logo
Dott.ssa Elma Sukaj

psicologo, psicoterapeuta, mediatore familiare

Dott.ssa Elma Sukaj

leggi (2)

Dott.ssa Elma Sukaj

psicologo, psicoterapeuta, mediatore familiare

  • Cesena

informazioni su di me

presentazione

Mi chiamo Elma Sukaj e sono psicologa e psicoterapeuta ad orientamento sistemico – relazionale regolarmente iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Emilia Romagna con il n° 4598. Oltre alla formazione in psicoterapia ho conseguito anche il titolo di Mediatore Familiare offrendo quindi interventi di mediazione familiare alle coppie genitoriali in vista o in seguito alla separazione e/o al divorzio.

Mi chiamo Elma Sukaj e sono psicologa e psicoterapeuta ad orientamento sistemico – relazionale regolarmente iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Emilia Romagna con il n° 4598. Oltre alla formazione in psicoterapia ho conseguito anche il titolo di Mediatore Familiare offrendo quindi interventi di mediazione familiare alle coppie genitoriali in vista o in seguito alla separazione e/o al divorzio.

La passione che mi accompagna nel mio lavoro mi porta a continuare ad investire nella mia formazione da psicoterapeuta. Ho integrato infatti negli anni il mio approccio sistemico-relazionale con tecniche psicocorporee e la terapia EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) per riuscire ad offrire un aiuto più completo ed efficace a persone che hanno vissuto esperienze traumatiche di qualsiasi tipo e che hanno sviluppato o sono a rischio di sviluppare un disturbo da stress (disturbo post-traumatico da stress, disturbo da stress acuto e disturbo dell'adattamento).

Questo interesse verso il trauma risale a tanti anni fa quando lavoravo come psicologa ricercatrice con rifugiati provenienti da zone di guerra e sentivo il bisogno di dare un aiuto concreto a queste persone molto sofferenti anche a distanza di diversi anni dall'evento traumatico. Era affascinante constatare la forza che le contradistingueva ma che purtroppo non bastava sempre per poter elaborare il trauma e stare meglio. In quegli anni ho capito che non avrei fatto solo la ricercatrice, avrei fatto di più specializzandomi come psicoterapeuta.

A volte le nostre risorse non bastano per superare un trauma oppure una situazione di stress psico-emotivo, la nostra forza e l'impegno che mettiamo nel cercare di stare meglio non sono sufficienti e quindi ci affidiamo ad un professionista confidando nelle sue competenze umane e professionali. Penso sempre a questo quando ricevo una nuova richiesta di aiuto e sento che devo dare il mio massimo per aiutare chi si trova in difficoltà a ritrovare la sua "bussola" interna e riorientarsi nella sua "confusione" psico-emotiva e relazionale. Tutte le volte il percorso congiunto che mi trovo a fare con il cliente è nuovo e affascinante nello stesso momento non solo perché assisto a evoluzioni importanti, ma anche perché è un prendersi per mano e scoprire aspetti nuovi della vita umana tanto ricca e commovente. 

La curiosità e la voglia di ampliare gli ambiti di intervento professionale mi hanno portata a confrontarmi con diverse realtà oltre quella clinica nel mio studio privato collaborando con diversi enti (associazioni e cooperative) in veste di docente e supervisore dell'attività terapeutica ed educativa.

 

Attualmente svolgo la mia attività clinica di psicoterapeuta e mediatrice familiare nel mio studio a Cesena e grazie alla preziosa collaborazione di colleghi offro i seguenti interventi:

  • Consulenza psicologica e colloqui di sostegno per individui, coppie e famiglie 
  • Terapia individuale 
  • Terapia di coppia 
  • Terapia familiare 
  • Terapia di gruppo 
  • Percorsi di sostegno psicologico in gruppo 
  • Mediazione familiare
  • Sostegno alla genitorialità
  • Consulenza psicologica, colloqui di sostegno e terapia individuale, di coppia e familiare in un'ottica interculturale per: cittadini di origine straniera e coppie miste
leggi altro

il mio approccio

L’approccio terapeutico da me impiegato nella terapia sia individuale che di coppia e familiare, è quello sistemico – relazionale che nasce negli Stati Uniti all'inizio degli anni ’50. Nasce in un'epoca quando i continui fallimenti di intervento sul singolo visto come scisso dall'ambiente portano all'esigenza di cambiare ottica sia di analisi che si azione. Non si può aiutare il singolo trascurando l’influenza dell'ambiente in cui vive, esso è parte di una serie infinita di sistemi (famiglia, scuola, lavoro, società, ecc.) che richiedono l’assunzione di ruoli specifici e prevedono l’utilizzo  continuo della comunicazione interpersonale confermando o disconfermando il sistema di credenze e regole interne. E' necessario quindi che l’attenzione del terapeuta si concentri sulle relazioni che ogni individuo instaura con l'ambiente esterno e con gli altri soprattutto i suoi familiari.

