Dott.ssa Lilli Romeo

Dott.ssa Lilli Romeo

psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista

informazioni di contatto

Piazza di Villa Fiorelli, 1 - 00182 Roma (RM)

Tel: 34946... [VEDI TUTTO]

Piazza Augusto Lorenzini, 30 - 00149 Roma (RM)

Tel: 34946... [VEDI TUTTO]

Via di Bravetta, 258 - 00164 Roma (RM)

Tel: 34946... [VEDI TUTTO]

presentazione

Presentazione

Mi sono laureata in Psicologia con indirizzo Clinico e di Comunità, presso la Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Roma, La Sapienza.
Già Presidente dell’Associazione Argo (Associazione ricerca Gruppi Omogenei) di Roma.

 

Svolgo le seguenti attività:

  • attività libero professionale in qualità di consulente psicologa e psicoterapeuta individuale, di coppia e di gruppo (ad indirizzo analitico);
  • attività di valutazione psicologica e psicodiagnostica in ambito clinico e peritale, in particolare per quanto riguarda la valutazione del danno biologico-psichico ed esistenziale in caso di incidente automobilistico, mobbing, invalidità lavorativa, ecc., di separazioni coniguali, affidamento di minori, stolking...

 
Ho centrato la mia formazione clinica nel lavoro con il piccolo gruppo e nella sua utilizzazione quale strumento di formazione e cura, conseguendo una Specializzazione in Psicoterapia e Psicoanalisi di gruppo presso l’Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo (IIPG), sede di Roma.
 
Collaboro con le cattedre di Psicologia Clinica, Colloquio con l’Adolescente, Teorie e tecniche delle dinamiche di gruppo dirette dalla Prof.ssa Marinelli, presso la Sapienza Università di Roma, Facoltà di Medicina e Psicologia.  

E, nella pratica professionale, con ABA (Associazione Anoressia e Bulimia) in attività cliniche e formative. 
    
Aree di intervento

  • Valutazione psicologica e Psicodiagnosi in ambito clinico e peritale (penale, civile, ecclesiastico)
  • Psicoterapia individuale, di coppia, di gruppo
  • Problemi affettivi, familiari, lavorativi
  • Disturbi di ansia, attacchi di panico, disturbi depressivi
  • Disturbi psicosomatici e dell’alimentazione
  • Disturbi psicotici

 

Arte e Psicoanalisi
Da diversi anni applico l’uso dell’arte e delle immagini artistiche, in particolare nei dispositivi di gruppo di tipo formativo, esperienziale e/o ludico. 

Gruppo Psicoterapeutico per la cura dei Disturbi dell’alimentazione
Da gennaio 2017 terrò, a Reggio Calabria, un gruppo psicoterapeutico rivolto a persone con disturbi dell’alimentazione.
 
Si tratta di disturbi di natura psicosomatica nei quali il corpo diviene la via di comunicazione privilegiata per dare espressione a pensieri, fantasie, emozioni forti e dolorose che non possono essere dette con le parole. La loro genesi va individuata oltre che in fattori di natura emozionale e interni all’individuo in fattori di tipo socioculturale, poiché danno espressione all’insopportabile dolore di esistere nella società moderna nella quale il corpo, dovendo rispondere ad un ideale estetico di perfezione, assume un’importanza centrale.
Molti studi sottolineano il legame tra i vissuti ansiosi e depressivi che derivano da un inadeguato sviluppo del senso di identità e il bisogno di ricorrere a meccanismi di controllo dell’ansia e compenso della depressione attraverso un comportamento alimentare alterato, volto, anche se in maniera fallimentare, a ripristinare l’equilibrio.
 
I disturbi dell’alimentazione si manifestano in molteplici forme. Oltre alle note anoressia nervosa, bulimia nervosa, sindrome da alimentazione notturna (Night Eating Syndrome), l’obesità, vengono  descritti: il disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione di cibo (ortoressia: ossessione per un'alimentazione sana)
-l’anoressia inversa (o bigoressia, idea prevalentemente  maschile di essere esile e poco sviluppato fisicamente, a cui si tenta di rispondere con diete squilibrate e maniacale esercizio fisico)
-l’ingestione continuativa di sostanze non alimentari (pica),
-il disturbo di ruminazione.
 
