Come posso fare per recuperare il rapporto con la mia bimba?

Buongiorno ho una figlia di 15 mesi che è nata prematura a 7 mesi e mezzo. I primi mesi sono stati molto difficili, lei irrequieta, allattamento a richiesta molto faticoso e non ho dormito per un anno, quindi può immaginare la mia stanchezza. A dicembre sono tornata a lavoro, la bimba aveva 7 mesi e mezzo e da li è iniziata la tragedia per me. Di giorno lei sta 3 giorni a settimana con i miei suoceri e 2 giorni con mio padre. Quando la vado a prendere dai miei suoceri lei piange, non vuole venire con me, mentre quando la vado a prendere da mio padre lei è felice. Ho pensato che il motivo di questa differente reazione è che mentre a casa dei miei suoceri sono in tre completamente dedicati a lei e li ha un sacco di giochi, da mio padre c'è solo lui che oltre ad occuparsi di lei deve fare anche altre cose, ma la bimba comunque è tranquilla, gioca, ride, ma non ha il 'parco giochi' degli altri nonni. Il pomeriggio quando torno da lavoro cerco di dedicarmi completamente a lei, cercando di farle dei giochi solo miei e suoi, ma non ci riesco, lo vedo che lei mi rifiuta. Inoltre io sono molto affettuosa, la riempio di baci, lei si innervosisce, non mi da mai un bacio, mentre alle altre persone lo da. Sento che non vuole giocare con me, mi cerca solo per la pappa o se la devo cambiare, ma non mi cerca per stare con me. Insomma soffro per tutta questa situazione, forse sono tornata a lavoro troppo presto e non sono riuscita a creare un rapporto con mia figlia, questa cosa mi distrugge che devo fare? come posso fare per recuperare il rapporto con lei? Grazie mille Giulia

Gentile signora, dalla mail sembra di sentire una grande angoscia per tutta la situazione che sta vivendo. È comprensibile che si senta in difficoltà, poiché mi pare di aver capito che dalla nascita il rapporto con la sua bambina è stato un po' difficile ( nascita prematura,allattamento, notti insonni, ecc..) . Il forte stress vissuto e poi il reinserimento lavorativo,probabilmente non hanno aiutato a creare un clima di accudimento rilassato,come vorrebbe. Le consiglierei di riflettere su ciò che rende felice sua figlia( un gioco insieme,una coccola,ecc...) e lei e cominciare a trovare un primo punto d'incontro partendo da ciò che vi fa stare bene insieme,lasciando piano piano sempre meno spazio ad aspettative alte e irrealizzabili,evitando di fare paragoni tra la relazione che la bambina ha con lei e quella che instaura con gli altri. Data la piccola età,l'emotività di sua figlia è altamente influenzata da quella della sua mamma. Cerchi per quanto possibile di trovare la giusta calma e vedrà che la situazione si modificherà. Qualora il disagio dovesse persistere,contatti un esperto che l'aiuterà a fare maggiore chiarezza. Se ne ha bisogno resto a disposizione. Buona giornata Dott Anna Pugliese

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaAntonella Lauretano

Psicologa, Psicoterapeuta - Siena - Grosseto

  • Disturbi psicosomatici
  • Terapia familiare
  • Psicoterapia di coppia
  • Psicoterapia sitemica-relazionale
  • Disturbi d'ansia
  • Psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza
visita sito web