L’approccio terapeutico da me impiegato nella terapia sia individuale che di coppia e familiare, è quello sistemico – relazionale che nasce negli Stati Uniti all'inizio degli anni ’50. Nasce in un'epoca quando i continui fallimenti di intervento sul singolo visto come scisso dall'ambiente portano all'esigenza di cambiare ottica sia di analisi che si azione. Non si può aiutare il singolo trascurando l’influenza dell'ambiente in cui vive, esso è parte di una serie infinita di sistemi (famiglia, scuola, lavoro, società, ecc.) che richiedono l’assunzione di ruoli specifici e prevedono l’utilizzo  continuo della comunicazione interpersonale confermando o disconfermando il sistema di credenze e regole interne. E' necessario quindi che l’attenzione del terapeuta si concentri sulle relazioni che ogni individuo instaura con l'ambiente esterno e con gli altri soprattutto i suoi familiari.

 

La Famiglia viene considerata il punto di riferimento fondamentale nel percorso di vita di un individuo in quanto luogo dove questo nasce e cresce. E' in questo contesto che si assimilano le regole fondamentali proprie di quel sistema e si evolve sia in senso psicologico che relazionale iniziando a vedere plasmata l’identità individuale.

 

Gli interventi del terapeuta che lavora secondo l’ottica sistemico relazionale, si concentrano sulle dinamiche relazionali all'interno di un  determinato sistema di appartenenza, la famiglia appunto, con l’obiettivo di capire insieme al cliente le disfunzionalità e poter quindi migliorare le modalità di relazione e comunicazione tra i suoi vari membri. Operando in questo modo si riescono a sciogliere eventuali rigidità e blocchi evolutivi per raggiungere l’obiettivo finale che è il benessere individuale.

 

I sintomi dell'individuo sono semplicemente “funzionali” al fare parte di un sistema in difficoltà e quindi espressione di un malessere che coinvolge più o meno tutti gli altri familiari, di una disfunzionalità comunicativa e relazionale dell’organizzazione familiare di appartenenza. Gli effetti dell'intervento, anche in caso di terapia individuale, si ripercuotono su tutto il sistema, sull’equilibrio disfunzionale generando benessere anche sugli altri membri pur non presenti in seduta.

 

leggi altro

Formazione professionale

La dott.ssa Elma Sukaj conclude con successo nel 2003 la laurea quinquennale in Psicologia ad indirizzo Clinico presso la Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Bologna presentando una tesi in psicologia gerontologica dal titolo “La Depressione nell’Anziano”.

La dott.ssa Elma Sukaj conclude con successo nel 2003 la laurea quinquennale in Psicologia ad indirizzo Clinico presso la Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Bologna presentando una tesi in psicologia gerontologica dal titolo “La Depressione nell’Anziano”.

Nel 2008  ottiene il titolo Dottore di Ricerca in Psicobiologia dell’Uomo presso  l’Università di Modena e Reggio Emilia discutendo una tesi dal titolo “Stress migratorio ed esiti psicosociali nei profughi provenienti dall’ex-Jugoslavia: un confronto tra le popolazioni dei profughi residenti in Italia, Germania e Regno Unito”.

Prosegue la sua formazione con la specializzazione in Psicoterapia Sistemico Relazionale nel 2010 presso l’Istituto di Psicoterapia Relazionale, I.P.R. sede distaccata di Rimini con la presentazione della tesi finale sulla terapia di una coppia mista dal titolo “Aiutami a viaggiare – Aiutami ad appartenere”.

Nel 2011 consegue anche il titolo di Mediatore Familiare presso l’Istituto di Psicoterapia Relazionale, I.P.R. sede distaccata di Rimini.