La psicoterapia di gruppo consente di condividere uno spazio di cura i cui fattori terapeutici più importanti sono, oltre alla condivisione di un obiettivo comune (risolvere il problema) e al il legame affettivo ed emozionale reciproco, la possibilità di riconoscere al sintomo una funzione di sostegno della identità e il disturbo alimentare come l’unica possibile modalità di espressione della propria sofferenza. Ma soprattutto la possibilità di uscire dell’isolamento trovando nella condivisione della omogeneità dei vissuti una possibile legittimazione del disturbo, attraverso un senso di appartenenza che permette di appropriarsi del diritto ad esserci e a partecipare.
Il gruppo facilita funzioni trasformative, dando vita a esperienze emozionali più tollerabili e risananti, grazie alle quali, dalla iniziale “uguaglianza” determinata dal sintomo, è possibile procedere verso l’espressione delle singole individualità, in un clima di fiducia e reciprocità nel quale la consapevolezza e l’arricchimento di sé si accompagnano alla comprensione della realtà esterna (che pure contribuisce alla determinazione e mantenimento del sintomo), e degli altri.    
 
Per avere informazioni o chiedere un primo colloquio, telefonare al mio cellulare.

Il mio approccio

Il modello di indagine e di intervento cui faccio riferimento nella pratica clinica è la psicoterapia ad orientamento psicoanalitico, applicata alla psicoterapia individuale, di coppia, di grupo. 

La pscioterapia ad orientamento psicoanalitico pur dervaindo dalla psicoanalisi classica, far riferimento a concetti e metodi di intervento propri di teorie e modelli psicologici diversi, in paricolare relazionali. Questi sottolineano la fodamentale importanza della qualità dello scambio intersoggettivo per il sano sviluppo psichico dell’individuo e il suo adeguato adattamento all’ambiente

Rivolge primaria attenzione alla valutazione della relazione/comunicazione tra mente e corpo, favorendo così la comprensione degli eventuali sintomi fisici (o psicosomatici) del paziente, ed una maggiore consapevolezza e percezione della sua sofferenza.

Un particolare riconoscimento viene rivolto al ruolo delle emozioni, al punto che 'esperienza terapeutica stessa diviene un’esperienza profondamente emozionale nel corso della quale la comprensione dei vissuti e delle condizioni di vita del paziente, il suo dolore, la percezione empatica diventano centrali.

Nel corso del lavoro analitico, l'attenzione viene rivolta ai vissuti (più che ai comportamenti), ai pensieri, alle fantasie, alle credenze, ai sogni, ai significati che l'individuo attribuisce ai propri disturbi e alla propria vita.

Lo scopo della terapia non è tanto e unicamente - come voleva la psicoanalisi freudiana - quello di fare emergere alla coscienza i contenuti inconsci, ma piuttosto queòòp di sviluppare strumenti mentali che consentano di trasformare le emozioni più antiche, dolorose e incomprensibili in rappresentazioni più evolute e di pensare emotivamente un’esperienza fino ad allora totalmente o parzialmente inelaborata.


La psicoterapia ad orientamento psicoanalitico è particolarmente utile per la cura dei:

  • Disturbi di personalità
  • Disturbi d’ansia (fobie, attacchi di panico, disturbo ossessivo compulsivo…)
  • Disturbi dell’alimentazione
  • Parafilie e disfunzioni sessuali
  • Disturbi affettivi (depressione, mania..)
  • Disturbi psicotici

Ma anche:

  • Disagi esistenziali
  • Lutti
  • Problemai adolescenziali
  • Probelmi evolutivi in genere
  • Problemi di appredimento
  • Traumi, abusi, ecc.

