logo
Dott.ssa Adele Lasaracina

Psicologa, Psicoterapeuta

Dott.ssa Adele Lasaracina

leggi (3)

Dott.ssa Adele Lasaracina

Psicologa, Psicoterapeuta

  • Roma (Nomentano)

informazioni su di me

presentazione

Sono Psicologa e Psicoterapeuta rogersiana e svolgo l'attività, rivolta ad adolescenti e adulti, presso lo studio privato. 
Mi piace pensare al percorso di psicoterapia come ad un viaggio che terapeuta e cliente intraprendono insieme. Spesso la persona che fa richiesta di supporto è mossa, in un certo momento della propria vita, dal bisogno stare meglio e affrontare delle difficoltà, superare una crisi, conoscere meglio se stessa, ritrovare l'equilibrio perso. Il terapeuta quindi, attraverso la creazione di un ambiente accogliente e non giudicante, sarà impegnato a facilitare questo processo di cambiamento, mettendo in campo, con più accuratezza possibile, le condizioni di empatia, congruenza e accettazione positiva incondizionata (Carl Rogers) affinché la persona possa riappropriarsi di sé, delle proprie risorse, del proprio potere personale. La terapia quindi è un processo di apprendimento, conoscenza di sé, accettazione che porterà il cliente, passo dopo passo, a fare scelte di vita basate sulle proprie esperienze, rispettando i propri bisogni e valori, con sempre maggiore autonomia.
 

il mio approccio

Possiamo tutti nella vita attraversare dei momenti in cui siamo disorientati, spaventati, preoccupati magari perché stiamo affrontano problemi che si presentano e ripresentano sempre uguali oppure perché siamo sopraffatti da crisi o eventi inaspettati e dolorosi. È in queste occasioni che è importante rivolgersi ai professionisti del benessere psicologico e della salute mentale. Rogers diceva: "Sarebbe un errore grossolano supporre che l'organismo operi senza difficoltà in direzione della crescita. Forse sarebbe più corretto dire che l'organismo tende a migliorarsi con fatica e sofferenza" e aggiunge: "L'intero processo può essere raffigurato dal bambino che impara a camminare. I primi passi comportano grande fatica e di solito anche qualche dolore" ma il prezzo spesso vale il costo del viaggio perché conoscersi, imparare a riconoscere le proprie emozioni, bisogni, vissuti ha il valore aggiunto di essere persone che imparano a far fronte ai problemi della vita prendendosi cura di sia sé che degli altri. Riflettiamo anche sul fatto che siamo abituati a considerare mente e corpo come due entità separate e che curiamo quest'ultimo con maggiore spontaneità e urgenza. Teniamo presente però che ognuno di noi è un organismo inteso come "un tutto organizzato, che interagisce con la realtà" e il modo in cui spesso trattiamo le emozioni, ignorandole o rimuovendole, è un esempio di come cerchiamo di "metterle fuori", separate da noi. Invece possiamo imparare a considerare le emozioni come uno strumento di comprensione personale e di orientamento per riconoscere e capire quali sono i nostri bisogni, entrare in contatto con essi, dargli voce con un obiettivo di crescita e di soddisfazione individuale. 
Rogers riconosce come ogni essere vivente, ogni organismo, abbia in sé una sorgente di energia orientata allo sviluppo di tutte le sue capacità. Questa spinta motivazionale innata, la tendenza attualizzante, dirige l'organismo verso l'autorealizzazione, la conservazione, il miglioramento e porta l'individuo al fiorire del proprio potenziale, a patto che ci siano determinate condizioni favorevoli ad elicitarla, come fare esperienza di un clima terapeutico caratterizzato da una relazione significativa, non giudicante, congruente. Questo permette alla persona di sperimentare cosa si prova ad essere accettati e non giudicati, base di un percorso terapeutico efficace che permetta di ritrovare se stessi e ritrovare uno stato di maggiore benessere psicologico. L'approccio terapeutico che utilizzo, quello dell'Approccio Centrato sulla Persona, facilita proprio questo perché "mettere la persona al centro", non concentrarsi esclusivamente sulla malattia, sul sintomo, ha il valore enorme di vedere il terapeuta e la persona del cliente impegnati a lavorare insieme alla costruzione di una relazione che sarà essa stessa base del processo di cambiamento. Il terapeuta, quindi non ha il ruolo di dare consigli o soluzioni, ma lavora per facilitare il cliente a sviluppare il proprio potenziale umano di autoregolazione e risoluzione dei problemi, avendo cura di creare un clima di lavoro che sia caldo, accogliente, sicuro. La persona che inizia questo percorso sarà impegnata attivamente nel proprio processo di crescita verso una maggiore conoscenza di sé, un maggiore benessere e nella direzione del cambiamento, grazie anche a scelte di vita di cui si riconoscerà responsabile. "Il cambiamento" diceva Rogers avviene "nel momento in cui mi accetto così come sono" e per arrivarci serve il tempo di dedicarsi a se stessi con cura e dedizione sapendo che nel percorso non si è soli, ma si avrà accanto un altro essere umano, il terapeuta, che ascoltando senza giudicare la storia di vita che verrà narrata e senza avere aspettative sul cliente, lo faciliterà nel suo cammino di crescita.
Per concludere vorrei aggiungere che il percorso terapeutico è un processo attivo di apprendimento dei propri meccanismi di funzionamento e che nel susseguirsi degli incontri il cliente può narrare e quindi ricostruire la propria storia, dando senso e nuovi significati agli eventi del passato, può riappropriarsi di sé, dei propri valori, del proprio potere personale. In tutto questo lavoro, questo movimento, il terapeuta sarà impegnato a fare in modo che la persona ritrovi fiducia in sé e riprenda in mano la propria vita. Orientarsi in questa direzione significa porre le basi per poter continuare in autonomia il resto del viaggio che è la nostra vita. 

