Il mio approccio

il mio approccio è gruppoanalitico, ovvero condivido l'idea che ognuno di noi nasce dentro una gruppalità e dentro di essa può trovare condizioni più o meno favorevoli alla propria crescita e al proprio stare nel mondo. se qualcosa va storto e subentra la sofferenza, io metto a disposizione le mie competenze professionali e la relazione terapeutica per sanare le ferite che sentiamo e il dolore. la psicoterapia diventa un percorso per ritrovare il proprio ben-essere.

come riconoscere il proprio dolore? talvolta non è semplice tollerare di sentirsi oppressi, e non siamo abituati a chiedere aiuto. Saper chiedere aiuto in realtà indica che siamo molto forti, seppur nel dolore. Se posso chiedere aiuto sono già a metà della mia cura.