Nel 2017 integra le sue competenze psicoterapeute con tecniche psicocorporee presso la Società Italiana di Biosistemica a Bologna.

Nel 2018 consegue l'attestato di frequentazione del training in EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) presso il Centro di Ricerche e Studi in Psicotraumatologia.

Si sta inoltre formando come docente presso l'Istituto di Psicoterapia Relazionale di Pisa.

 

leggi altro

Esperienze lavorative

Nel 2003 inizia la collaborazione con il Dipartimento di Psicologia in qualità di tirocinante maturando esperienza in psicodiagnostica nella popolazione anziana, stimolazione cognitiva e psicosociale dell’anziano, formazione, supporto e counselling ai familiari dei malati di Alzheimer.

Nel 2003 inizia la collaborazione con il Dipartimento di Psicologia in qualità di tirocinante maturando esperienza in psicodiagnostica nella popolazione anziana, stimolazione cognitiva e psicosociale dell’anziano, formazione, supporto e counselling ai familiari dei malati di Alzheimer.

Nel periodo quadriennale 2003-2007 collaborare con l’Università di Modena e Reggio Emilia in veste di ricercatrice psicologa per un progetto di ricerca multicentrico finanziato dalla Comunità Europea. Conclude questa collaborazione con la setsura di un progetto di ricerca sulla presenza dei disturbi mentali nella popolazione immigrata residente a Modena.

Nel 2007 collabora come ricercatrice psicologa con l’ AUSL di Cesena nell’ambito di una ricerca qualitativa sull’utilizzo dei servizi sanitari da parte delle donne immigrate nel periodo pre e post parto conducendo ricerche bibliografiche, assistendo come co-conduttrice agli incontri di gruppo e ai focus group, preparando e divulgando il materiale informativo sulla presenza dei servizi socio-sanitari per la salute della donna e del bambino nel territorio cesenate.

Sempre nel 2007 vince un  assegno di tutorato della durata di un anno in Laurea Specialistica in Psicologia Clinica  presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Bologna .

Nel periodo tra giugno 2007 e dicembre 2010 matura una collaborazione continuativa come  psicologa psicoterapeuta in formazione presso il Centro di Salute Mentale di Cesena, assistendo ai colloqui condotti da medici psichiatri, facendo psicodiagnosi e conducendo colloqui individuali e di coppia e terapie di gruppo.

Nel 2008 inizia una collaborazione annuale con Zaffiria - Centro Permanente per l’Educazione ai Mass Media come psicologa ed educatrice per la progettazione e la realizzazione di interventi di educazione nelle scuole primarie e medie inferiori della provincia di Rimini.

Nel 2011  colabora con la Cooperativa sociale Fratelli è Possibile come psicologa e mediatrice del conflitto.

Lo stesso anno avvia la l'attività come psicologa psicoterapeuta e mediatrice familiare in libera professione  c/o Poliambulatorio L’Eau per poi estenderla anche al Centro di Psicoterapia e Scienze Umane di Cesena.

Sempre nel 2011  inizia la collaborazione con i centri antiviolenza. La prima collaborazione è con la con Casa delle Donne per non subire violenza onlus di Bologna in qualità di ricercatrice psicologa nel progetto di ricerca “Youth4Youth – Empowering Young People in Preventing Gender-based Violence through Peer Education”. Prosegue la collaborazione con l’Associazione Belluno Donna in qualità di ricercatrice psicologa nel progetto di ricerca “Young2Younger– Promuovere la sensibilizzazione nella prevenzione della violenza di genere tramite educazione tra pari. La Ricerca: Gli atteggiamenti sugli stereotipi di genere e sulla violenza di genere nei giovani”.

Nel 2012 ottiene una collaborazione annuale come dottore di ricerca con il Polo scientifico-didattico di Cesena per lo svolgimento di un incarico di accompagnamento nel percorso di studio degli studenti iscritti alla Laurea Magistrale di Psicologia Clinica per evidenziare e prevenire difficoltà e problemi nello studio con azioni di orientamento e ri-motivazione dei soggetti in difficoltà.

