Ho un problema con la mia famiglia

Ciao mi chiamo Marco e ho 17 anni. Vivo con mia sorella di 27 anni e suo figlio da quattro anni ormai. Abbiamo sempre avuto un buonissimo rapporto fino a due anni fa quando le ho detto di essere gay. La sua reazione è stata impossibile da dimenticare. Ha detto cose che non riuscirò mai a lasciar scorrere. Dopo quella situazione di coming out, lei ha fatto finta di niente, anzi, facendo qualche volta anche qualche domanda del tipo "Ma la fidanzata? ". Da quel momento lei si lamenta che io sono diventato più freddo con lei e che non le racconto più niente. Un anno fa lei si è sposata e io sono felice per lei dato che sta davvero bene ma da quando non ha più bisogno di me sembra come se io fossi un peso. Una domenica mi sono svegliato e trovando la casa vuota l'ho chiamata e mi ha risposto che erano andati in montagna e che mi avevano lasciato dormire. Mi sono sentito male quel giorno perché vedevo tutte le foto che lei pubblicava sui social e sembrava che lei lo facesse apposta. Poi il mese scorso, ho conosciuto questo ragazzo fantastico. Ci siamo messi insieme però, lei lo ha scoperto e oggi abbiamo litigato come non abbiamo mai fatto prima d'ora. Mi ha definito anormale e mi ha detto che dovevo farmi curare perché sono gay. Ho avuto un attimo in cui non riuscivo più a respirare e sentivo che stavo svendendo. Mi sono passate per la testa così tante idee che solo al pensarci mi vengono i brividi e ho pensato che parlarne mi avrebbe fatto bene.
Grazie in anticipo.

Gentile Marco, a volte le persone più vicine a noi son proprio quelle che non ci capiscono o che non vogliono capirci e fa male, fa tanto male, ma succede molto più spesso di quanto si creda. Non so cosa è scattato nella testa di tua sorella, magari è solo paura, paura della diversità, anche se oggi mi sembra assurdo possa esserci. Detto ciò un tentativo lo farei, le parlerei ancora, le scriverei, insomma cercherei di farle arrivare il tuo messaggio, quello che tu sei e hai tutto il diritto di essere. Non sei anormale ovviamente, cerca forza anche in chi ti sta intorno e se questi sintomi dovessero diventare importanti o frequenti chiedi aiuto a uno specialista. In bocca al lupo!

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Udine - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web