"C'E' SEMPRE UNA VIA"

Dott. Massimo Panetoni

Psicologo, psicoterapeuta

Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Emilia Romagna Provincia di Ravenna col n. 2010 dal 10/09/1998

La psicoterapia che si propone si svolge all'interno di una relazione fondata sui principi
dell' Approccio Centrato sulla Persona; questo significa, essenzialmente, che è la persona e non il problema a rimanere al centro della relazione terapeutica. Il percorso terapeutico, tuttavia, per rispondere alle inevitabili specificità dei problemi della persona, quali attacchi di panico, crisi d'ansia, depressione, difficoltà di coppia, stress cronico, ecc..., può prendere due forme:

  • seduta classica basata esclusivamente sul colloquio;
  • seduta di terapia integrata, in cui, oltre al colloquio, si usano apparecchi di biofeedback computerizzato per apprendere quelle tecniche di autoregolazione, che serviranno a mantenere nel tempo e in ogni circostanza il proprio equilibrio psicofisico.

 

 Questo approccio terapeutico integrato/potenziato con tecniche cognitivo-comportamentali, si serve delle nuove tecnologie, ormai a nostra disposizione, per:

  • facilitare l'apprendimento di tecniche di rilassamento, concentrazione, meditazione, gestione dello stress e delle emozioni;
  • elevare la consapevolezza del rapporto mente-corpo e quindi della relazione fra funzionamento psicologico e fisiologico;
  • monitorare alcuni importanti cambiamenti durante il percorso terapeutico;
  • attuare terapie complementari più efficaci da affiancare alle terapie mediche per ipertensione, tumori, malattie organiche stress-correlate in genere, ecc...;
  • sviluppare caratteristiche psicologiche come, ad esempio, l'autocontrollo, la resilienza, la perseveranza, la calma, la modulazione emozionale e l'intuizione, fondamentali per far fronte sia alle quotidiane contingenze, sia alle immancabili sfide esistenziali.

 

Imparare tecniche di autoregolazione durante il percorso terapeutico, rende possibile la creazione di un "kit" personale di life skills ( abilità psicologiche di base per affrontare i problemi della vita), quali, ad esempio, la capacità di risolvere i problemi, l'autoconsapevolezza, la capacità di gestire le emozioni e lo stress, ecc... Tale dotazione, una volta terminata la psicoterapia, consentirà alla persona di essere più autonoma nella ricerca di soluzioni ai propri problemi e, allo stesso tempo, renderà meno probabile un suo futuro ritorno in psicoterapia.

 

La seduta
Il primo incontro è gratuito.
In tale occasione si avrà l'opportunità di conoscere il terapeuta, spiegare il motivo della consultazione, avere chiarimenti diretti sulle condizioni della terapia (costi, frequenza degli incontri, privacy, ecc...) e ricevere alcuni scritti informativi per capire meglio il tipo di psicoterapia che si sta proponendo (esistono centinaia di approcci psicoterapeutici diversi).
La durata delle sedute è di 60 minuti.

 

Mind-Room

 Le sedute possono svolgersi nella stanza dei colloqui, oppure in una stanza dedicata esclusivamente al training mentale, appunto la mind-room, in cui si trova una postazione ergonomica con poltrona e monitor regolabili, per la persona che si addestra al biofeedback e, dietro, una postazione separata per il terapeuta, che controlla l’andamento del training in tempo reale attraverso il suo computer. L’utilizzo del doppio monitor e delle postazioni separate, permette di ridurre al minimo l’effetto che può avere la presenza del terapeuta sulla persona che in quel momento cerca di concentrarsi e isolarsi dai fattori esterni interferenti.

Servirsi di una stanza separata, non significa che quello che si apprende qui sia qualcosa di scollegato dal lavoro psicoterapeutico sul vissuto attraverso il colloquio e la relazione, ma vuol dire creare condizioni per operare con modalità diverse, più adeguate all’apprendimento di abilità psicologiche specifiche.

