Dott.ssa Alice Carubbi

leggi (2)

Dott.ssa Alice Carubbi

Psicologa, Psicoterapeuta psicoanalitica

Freddezza e distacco

Buongiorno Sono sposata e mamma di un bambino di 3 anni che amo più della mia vita..mi dedico completamente a lui..da quando sono rimasta incinta sono cambiata molto come donna…molto più forte, sicura di me, dura.. Con mio marito sono completamente cambiata..molto distaccata e fredda..non riesco più ad avere gesti d affetto.. Tranne quelle poche volte che riusciamo a rimanere soli e a fare quello che facevamo prima della nascita del bambino.. Cioè, se andiamo a mangiare fuori io e lui da soli, io ritorno a essere amorevole è carina con lui..ci sto bene insieme, sono come quando eravamo senza figlio ..ma una volta che si torna da nostro figlio, mi riallontano e sono sempre nervosa bei suoi confronti Potreste spiegarmi perché mi comporto così? Visto che sono pochissime le occasioni di stare soli io e lui,sono praticamente quasi sempre nervosa e distaccata con lui..mentre con il bambino sono come ero con lui prima..amorevole, spontanea, molto solare, divertente ..con mio marito in casa invece sono quasi sempre spenta.. Potete aiutarmi a capire e consigliarmi qualcosa per migliorare le cose?

Buongiorno signora,

ciò di cui parla sembra avere a che fare con il cambiamento che la coppia deve affrontare dopo la nascita di un figlio. È un cambiamento di responsabilità e di ruoli, che, se non sopravvengono altre complessità, viene metabolizzato e accolto meglio dalla donna. L'essere madre infatti comincia prima nei desideri,cresce nelle fantasie e nel percepire il cambiamento del proprio corpo durante la gravidanza, che da corpo in espansione diviene corpo pieno di vita in movimento, e infine si consolida in quei primi mesi e anni in cui il rapporto con il proprio bambino è un rapporto privilegiato. Per quanto la legge e la società vorrebbero i padri al pari delle madri, con congedi parentali, corsi, ecc.. per la madre risulta generalemente più facile entrare nel nuovo ruolo, ruolo in cui ci si può sentire (ma non sempre!) più forte per difendere il proprio cucciolo.
Per il padre si tratta di un processo più complesso, meno immediato. il padre in un certo senso, sebbene abbia desiderato il bambino, e per quanto possa essere empatico, ovviamente non lo ha sentito "dentro" il corpo, e il suo rapporto con lui, fondamentale sin dalla nascita, si badi bene.. si rafforzerà via via nel tempo, ma ad un ritmo diverso di quello con la madre. Fino ad allora però, la madre, più forte e sicura perché centrata sulla protezione del cucciolo, si aspetterà dal suo uomo qualcosa di diverso da prima, qualcosa che faccia sentire sicura lei e il bambino. Non saranno più due fidanzati innamorati pieni di sogni, ma genitori pieni di sogni..e paure! Se per qualche motivo la giovane madre non riuscisse a percepirsi sicura e protetta (e non è detto che il padre non stia facendo tutto il possibile per essere presente e rassicurante) questo potrebbe portare a distaccarsi dal partner percepito un po' estraneo..
Ma attenzione, non si spaventi! Il fatto che concedendovi momenti di coppia siate ancora capaci di stare bene è un ottimo segnale, che indica che il rapporto è solido e potrebbe valer la pena lavorare su come riorganizzare la famiglia rimettendo insieme armonicamente tutti i suoi membri! Una famiglia unita è una famiglia forte!


Un caro saluto,Alice Carubbi 

domande e risposte

Dott.ssaAlice Carubbi

Psicologa, Psicoterapeuta psicoanalitica - Firenze - Prato

  • Attacchi di Panico
  • Disturbi d'Ansia e dell'Umore
  • Problemi relazionali, interpersonali e di coppia
  • Dipendenze da internet
  • Depressione Post Partum
  • Disturbi dell'autostima
CONTATTAMI