 

 

aree di competenza

  • Consulenza e sostegno psicologico
  • Cura degli attacchi di panico
  • Problemi relazionali, interpersonali e di coppia
  • Ansia
  • Psicoterapia individuale, di coppia e di gruppo
  • Disturbi del comportamento alimentare
  • Disturbi dell'umore
  • Psicoterapia e sostegno psicologico alla coppia
  • Dipendenze (affettive, sesso, cibo, gioco d'azzardo, ecc.)
  • Disturbo ossessivo compulsivo
  • Disturbi di personalita'
  • Fobie (claustrofobia, agorafobia..)
  • Problematiche affettive e relazionali, elaborazione degli eventi traumatici, del lutto e prevenzione al suicidio
  • Psicodiagnosi e test clinici, Rorschach
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Supporto Psicologico Online

“Ti aiuterò a conoscerti, cercherò di essere uno specchio che rifletta per te la persona che tu sei, sicchéche tu sei, sicché potrai vedere in quello che ti dico un’immagine di te stesso’ Bion, 1987

Formazione professionale

° Già Presidente dell’Associazione Argo (Associazione Ricerca Gruppi Omogenei)

° Socia AIPG (Associazione Italiana di Psicologia Giuridica)

° Master Breve in Psicologia Giuridica. Tecniche e strumenti per la stesura della perizia Psicologica. Corso organizzato da Obiettivo Psicologia Srl per un totale di 104 ore

° Corso di Perfezionamento in Psicodiagnostica Clinica e Peritale, presso Consorzio Interuniversitario Humanitas Scuola Interuniversitaria di Psicodiagnostica e Valutazione Psicologica. Direttore Prof. Carlo Saraceni

° Specializzazione in Psicoterapia, presso l’IIPG (Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo) Roma

° Socia Fondatrice della Cooperativa Sociale “Il Girasole”, e del Centro Diurno per Anziani “L’Aurora”, con sede a Reggio Calabria

° Ricerca psicodiagnostica in collaborazione con il Servizio Day Hospital di Allergologia dell’ospedale Agostino Gemelli di Roma, sul tema della patologie allergologiche e reazioni avverse ai farmaci 

° Cultrice della materia presso le cattedre di Psicologia Clinica e Teorie e Tecniche delle dinamiche di Gruppo dirette dalla prof. Stefania Marinelli Facoltà di Psicologia Università degli Studi di L’Aquila

° Iscrizione all’Albo degli Psicologi della Regione Lazio N.10477

° Master in “Biografia, Storia e Società. Parole, Memoria, Ascolto nei Processi Comunicativi e Formativi”. Dipartimento di Sociologia. Facoltà di Scienze della Comunicazione. Università degli Studi di Roma La Sapienza. Master per la formazione di nuove professionalità nel settore delle human resources.

° Stage di Metodologia della Ricerca Qualitativa, in collaborazione con il Circolo Culturale “Gianni Bosio”- Roma.°In collaborazione con la cattedra di Antropologia Culturale prof. Vincenzo Padiglione, Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (nel cui ambito ha discusso la propria tesi di laurea dal titolo "Una Comunità Carismatica nel sud del Lazio, il caso di Suor Floriana") e con il Circolo Gianni Bosio, ho svolto attività di ricerca di tipo etnografico e in campo psicoantropologico, per lo studio delle culture tradizionali, dei gruppi e fenomeni religosi delle scritture biografiche e autobiografiche, delle memorie, delle storie di vita, delle identità individuali, culturali e urbane.

° Volontariato, in qualità di psicologa, presso il reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Umberto I dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza

° Laurea in Psicologia presso l’Università La Sapienza di Roma (110/110), Indirizzo Clinico e di Comunità, con tesi dal titolo “Una Comunità carismatica nel sud del Lazio, il caso di suor  Floriana” (relatore Prof. Vincenzo Padiglione. Cattedra di Antropologia Culturale)

 

Convegni

2018: Relatrice al Convegno Corporeità e disturbi dell'alimentazione in Psicologia Clinica e di Comunità organizzato dall’Associone Fortuna (Associazione per lo Studio, la Riccerca e l'Intervento in Psicologia Clinica, Psicoterapia Psicodinamica, Psicologia di Comunità, del Lavoro e delle Organizzazioni, e delle scienze)  e l'ABA (Associazione per lo studio e la ricerca sull'anoressia, la bulimia, l'obesità e i disordini alimentari) con il contributo di APdeBA (Associazione Psicoanalitica de Buoenos Aires). Relazione dal titolo: Disturbi dell’Alimentazione, aspetti clinici e ruolo della famglia nella cura
2012: Conduzione workshop esperienziale con relazione dal titolo: Teatro del sogno e campo analitico: immagini,, emozioni, pensieri e costruzioni di nuove realtà, nell’ambito del Convengo “Dialoghi sui livelli di Realà. Il linguaggio onirico: individuo, gruppo e processo formativo”.