Formazione professionale

Laurea Triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche per lo Sviluppo e la Salute in Età Evolutiva
Laurea Specialistica in Intervento Psicologico nello Sviluppo e nelle Istituzioni Socio-Educative
Specializzazione in Psicoterapia Centrata sul Cliente (individuale e di gruppo)

Esperienze lavorative

Istituto di Ortofonologia (IdO) - Psicoterapeuta in formazione (2012)
Coop. Soc. "Azzurra '84" ONLUS - Servizio "Una casa per le famiglie" - Psicoterapeuta in formazione (2013)
ASL ROMA H - Psicoterapeuta in formazione (2014-2017)
Associazione "Sosteniamo la famiglia" - Psicoterapeuta (2017-2020)
Psicologa presso Associazione ALISEO ROMA ONLUS (2021)
Psicologa, Psicoterapeuta presso Studio privato dal 2017 ad oggi

motto

"Il benessere è un processo, non è uno stato d'animo. Esso è una direzione, non una destinazione." C. Rogers
Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Lazio col n. 19029 dal 19/12/2011

Hai avuto un appuntamento con la Dott.ssa Adele Lasaracina?

Scrivi una recensione e parlaci della tua esperienza!

lascia una recensione

aree di competenza

  • Disturbi d'ansia
  • Depressione
  • Problematiche legate all'autostima
  • Problemi relazionali, interpersonali e di coppia
  • Stress
  • Disagi esistenziali e relazionali

motto

"Il benessere è un processo, non è uno stato d'animo. Esso è una direzione, non una destinazione." C. Rogers

contatta il dottore

Via Carlo Bartolomeo Piazza, 26 - 00161 Roma (RM)

Tel: 33124... [VEDI TUTTO]

vedi mappa

recensioni dei pazienti

Tomasso | 24/04/2022

paziente verificato

Sono soddisfatto dei colloquio perché sto imperando a sentirmi più tranquillo anche nel rapporto con gli altri. La Dott.ssa conduce le sedute con professionalità, empatia e serenità anche nei momenti più duri. Proseguirò gli incontri.

Patrizia | 08/04/2022

paziente verificato

Ho apprezzato il percorso fatto con la Dott.ssa Lasaracina per diversi motivi in effetti, ma quello che mi spingeva a continuare i colloqui è stato il fatto di sentirmi ascoltata. Colloquio dopo colloquio ho recuperato sicurezza, autostima, voglia di affrontare i miei problemi. Il lavoro fatto mi da ancora soddisfazione. Quello che ho imparato lo metto ancora in pratica.

Dario | 19/02/2022

paziente verificato

Ho finito da poco un percorso con la dottoressa Lasaracina e devo dire che ne è valsa la pena. Avevo problemi di dipendenza affettiva che pian piano sono riuscita a smontare con lei un pezzo alla volta. Non sempre è stato facile e a volte volevo davvero mollare, ma il suo darmi fiducia e i suoi modi gentili, ma assertivi, mi hanno portato a non cedere e ora con un forte sospiro di sollievo posso dire che sto molto meglio e ho messo alle spalle tanti automatismi dannosi per me!

le mie tariffe

Consulenza Psicologica Individuale Da € 60.00
Consulenza Online Da € 60.00
Colloquio di Psicoterapia Da € 60.00