Dott.ssa Annalisa Di Giacomo

Dott.ssa Annalisa Di Giacomo

psicologo clinico, ctu e ctp

Quando dico che sto male nessuno mi prende molto sul serio

Buongiorno, ho una domanda un pò complicata spero che qualcuno riesca a rispondermi.. e cioè, quando dico che sto male nessuno mi prende molto sul serio, nella mia famiglia ad esempio ma non solo. Se poi in breve tempo perdo molto peso, o mi taglio, quindi mostro problemi “fisici“, le persone intorno a me si preoccupano. Penso che questo mi spinga di più all'autolesionismo. Ad esempio voglio dimagrire molto, non perchè non mi va bene il mio fisico ma perchè vorrei che gli altri si preoccupassero per me. Che tipo di malattia è, è comunque anoressia? Sono alta 1.79 e peso dai 54 ai 56 kg a seconda del giorno. O sono semplicemente molto egoista? Perché non mi sento mai abbastanza al centro dell'attenzione.. Nell'ultimo mese ho cominciato a causarmi sempre più frquentemente il vomito. Quello che mi preoccupa è che mi sento dire “attenta, il disturbo alimentare è solo la manifestazione di un altro problema, ma può diventare IL problema“ da mia mamma, ma non si preoccupa del problema che può esserci sotto, perché non è fisico. Vorrei spiegare questa cosa a chi mi sta intorno ma si preoccupano tutti solo del lato “fisico“ della cosa, che a me non interessa molto perché finchè sto male dentro il mio corpo è l'ultimo dei miei pensieri. Persino la mia psicologa mi ha detto “si, ma se non mangi muori“ e non ha capito che il problema è che di morire non me ne frega molto. Vorrei chiede aiuto, parlarne ai miei genitori, ma non so spiegare che problema ho evidentemente. Depressione? Anoressia? Bulimia? Egocentrismo e basta?A volte mangio un sacco e non vomito, allora penso di agire da obesa. Ora ho paura perchè ho smesso di perdere peso e quindi temo che nessuno si preoccuperà più di come sto... Ho davvero bisogno di un consiglio.. Grazie mille

Ciao Giorgia, immagino solo la sofferenza che si possa provare nel sentirsi "invisibili" agli occhi delle persone che contano. è triste che tu debba "inventarti" un disturbo nuovo ogni giorno per attirare l'attenzione della tua famiglia. Leggo che sei già seguita da una psicologa e mi chiedo se sia stato fatto un intervento di tipo familiare.

Io ricevo ad Agrigento, se ti può essere utile resto a tua disposizione.

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaAntonella Lauretano

Psicologa, Psicoterapeuta - Siena - Grosseto

  • Disturbi psicosomatici
  • Terapia familiare
  • Psicoterapia di coppia
  • Psicoterapia sitemica-relazionale
  • Disturbi d'ansia
  • Psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza
visita sito web