Voglio smettere di prendere daparax

Salve a tutti Mi chiamo Anna e ho 24 anni. Sono 3 anni che assumo Daparox in gocce (10 al dì). Avevo iniziato a scalare (sotto consulto del mio analista) il dosaggio da 10 a 5 gocce. Ma quasi 4 mesi fa ho perso la mia mamma, e d'allora ho ricominciato a prenderne 10. Quando le prendo, percepisco una profonda voglia di smettere. A volte le prendo nel pomeriggio, perché mi dimentico o sono troppo occupata. E' difficile. Molto. Troppo. Insostenibile. Il dolore è pur sempre dolore, ed ha bisogno del suo tempo. Forse sembrerò forte e piena di umorismo, forse è il daparox che calma la mia paura e mi fa riscoprire forte, o forse sottovaluto la mia forza interiore. E' un pensiero fisso: voglio smettere di prendere daparax! Ma poi penso: “E se ritorna l'ansia e il panico? Ce la farò?“ Sinceramente, non lo so. Questa è la mia domanda per voi: Si può smettere di assumere uno psicofarmaco anche se si assume da anni? Questo tipo di farmaco (Daparox) è cardiotossico?

Gentile signora Anna, capisco bene la sua volontà di sospendere il farmaco. Nella sua e-mail non specifica se è seguita in psicoterapia. Se così fosse ne parli con il suo terapeuta, altrimenti le consiglio di abbinare al farmaco un percorso di psicoterapia che la aiuti ad affrontare le sue difficoltà, ad elaborare il grande dolore della perdita di una madre in così giovane età e grazie al quale, magari col tempo e in base all’importanza del suo disturbo di panico, potrà sospenderne l’assunzione. Non è assolutamente utile che lei gestisca il dosaggio farmacologico senza consultarsi con il medico che glielo ha prescritto.

Cordiali saluti

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Udine - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web