Il mio approccio

La psicoterapia psicoanalitica nasce come trattamento per comprendere, affrontare e attenuare le crisi e i disagi psichici ed emozionali. Mette al centro del processo di cura le cause del disagio interiore e il lavoro sull’inconscio, la dimensione più profonda del paziente.

La persona viene accolta nella sua individualità, ne vengono riconosciuti la storia irripetibile, le emozioni, le paure, il modo unico di esprimere il disagio. Pertanto nella terapia non c’è una sola ricetta.

Nella pratica professionale preferisco focalizzarmi su come ciascuno esprime i sintomi, il proprio malessere, le proprie difficoltà relazionali, i propri vissuti di smarrimento e di difficoltà decisionale piuttosto che inquadrare la persona in un’etichetta diagnostica.  Di conseguenza metto sempre in primo piano la parola della persona a cui offro uno spazio di ascolto. Il processo di cura prevede dei colloqui preliminari che hanno come obiettivo quello di definire il problema e di condividere con il paziente il progetto terapeutico più adatto. Chi richiede il mio aiuto è sempre coinvolto nel percorso poiché è indispensabile che il paziente giochi un ruolo attivo.

Identificando le cause del malessere, supporto il percorso di presa di consapevolezza giungendo insieme a scoprire la propria unica e soggettiva via di realizzazione.

Invertire la rotta e i punti cardinali che ci hanno guidato fin qui…

La psicoterapia permette di puntare il nord della bussola per andare incontro alla direzione che risponde meglio ai propri desideri.