2006: Conduzione workshop esperienziale nell’ambito del Congresso “Bion e Foulkes” Organizzato dalla Cattedra di Teorie e Tecniche delle dinamiche di Gruppo. Facoltà di Psicologia. Università  degli studi di L’Aquila. Relazione dal titolo: L’uso del gruppo  per la cura del pazienti gravi in ambito istituzionale e i suoi fattori terapeutici.

Esperienze lavorative

Marzo/Ottobre 2019: CTU per il Tribunale di Roma, IX Sezione Civile in caso di Valutazione della capacità di intendere e volere
2010 ad oggi: CTP in ambito Civile ed Ecclesiastico a Roma e Reggio Calabria

Ottobre 2013/luglio 2019: Psicoterapeuta individuale e di coppia, Tutor e Docente in Aba (Associaizone Anoressia e Bulima)

Dicembre 2006/marzo 2007: Collaborazione con la Cooperativa Sociale SS. Pietro e Paolo per il Progetto “Sportello Famiglia” finanziato dall’Assessorato alle Politiche Educative: ideazione e conduzione, in qualità di consulente psicologa, presso la Biblioteca Comunale di Borghesiana (Roma), del laboratorio “Narrazione – Rappresentazione e Rielaborazione di una ‘Fiaba Vera’”, rivolto alle mamme e ai bambini (età 2/8 anni) che frequentano il Centro Culturale.

 

Attività Clinica

Esercizio della libera professione per interventi di consulenza psicologica e psicoterapia individuale, di coppia e di gruppo (presso studio privato)

2008/oggi: Esercizio della libera professione: psicoterapia indivdiale, di coppia, di gruppo a Roma e Reggio Calabria

aprile2005/giugno2007: Gruppo Terapeutico con pazienti psichiatrici gravi,  afferenti al Centro Diurno dell’Azienda ASL RM B, IV Area Territoriale

2003/oggi: Attività di consulenza psicologica per adulti, genitori, adolescenti, operatori sanitari

 

 

Altre attività e collaborazioni professionali

2015: Membro del comitato di Redazione della rivista online: Gruppo omogeneità e differenze. http://www.argo-onlus.it/

2013/oggi Collaborazione con il centro Yoga Helios Reggio Calabria con attività esperienziali di gruppo finalizzate al raggiungimento di un’adegauta consapevolezza di sé

2011/oggi: Attività Laboratoriali di Gruppo con la proposta di specifici stimoli visivi (si sceglie elettivamente l’uso dell’immagine artistica) in grado di offrire ai partecipanti la possibilità di condividere un’esperienza conoscitiva ed emozionale intensa e consentire il confronto e lo scambio su temi specifici. 

2010/20016: Attività di consulenza e ricerca psicodiagnostica in collaborazione con il Servizio Day Hospital di Allergologia dell’ospedale Agostino Gemelli di Roma, sul tema della patologie allergologiche e reazioni avverse ai farmaci 

2005/2006: Progettazione e realizzazione di numerosi corsi per insegnanti, bambini e personale Ata “Lo sviluppo della professionalità educativa del personale ATA. Primo corso di formazione”. Approvato nell’ambito del Progetto “Incubatore Sociale” di cui è Partner Principale il Municipio VIII di Roma in collaborazione con la ASL RM/B III° Distretto, le Scuole Medie Statali I. Alpi, D. Pagano, S. Biagio Platani (sede di realizzazione del progetto) e la Comunità di Capodarco di Roma.

2005: Consulente per il Comune di Reggio Calabria e l’Assessorato alle Politiche Sociali nella ideazione di un progetto di intervento sociale rivolto ad Anziani e Giovani. Il Progetto  “La funzione Genius Loci  dell’anziano: dare voce al passato per vivere il presente e progettare il futuro” sviluppato nell’ambito del già esisitente “Evergeen, la terza età prima di tutto”, ha partecipato al Concorso Nazionale organizzato dall’Associazione Valori&Cultura di Genova, in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova e l’ANCI (Associazione  Nazionale Comuni Italiani) classificandosi al 2° posto

 

 

Docenze

2013/2019: Docente nel corso di Specializzazione ABA Clinica Psicodinamica dell’Anoressia-Bulimia, delle Obesità e delle Nuove Dipendenze.

