Varie

IL DIALOGO IN FAMIGLIA: 6 REGOLE FONDAMENTALI

contattami

Condividi su:

Per migliorare la comunicazione in famiglia il dialogo dovrebbe essere il più possibile chiaro e diretto per evitare che si producano maggiori problemi. Spesso succede che i genitori cerchino di proteggere i figli dalle “preoccupazioni” non dicendo loro cosa sta accadendo in famiglia. Nascondono le difficoltà perché ritengono i figli troppo piccoli per comprendere certe dinamiche della vita adulta. Anche se fanno ciò con le migliori intenzioni accade però che a un certo punto la situazione sfugga loro di mano e inizino ad emergere difficoltà nelle comunicazione proprio con i figli oppure iniziano a vedere dei cambiamenti nel loro comportamento soprattutto nelle manifestazioni emotive. Ciò accade proprio perché i figli pur non conoscendo i “segreti” dei genitori capiscono che c’è qualcosa che non va, e non trovando conferme verbali a ciò che percepiscono, iniziano a pensare che la colpa sia loro. I bambini hanno una capacità incredibile nel cogliere i messaggi non verbali, le incongruenze tra ciò che viene detto e il tono emotivo con cui viene detto qualcosa. Gli adulti tendono a concentrarsi soprattutto sul linguaggio e sui contenuti che trasmettono mentre i bambini sono soprattutto attratti dallo sguardo, dalla postura, dal tono di voce.. ecc

Ecco il motivo per cui il dialogo in famiglia è fondamentale soprattutto in quei momenti in cui sembra difficile poter parlare e spiegare ai figli cosa succede nel “mondo degli adulti”.

Alcune regole generali per favorire il dialogo in famiglia sono:

Tutti i membri hanno una voce

La comunicazione in famiglia è molto importante non solo per evitare problemi ma anche per sapere come trattare eventuali disaccordi che possono avvenire. In famiglia c’è sempre una gerarchia in cui all’ordine superiore si trovano i genitori, ma nonostante questa regola “ognuno ha una voce” in tutte le circostanze. E’ importante rispettare sia le idee degli anziani che dei minori. Ciò non significa metterli sullo stesso piano ma evitare autoritarismi.

 

Parla in positivo

I genitori hanno l’importante compito di dare delle regole ai bambini che gli permettano di integrarsi positivamente nel mondo sociale. Ma esistono molti modi per trasmettere un insegnamento, fare in modo che la voce del genitore sia una guida fiduciosa e non una sola fonte di rimprovero potrebbe diventare fondamentale per l’apprendimento dei figli. Ad esempio è molto diverso dire a un figlio: “siediti bene nel divano” che dire “ti ho detto di non saltare nel divano!!!”

Quando invece i figli sono più grandi e più indipendenti anche le regole cambiano ma solitamente sono i genitori ad avere l’ultima parola. Tuttavia è importante dialogare e negoziare con i figli, trovare delle mediazioni che avvicinino e facciano comprendere ai figli i significati che stanno al di sotto della decisione presa.

 

La mancanza di tempo, il problema principale

Molte famiglie riescono a trascorrere del tempo insieme ma non proprio nei momenti più gratificanti, Bisogna fare delle cose insieme e non solo le attività domestiche, vivere e sperimentare insieme il tempo libero e non solo gli obblighi, questa è la chiave!

Il problema in molti di questi casi è che i membri della famiglia non sanno, o non riescono a chiedere quello che vogliono. Ditelo direttamente se avete bisogno di tempo e di affetto. La comunicazione può cambiare molte cose ma solo per chi sa essere sincero e onesto con se stesso e con gli altri

 

Le discussioni familiari, le più intense

In linea generale le discussioni familiari sono più intense rispetto a quelle che avvengono in altri ambiti (es.lavoro). Il motivo? Le persone si sentono più libere di aggredire verbalmente l’altro. Le discussioni in famiglia tendono ad essere più coinvolgenti sul piano emotivo e i membri si sentono liberi di dire tutto ciò che pensano. Questo non significa però che sono più difficili da risolvere, è semplicemente una caratteristica oltre la comunicazione.

 

Non esiste la verità assoluta

Nel momento in cui si affronta un problema è importante parlare sempre di “opinione personale”. Quando in famiglia esistono dei temi considerati tabù di cui non si può parlare le relazioni in famiglia possono peggiorare e generare conseguenze negative a lungo termine. Il suggerimento è di trattare tutti gli argomenti con sincerità. Ciò non significa imporre delle idee poiché non esistono verità assolute perciò è utile comunicare usando espressioni come “credo che” o “la mia opinione è”

 

Le nuove tecnologie

Le reti di messaggistica istantanea come WhatsApp possono causare problemi molto gravi rispetto alla comunicazione principalmente legate alle incomprensioni derivanti dalla mancanza di comunicazione non verbale . WhatsApp elimina il tono di voce, il ritmo del parlato e altri elementi necessari per contestualizzare la conversazione per questo le incomprensioni tra le persone che si scrivono sono molto comuni in questo tipo di rete.

La soluzione? Il consiglio principale è trattare i temi seri “faccia a faccia”. WA può essere utile per avvertire di cose specifiche ma non può diventare una piattaforma per parlare di cose importanti. Le decisioni di famiglia come ad esempio a che ora deve ritornare a casa un adolescente la sera devono essere fatte di persona non per telefono.

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Varie"?

Domande e risposte

Come comportarmi con un figlio adulto ,il quale dicembre di amarmi ,ma non verrà per Natale

Non so come comportarmi con mio figli9 di 45 anni. Un uomo sensibile, affettuoso che dice di amarmi ...

4 risposte
Come gestisco la enuresi secondaria diurna e notturna?

Buona sera, mia figlia ha tre anni e mezzo; a due anni ha tolto il pannolino di giorno e sei mesi ...

3 risposte
NON MANGIA ALL'ASILO

Buongiorno, mi rivolgo a Voi perchè non so più come comportarmi. Mio figlio non &egrav ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.