Il mio approccio

Mi sono formata come psicoterapeuta in una scuola di orientamento cognitivo comportamentale, un approccio sempre più utilizzato e sostenuto da solide basi di ricerca che ne dimostrano l'efficacia per diversi problemi di natura psicologica come:

attacchi di panico
disturbi dell'alimentazione
disturbo ossessivo compulsivo
insonnia
disturbi di tipo psicosomatico
fobie
dipendenze
elaborazione del lutto
problemi di autostima
gestione dello stress

In sintesi la terapia cognitivo comportamentale si fonda sull'idea che ci sono strette relazioni tra pensieri, vissuto emotivo e comportamento e che queste tre sfere si influenzano a vicenda in modo circolare. Ciascuno di noi sviluppa nel corso della vita una interpretazione della realtà soggettiva ed unica sulla base delle esperienze vissute.

L'idea di fondo di questo approccio è che la sofferenza emotiva sia legata al modo in cui la persona interpreta gli eventi esterni o interni ed il terapeuta cognitivo comportamentale interviene per creare le condizioni che permettono al paziente di individuare e prendere consapevolezza degli schemi disfunzionali che creano e mantengono la sofferenza, per poi modificarli nell'intento di ricercare un maggiore benessere.