazione medica, psichiatrica e psicologica e può includere domande specifiche sulla dissociazione, avvalendosi del supporto di questionari mirati. Cercare un aiuto medico professionale è fondamentale ai fini della diagnosi, soprattutto nel momento in cui si verifichino amnesie, distorsioni della realtà o evidenti cambiamenti nel comportamento a causa di forti periodi di stress. Bisognerebbe immediatamente recarsi al pronto soccorso qualora si manifestino pensieri di autolesionismo, suicidio o omicidio.

Il trattamento per DID consiste principalmente nella terapia clinica psicologica o psicoterapia individuale e può durare mediamente tra cinque e sette anni negli adulti. La psicoterapia individuale è la modalità più utilizzata e consigliata in questi casi. L'obiettivo principale per il trattamento è l'integrazione degli stati separati di personalità in un'unica personalità unificata. Spesso la psicoterapia per i disturbi dissociativi, attraverso il trauma, scatena i sintomi dissociativi. Il trattamento include le seguenti fasi: scoprire le alterazioni, trattare i ricordi traumatici e consolidare la personalità integrata. 

La terapia familiare invece è raccomandata per supportare ed educare la famiglia circa il  DID e le sue cause, aiuta a comprendere i cambiamenti che possono avvenire e come la personalità viene reintegrata, così che i membri della famiglia possano riconoscere i sintomi di una recidiva. La terapia familiare per una persona con DID può evocare significativi ricordi negativi e traumatici che possono ostacolare il progresso clinico. 

La terapia di gruppo può essere utile in aggiunta alla terapia individuale, a condizione che il gruppo sia composto esclusivamente da persone con disturbi dissociativi. 

Non vi è alcun farmaco per il trattamento del DID poiché esso non è un disturbo organico o uno squilibrio chimico. Tuttavia, antidepressivi e ansiolitici potrebbero aiutare a contrastare i disturbi dell'umore. Nonostante la polemica tra terapisti circa l'impiantare falsi ricordi di suggestione, l'ipnosi clinica o il training autogeno in psicoterapia, possono essere utilizzati in combinazione con la psicoterapia o colloqui clinici se condotti in modo sicuro da un terapeuta esperto. 

 

L'ipnosi o anche il training autogeno in psicoterapia, possono aiutare i pazienti accendendo ai ricordi rimossi, controllando i comportamenti problematici e contribuendo a fondere le alterazioni durante il processo di integrazione. Intervenire subito con un percorso psicologico clinico o con la psicoterapia, soprattutto per esperienze di abuso e traumi, può aiutare a prevenire la formazione di sintomi e disturbi dissociati.

 

Se non trattato, il DID può durare per tutta la vita e nonostante il trattamento duri diversi anni, è tuttavia un percorso molto efficace. Lo stress, l'abuso di sostanze nocive e talvolta la rabbia, possono causare una ricaduta e il manifestarsi dei sintomi in qualsiasi momento. Come buono standard di cura, le persone con DID, devono essere trattate da un professionista con formazione specialistica e con esperienza inerente le problematiche di dissociazione della salute mentale. 

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Traumi psicologici"?

Domande e risposte

Come gestire un evento che in passato è stato vissuto negativamente e che si ripresenta?

Salve, sono una ragazza di quasi 26 anni. Ho sempre desiderato iscrivermi alla facoltà di ...

3 risposte
Credo di avere bisogno di aiuto.

Buonasera, mi chiamo Marina e ho 23 anni. Sono una studentessa universitaria figlia unica. L'estate ...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.