Dott.ssa Barbara Bulla

Dott.ssa Barbara Bulla

psicologo, psicoterapeuta, consulente sessuale

Ho mentito al mio ragazzo e ai miei amici riguardo alla mia famiglia

Salve, vi contatto in quanto ho bisogno di un consiglio su un fatto che mi sta divorando. Ho mentito al mio ragazzo e ai miei amici riguardo alla mia famiglia. Quando mi sono trasferita ero piccola, facevo 3 elementare, il compagno di mia mamma mi ha obbligata a mentire a scuola: dovevo dire a tutti che lui è mio padre e che avevo solo un fratello ed una sorella. Il mio vero padre non mi ha mai accettata tanto che non porto nemmeno il suo cognome e sul mio certificato di nascita risulta "padre sconosciuto"; perdipiù ho 4 sorelle e 2 fratelli. Ora ho 21 anni ma continuo a mentire a tutti, anche al mio fidanzato che amo tanto. Questo mi pesa perchè con lui vorrei stare per sempre ma non posso continuare a dirgli bugie, anche perchè è la cosa che lui odia di più. Ma ho paura di dirgli dopo quasi due anni " ascolta in realtà sono una bastarda e ho 6 fratelli" ho paura che mi lasci. Mi vergogno di me e della mia famiglia, mi ha insegnato mia madre a vergognarmene e di mentire fin da quando ero piccola. Sono una bugiarda dalla nascita. Io non so che fare,a me questa situazione crea uno stress immenso tanto che ho dei giori di pianto. Sento di vivere in angoscia... mi sento una merda verso il mio ragazzo, i miei amici e la mia famiglia stessa.
Carissima Anna. La tua situazione è sicuramente molto dolorosa in quanto per molti anni hai dovuto recitare un ruolo che ti è stato imposto, ma se veramente ami il tuo ragazzo e lui ti ama tanto da star insieme per sempre, è fondamentale che sappia almeno le parti rilevanti. Infatti se un giorno vi sposerete verrà chiesto il certificato di nascita e credo che sarebbe molto peggio apprenderlo in quella circostanza. E importantissimo però che tu non ti vergogni della tua situazione, non sei tu ad aver sbagliato per la tua famiglia, quella non si sceglie ce la troviamo. Mamma ha fatto delle scelte che per alcuni non sono condivisibili ma non le hai fatte tu. L'errore tuo è stato di non esserti fidata a sufficienza della persona che avevi a fianco nel momento in cui la vostra storia stava diventando importante. Spiegagli perchè hai mentito,la tua sofferenza e cosa provi nei confronti della tua famiglia. Se è veramente un uomo intelligente e speciale, magari si arrabbierà perchè hai aspettato troppo a parlare, ma poi sicuramente capirà. In bocca al lupo!
domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaMonica Mazzini

Psicologa, Psicoterapeuta - Brescia

  • Supporto Psicologico Online
  • Disturbi d'ansia
  • Depressione
  • Attacchi di Panico
  • Disturbi dell'autostima
  • Sostegno genitoriale relativamente all' educazione e al rapporto con i figli
  • Consulenza e sostegno psicologico
  • Affettivita', difficoltà relazionali e familiari
  • Sostegno per traumi psicologici
  • Sostegno alla separazione, e all'elaborazione del "lutto" del distacco
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Problemi di coppia
visita sito web