Dott.ssa Augusta Simona Dosi

Dott.ssa Augusta Simona Dosi

Psicologa, Psicoterapeuta

A 48 anni è possibile innamorarsi in questo modo?

Gentile servizio di consulenza di “Psicologi Italia.it“, sono un uomo sposato da 18 anni con un matrimonio, sino a due mesi fa, alquanto tranquillo, anche se negli ultimi tempi si era appesantito grazie ad alcui dubbi. Conosco da più di un anno una donna (40 anni, sposata) con cui avevo rapporti esclusivamente di amicizia e con la quale condividevo solo attività sportiva e pacifiche chiaccherate (peraltro fatte proprio durante tali attività). Sentivo crescere, comunque, un'attrazione reciproca che ho cercato di seppellire in ogni modo ma, come si può intuire, non ce l'ho fatta. Ci siamo dichiarati a vicenda e abbiamo scoperto di essere innamoratissimi uno dell'altra, al punto che per stare assieme anche un quarto d'ora, facciamo “salti mortali“. Nessuno dei due ha figli e mi chiedo se questa sia una delle ragioni per cui abbiamo visto oltre il ménage familiare. A 48 anni è possibile innamorarsi in questo modo ? E' possibile esserlo al punto di mettere in dubbio un matrimonio? E' evidente che, con molta probabilità, manca qualcosa al mio rapporto matrimoniale, ma per ora non riesco a scorger nulla (e forse sarà per il forte convolgimento). So solo che non voglio vivere così: mi sento un assurdo ipocrita. Sono seriamente in difficoltà, nonostante sia veramente innamorato. Grazie per ogni vostro eventuale consiglio

Buongiorno Alessandro, alla domanda diretta che lei pone le rispondo brevemente che non esiste limite d’età per l’innamoramento, dal momento che la nostra capacità in quanto esseri umani di provare emozioni e sentimenti ci accompagna nel corso della nostra vita, senza interruzioni e si estingue con la nostra morte. In particolare il sentimento di amore per l’altro sesso (nel caso di soggetti eterosessuali ovviamente) raggiunge la piena espressione a partire dall’adolescenza e poi si affina nel tempo e sicuramente si modifica con le varie esperienze nel corso della vita. Il rapporto di coppia ha un suo ciclo vitale che passa attraverso diverse fasi a partire dall’attrazione – innamoramento iniziale che ha il suo motore trainante nella passione,  al successivo consolidamento attraverso dimensioni diverse che dovrebbero integrarsi a quello passionale: mi riferisco all’intimità, , la conoscenza profonda, la fiducia, la condivisione di valori e della visione del mondo … nonché alla dimensione dell’impegno in un progetto di coppia vero e proprio. Nel corso del tempo e di una vita insieme, tutto questo non può diventare un fatto scontato, ma deve essere continuamente mantenuto, elaborato, nutrito. Si tratta di un processo di costruzione costante che richiede un certo sforzo e le coppie normalmente si impegnano in questo sforzo di mantenimento finché permangono i presupposti per cui ne valga la pena. Quando il rapporto entra in crisi, e questo può succedere per una infinità di motivi (bisognerebbe esplorare con lei  la storia e l’evoluzione del suo rapporto con sua moglie, nonché i cambiamenti personali intercorsi a livello individuale … e altri fattori come ad esempio la mancata genitorialità etc.), il disagio può assumere diverse forme che vanno dalla noia al conflitto al tradimento ….  Lo stesso tradimento può assumere diversi significati ( richiamo dell’ attenzione, ripicca, vendetta, ….,  segnalazione del disagio, segnale che la storia è finita  e che ci si trova davanti ad un bivio e alla necessità di fare delle scelte). In ogni caso si tratta sempre di situazioni complesse, dove sono in gioco le emozioni proprie e di altri, e dove si dovrebbe sentire il richiamo a valori quali l’onestà intellettuale,  il rispetto, l’autenticità, la coerenza, il coraggio, la capacità di assumersi delle responsabilità e di fare delle scelte. Tutto questo dovrebbe passare attraverso un processo di elaborazione profonda che non può limitarsi alla domanda: ma ci si può innamorare a 48 anni? Perché se la risposta è sicuramente sì, bisognerebbe arrivare a capire perché mi sono innamorato di un’altra donna? Che cosa non funziona più o non ha mai funzionato nel mio rapporto di coppia? Che cosa rimane, può essere salvato o non ha più senso salvare in quel rapporto? quali sono i miei bisogni profondi ? su quali basi si poggia questo nuovo amore? …. Fino a trovare le risposte in grado di indicargli la strada da imboccare . Perché se 48 anni le sembrano tanti da farla meravigliare di provare ancora emozioni e sentimenti così intensi, le assicuro che davanti a lei ci sono possibilità imperscrutabili che sta a lei decidere di esaminare e cogliere. Se da questa riflessione sentisse il bisogno di un aiuto per elaborare vissuti e possibilità, mi può cercare al numero di cellulare 328-5722752. Cordiali saluti 

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaMonica Mazzini

Psicologa, Psicoterapeuta - Brescia

  • Supporto Psicologico Online
  • Disturbi d'ansia
  • Depressione
  • Attacchi di Panico
  • Disturbi dell'autostima
  • Sostegno genitoriale relativamente all' educazione e al rapporto con i figli
  • Consulenza e sostegno psicologico
  • Affettivita', difficoltà relazionali e familiari
  • Sostegno per traumi psicologici
  • Sostegno alla separazione, e all'elaborazione del "lutto" del distacco
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Problemi di coppia
visita sito web