2003/2016: Numerose Docenze e Seminari teorici ed esperienziali presso la Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi de L’Aquila, e dell’Università di Roma La Sapienza, in collaborazione con le cattedre di Teorie e tecniche dell’intervento nei Gruppi, Psicologia Clinica, Colloquio Clinico, Prof.ssa Stefania Marinelli

2006: Docente in un ciclo di seminari e workshop presso Argo (Associazione per la Ricerca  Sui Gruppi Omogenei) sede di l’Aquila.   

Partecipazioni

2001: Suor Floriana e i Cenacoli Serafici: una ricerca etnografica nel sud del Lazio, in La Critica Sociologica, Periodico Trimestrale diretto da Franco Ferrarotti. Primavera 2001. Stampa Industria Grafica Failli Fausto, Roma.

2005: Il mito nell’evoluzione del pensiero psicoanalitico e la sua utilizzazione nel trattamento analitico Gruppo. Proposta di una lettura bioniana del mito di Prometeo, in Koinos Gruppo e Funzione Analitica. Luglio – Dicembre 2005 N. 2

2005: Recensione: Stefania Marinelli, Francesca N.Vasta (a cura di), Mito Sogno Gruppo, Ed. Borla, Roma, 2004, in Koinos Gruppo e Funzione Analitica. Rivista semestrale di psicoanalisi di gruppo. Luglio – Dicembre 2005 N. 2

2006: Recensione: Alfredo Lombardozzi,  Figure del dialogo tra antropologia e psicoanalisi, Ed. Borla, Roma, 2006, in Koinos Gruppo e Funzione Analitica. Rivista semestrale di psicoanalisi di gruppo. Luglio-Dicembre 2006 N. 2

2008: Lilli Romeo e Sergio Stagnitta (a cura di), Glossario, in Stefania Marinelli: Contributi della Psicoanalisi allo studio del gruppo, Borla, Roma

2008: Recensione: Stefania Marinelli (a cura di) “ Studi ed esperienze a partire da Bion", Ed. Borla, Roma

2009: D. Schiavino, E. Nucera, G. Patriarca, P. Romeo , R. Boccascino (et al.) Aspetto psicologico e qualità della vita dei pazienti con intolleranzapolimedicamentosa in Imid Medica Juornal imminological, allergy and environmental magazine. Vol.II, Giungno 2009

2010: Lilli Romeo, Federica Giorgi e Alessio Manciocchi (a cura di), Glossario, in Stefania Marinelli“ Psicoanalisi del legame dipendente”, Borla, Roma

2010: “Gruppi esperienziali vs gruppi terapeutici: processi formativi e trasformativi, “omogeneità” o differenze?, in Il Gruppo Esperienziale, Raffaello cortina editore

2015: "Note intorno alle narrazioni per immagini in un gruppo esperienziale", in Gruppo:omogeneità e differenze, rivista online di Argo www.argo-onlus.it/la-rivista .

2016: Cura con Valerio Galeffi. Gruppo: Omogeneità e differenze, rivista annuale, vol.2, www.argo-onlus.it/la-rivista

2016: Il gruppo terapeutico e l'istituzione relazioni reciproche e funzioni terapeutiche, in Gruppo: Omogeneità e differenze, vol.2, a (cura di) Lilli Romeo e Valerio Galeffi, www.argo-onlus.it/la-rivista

2018: Lilli Romeo, Eleonora Carotenuto: Analisi del progetto di formazione e counseling per gli operatori dell’Istituto G.B. Taylor, in Progetto di foramzione c coounseling per gli operatori dell’Istituto G.B.Taylor, Alpes, Roma

Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Lazio col n. 10477 dal 2002

Hai avuto un appuntamento con la Dott.ssa Lilli Romeo?

Scrivi una recensione e parlaci della tua esperienza!

lascia una recensione