Tra il 2013 e il 2016 svolge attività di psicologa e psicoterapeuta volontaria  presso Scuola Secondaria di 1° Grado  “Via Pascoli” – Cesena (FC). Diventa coordinatrice dello staff delle psicologhe con funzione di raccordo tra gli psicologi dei vari plessi e la task force BES/DSA e supervisione nelle aule su istanza dei docenti per consulenza esperta relativamente alle eventuali dinamiche disfunzionali del Gruppo Classe. Inoltro conduco interventi di gruppo per stimolare una comunicazione funzionale al buon andamento del percorso scolastico e colloqui individuali con alunni e genitori.

Dal 2014 collabora in maniera continuativa con il Centro di Psicoterapia e Scienze Umane di Rimini in qualità di psicologa e docente in Educazione Interculturale e come psicologa, psicoterapeuta e mediatrice familiare al servizio di SOS Family.

Dal 2018 inizia a collaborare come psicologa con il Centro antiviolenza "Chiama chiAma" a Cattolica

 

Lavoro come relatrice e co-relatrice

La dott.ssa Sukaj ha partecipato a diversi seminari, convegni e congressi nazionali ed europei presentando lavori come relatrice e co-relatrice.

Ha prestato docenza sia come ricercatrice psicologa al seminario di formazione “Il rifugiato: caratteristiche e problematiche” presso l’Associazione “Psicologi per i Popoli Emilia Romagna” e Istituto G.F. Minguzzi, sia come psicologa psicoterapeuta esperta in psicologia interculturale all’incontro tematico dal titolo “Il viaggio chiamato interculturalità” e all'incontro di formazione dal titolo “Etnopsichiatria: disturbi e patologie tipiche del migrante come riconoscerle e che risorse attivare” all'interno della Formazione Servizio Accoglienza e Condivisione organizzato dall'Associazione Papa Giovanni XXIII. 

Collabora tutt'ora con diversi enti e associazioni come psicologa formatrice, supervisore e ricercatrice.

 

 

leggi altro

Partecipazioni

PUBBLICAZIONI

 

Articoli

 

- E. Sukaj e E. Ercolani, L’ottica transculturale nell’approccio sistemico-relazionale con la popolazione immigrata, Educazione Democratica – Rivista di Pedagogia Politica, ed. 9, pp. 114-130, 2015.

PUBBLICAZIONI

 

Articoli

 

- E. Sukaj e E. Ercolani, L’ottica transculturale nell’approccio sistemico-relazionale con la popolazione immigrata, Educazione Democratica – Rivista di Pedagogia Politica, ed. 9, pp. 114-130, 2015.

- Elma Sukaj et al., La mediazione linguistico-culturale in un contesto di salute materno infantile, in Immigrazione, mediazione culturale e salute, Salute e Società, pp. 240, 1a edizione  2008.

- Mauro Palazzi, Cristina Raineri, Elizabeth Bakken, Antonella Bazzocchi, Nicoletta Bertozzi, Francesca Righi, Patrizia Vitali, Elena Prati, Chiara Reali, Rabih Chattat, Valentina D'Augello, Elma Sukaj, Disuguaglianze in salute a Cesena, in Scienze sociali e salute nel XXI secolo. Nuove tendenze, vecchi dilemmi?, Salute e Società, pp. 560, 1a edizione  2008.

- Elizabeth Baken, Antonella Bazzocchi, Nicoletta Bertozzi, Carola Celeste, Rabith Chattat, Valentina D’Augello, Linda Marchetti, Mauro Palazzi, Elena Prati, Chiara Reali, Cristina Ranieri, Francesca Righi, Elma Sukaj, Patrizia Vitali, La salute materno-infantile degli stranieri e l’accesso ai servizi. Analisi quali-quantitativa nel territorio cesenate, Quaderni acp 2007; 14(2): 56-60.

 

Abstract

 

-  E. Sukaj, La depressione nell’anziano, Atti del Poster Competition 2004, Concorso a premi per tesi di laurea in psicologia, 2004, pp.73, 2004.

- M. Romagnoli, E. Sukaj, N. Colombini, G. M. Galeazzi, gruppo di ricerca Connect, Trauma psichico nei profughi dell’ex-Jugoslavia. Il progetto di ricerca Connect, Promuovere benessere con persone gruppi comunità, Società Editrice “Il Ponte Vecchio”, pp. 61-62, 2006.

