Indecisione...

Salve, sono nel pieno di una crisi sentimentale e non riesco ad uscirne... sono stata fidanzata 4 anni con un ragazzo di cui ero molto innamorata, ma che ho dovuto lasciare perché incompatibile come ideali e visione futura.

Lui non lavorava, non voleva uscire con me, non voleva venire a casa mia, insomma stavo con il classico sballone.

In compenso è un ragazzo molto intelligente e colto, con cui avevo un’affinità enorme e molta tenerezza. Ci siamo lasciati da quasi un anno, mantenendo contatto saltuari e vedendoci ogni tanto, discutendo sempre sugli stessi punti senza trovare soluzione... da qualche mese ho conosciuto un ragazzo, completamente diverso dal primo, mi tratta benissimo, abbiamo gli stessi valori, gli stessi ideali e caratteri simili.

Inizialmente eravamo solo amici, ma da due mesi la cosa si è evoluta. A me piace ma, nonostante questo, penso ancora al mio ex e provo dei sentimenti per lui.

Lui dice di essersi reso conto degli errori del passato ma mi ha accusata di non essermi mai impegnata per la coppia e che il suo disimpegno dipende da me e che le cose bisogna costruirle.

Io ho poca fiducia nel suo cambiamento, avendolo lasciato l’anno prima per gli stessi motivi ed essendo tornata dopo due mesi a causa delle promesse di cambiamento però non mantenute... Non so cosa fare sinceramente... con il nuovo ragazzo ci sto bene, è una cosa in evoluzione e teoricamente è l’uomo ideale per me, ma allora perché penso ancora all’altro? Cosa devo fare?

Cara Virginia,

Sembra che con il nuovo compagno va tutto bene, da quello che tu dici, e che il problema che ti poni arriva dal fatto che ti capita di pensarci al tuo ex e di sentire qualcosa per lui. Quello che mi chiedo è: come mai è un problema per te pensare ad una vecchia relazione e, in virtù di quanto è stato condiviso, anche ricordare o rivivere alcuni sentimenti? In riferimento al pensare e provare sentimenti, bisognerebbe capire in quali termini. Inoltre, sarebbe interessante per te vedere le aspettative che hai rispetto al pensare ad una persona con cui hai avuto una relazione. Per quanto riguarda i sentimenti che provi, pure lì potrebbe esserti d'aiuto comprendere di quali emozioni si tratta e distinguerle - per esempio, hai parlato di tenerezza e affinità, nel passato. C'è altro? Cosa ti aspetti da una relazione di coppia in termini affettivi? Inoltre, l'aspetto concreto, comportamentale, sembra essere importante per te, con tutto quello che comporta.

Il mio invito è quindi di tenere presenti questi tre aspetti (pensiero, emozione comportamento) nella tua valutazione, oltre a specificarli di più. Un percorso di consulenza psicologica ti potrebbe dare una mano, nel caso in cui ci fossero difficoltà nel fare questo.

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Udine - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web