Il mio approccio

Se pensiamo a ogni persona con cui abbiamo un rapporto, più o meno stretto, ci rendiamo conto che ogni relazione è diversa, unica e irripetibile. Questo è ciò che avviene non solo nelle relazioni quotidiane, ma anche in quelle terapeutiche: non esistono pazienti uguali e anche lo stesso psicologo sarà diverso con ogni persona che incontra.

Possiamo dire, quindi, che non ci sono coppie terapeutiche uguali né percorsi psicologici che si somigliano: il paziente e il terapeuta condividono la costruzione di un percorso che viene “creato su misura” e che tiene conto dei bisogni e delle motivazioni di colui che si rivolge allo psicologo.

È importante che sia strutturato un ambiente sicuro ed accogliente, e che ci sia un clima che riesca ad aiutare il paziente a fidarsi ed affidarsi e che favorisca una buona alleanza terapeutica, fondamentale per ogni momento del percorso intrapreso.

È essenziale che il paziente senta di potersi esprimere liberamente perché di qualunque cosa parli sta parlando di sé, ed è altrettanto importante che lo psicologo trovi uno spazio dentro di sé per il paziente.