La flessibilità di tale setting e la varietà di strumenti disponibili, consentono lo svolgimento di un’ampia gamma di training con diverse finalità, che includono lo sviluppo di capacità e caratteristiche personali quali:

· Concentrazione, che comprende la capacità di ridurre/eliminare le distrazioni interne ed esterne, mantenendo nel tempo la focalizzazione sull’obiettivo col minimo livello di stress;

· Regolazione emozionale per migliorare il livello di benessere dell’individuo, il suo adattamento e funzionamento sociale, nonché la sua capacità di autocontrollo e gestione degli stati emozionali distruttivi per sé e gli altri;

· Riequilibrio del funzionamento del sistema nervoso autonomo, ristabilendo il giusto bilanciamento fra i sottosistemi simpatico-parasimpatico, che rappresenta un equilibrio fondamentale per il mantenimento dello stato generale di salute e benessere della persona;

· Gestione di ansia e stress, attraverso l’apprendimento di metodi per ridurre l’effetto negativo delle componenti fisiologiche ad essi correlate, cioè imparando a ridurre la frequenza del battito cardiaco e della respirazione, l’eccessiva sudorazione e tensione muscolare, oltreché a creare condizioni favorevoli alla normalizzazione dei livelli ormonali alterati a causa dello stress; ecc…;

· Rilassamento psicofisico, condizione in cui sono ridotte/eliminate le tensioni muscolari superflue e la mente si calma ristabilendo il suo naturale flusso di funzionamento;

· Lucidità mentale, cioè la capacità di migliorarla, mantenerla nelle situazioni difficili e recuperarla quando la si perde;

· Autoregolazione del livello di attivazione psicofisiologica, per riuscire a mantenersi, quanto più possibile, a un livello di attivazione ottimale per dare il meglio nelle prestazioni sportive, scolastiche e professionali;

· Resilienza, ovvero, flessibilità nell’affrontare le sempre nuove sfide quotidiane, rapidità nel recupero del proprio equilibrio psicofisico perso in seguito a eventi stressanti acuti o prolungati e capacità di riorganizzare positivamente la propria vita dopo tali eventi;

· Incremento della variabilità del ritmo cardiaco (HRV), della coerenza cardiaca e psicofisiologica, per raggiungere una armonia di funzionamento fra i vari sistemi coinvolti nel mantenimento di un ottimale equilibrio psicofisico, quali il cognitivo-emozionale, il nervoso centrale e autonomo (simpatico-parasimpatico-enterico), il cardiocircolatorio, il respiratorio, l’ormonale e l’immunitario;

· Gestione del dolore, cioè la possibilità di ridurne l’intensità, la frequenza degli episodi o anche di prevenirne l’insorgenza;

· Autoaiuto, cioè capacità di aiutarsi da soli imparando tecniche che facilitano l’introspezione, aiutano ad avere una chiara visione interiore utile per identificare obiettivi personalmente rilevanti e favoriscono uno stato di recettività necessario a individuare soluzioni creative per risolvere i problemi;

· Vigilanza rilassata, cioè una continuativa consapevolezza di sé e dell’ambiente in cui ci si trova col minimo di sforzo o tensione; 

· Presenza mentale, con cui s’intende la capacità di mantenere tutta l’attenzione sul momento presente e su quello che si sta facendo nel qui e ora, interrompendo il rimuginio sul passato e distogliendo la mente dalle preoccupazioni per il futuro (Mindfulness);

· Consapevolezza corporea, che comprende la capacità di ascoltare le proprie sensazioni, di percepire il proprio stato emozionale, di entrare in contatto col proprio respiro, di riconoscere i segnali viscerali, di diventare consapevoli delle tensioni muscolari relative a movimento/espressività/postura, nonché di percepire il proprio corpo in relazione allo spazio circostante;

· Coordinamento psico-senso-motorio, fattore fondamentale per allineare il giusto atteggiamento mentale (cognitivo ed emozionale) con percezione e movimento, per mantenere l’unità mente-corpo focalizzata sull’obiettivo, quando si vogliono raggiungere performance sportive o professionali elevate riducendo al minimo il livello di stress;

· Empowerment psicologico, come acquisizione di consapevolezza di sé, aumento del senso di efficacia (autoefficacia) nell’influire sul proprio funzionamento psicofisico e capacità di mobilitare con successo le risorse personali per conseguire i propri obiettivi.

leggi tutto

le mie aree di competenza

Hai una domanda per me?

Scrivimi un messaggio e ti ricontatterò al più presto

indirizzo: Via Fiume Abbandonato 469/c - 48124 Ravenna (RA)

telefono: 0544... [vedi tutto]

telefono: 3403... [vedi tutto]