- M. Palazzi, R. Chattat, A. Bazzocchi, C. Celeste, E. Bakken, V. D’augello, L. Marchetti, E. Sukaj, Disuguaglianze di salute e di accesso ai servizi materno infantili per le donne e i bambini immigrati nel cesenate, Promuovere benessere con persone gruppi comunità, Società Editrice “Il Ponte Vecchio”, pp. 103, 2006.

- M. Palazzi, R. Chattat, A. Bazzocchi C. Celeste, E. Bakken,V. D’augello, L. Marchetti, E. Sukaj, Donne senza rete: immigrati e utilizzo dei servizi sanitari materno infantili, Atti IX Consensus Conference Sulla Immigrazione - VII Congresso Nazionale SIMM, pp. 460-461, 2006.

 - N. Colombini, M. Flego, E. Sukaj, G. Neri, Gruppo di ricerca Connect, Trauma psichico nei profughi dell’ex-Jugoslavia, XLIV Congresso Nazionale della Società Italiana di Psichiatria, Edizioni Scientifiche Ma.Gi. srl, pp. 428, 2006.

- E. Sukaj, M. Romagnoli, M. Flego e G. M. Galeazzi, Profughi del’ex-Jugoslavia in Italia: stress migratorio ed esiti psicosociali, VII Congresso Nazionale della Sezione di Psicologia Sociale, Libreria Bonomo Editrice, pp. 54-55, 2007.

- E. Sukaj, C. Celeste, R. Chattat, V. D’augello, L. Marchetti, E. Bakken, A. Bazzocchi, N. Bertozzi, M. Palazzi, C. Raineri, F. Righi, P. Vitali, E. Prati, C. Reali, Mediazione linguistico-culturale in un contesto di salute materno infantile, Atti del Convegno Internazionale per l’anniversario del V anno delle rivista “Salute e Società”: Scienze Sociali e Salute nel XXI Secolo: Nuove Tendenze, Vecchi Dilemmi, pp. 118, 2007.

- N. Colombini, E. Sukaj, M. Romagnoli, G. Neri, Gruppo Italiano della ricerca Connect, Esiti psichici dei conflitti nella ex-Jugoslavia: la ricerca CONNECT, Abstract Book del VIII Congresso Nazionale della Società Italiana di Epidemiologia Psichiatrica, pp. 110, 2007.

- M. Flego, E. Sukaj, P. Curci, M. Romagnoli, Connect research Group, Migration stressors and psychological distress in ex-Jugoslavian refugees in Italy, Abstract book del 10th European Conference on Traumatic Stress: Truth and trust after trauma, Opatija, Croatia, 5-9 giugno 2007. Society for Psychological assistance, pp. 102, 2007

leggi altro

motto

“Il successo è l’abilità di passare da un fallimento all’altro senza perdere l’entusiasmo”. Winston Churchill
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Emilia Romagna col n. 4598 dal 17/03/2006

Hai avuto un appuntamento con la Dott.ssa Elma Sukaj?

Scrivi una recensione e parlaci della tua esperienza!

lascia una recensione

aree di competenza

  • Sostegno alla genitorialita'
  • Affettivita', difficoltà relazionali e familiari
  • Psicoterapia ad orientamento sistemico relazionale
  • Mediazione Familiare
  • Consulenza e Psicoterapia individuale, di coppia e familiare
  • Disturbi alimentari
  • Depressione
  • Disturbi d'Ansia e dell'Umore
  • Ansia
  • I disturbi depressivi
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • Ossessioni e compulsioni

motto

“Il successo è l’abilità di passare da un fallimento all’altro senza perdere l’entusiasmo”. Winston Churchill

contatta il dottore

La Dott.ssa Elma Sukaj non ha ancora attivato il calendario per prenotare appuntamenti online.

chiedi di attivare le prenotazioni online

c/o Centro di Psicoterapia e Scienze Umane di Cesena Via Gaspare Finali 66 - 47521 Cesena (FC)

Tel: 34666... [VEDI TUTTO]

c/o Poliambulatorio L'Eau in Via Chiesa di S. Edigidio 135 - 47521 Cesena (FC)

Tel: 34666... [VEDI TUTTO]

vedi mappa

recensioni dei pazienti

Paolo | 28/02/2022

paziente verificato

Fantastica professionista e di una disponibilità unica!

Roberta | 28/02/2022

paziente verificato

Grande professionalità! La straconsiglio!!

altre informazioni