Rapporto difficoltoso con il cibo

Non capisco. Penso di non farcela più. Ho un disturbo alimentare? Ho 18 anni compiuti da poco, alta 1.70 e peso 73 chili; ebbene si 73 maledetti chili. Ho sempre avuto un rapporto difficoltoso con il cibo, sono sempre stata una persona golosa. Ricordo che alle medie mi sono innamorata, ma a quanto pare non si voleva fidanzare con me in quanto non ero abbastanza magra. Fin da piccola, mi hanno sempre fatto notare che ero troppo robusta, grassottella. Ho sempre mangiato tanto, troppo fin da costringere mia madre a nascondermi il cibo. Da più di 1 anno il cibo è la mia fissazione, quando mangio cose non sane, mi sento terribilmente in colpa, tanto da costringermi a vomitare o ad assumere lassativi. I miei giorni sono fatti da mangiare poco, il meno indispensabile-a cedere ad un gelato, e allora abbuffarsi per poi vomitare. Pesavo 81 chili, ne persi 13 ma poi ne ripresi 5. Il fatto è che a me non capita spesso, non due volte a settimana. Ci sono periodi in cui riesco a dominare la fame e a mangiare pochissimo/niente e periodi in cui non ci riesco e allora mi sento maledettamente in colpa e a volte arrivare a vomitare. Mi sono rivolta ad una psicologa e ad uno neuropsichiatra dell'ASL, ma non mi trovavo bene e gli appuntamenti andavano di mese e mezzo in mese e mezzo, perciò mi sentivo trascurata. Purtroppo non posso permettermi delle sedute private, perciò mi sento in trappola. Penso che sarei disposta a risolvere questa paura, ma ho maledettamente paura di ingrassare e voglio arrivare al mio obbiettivo. Con questo corpo mi vergogno, troppo, e non riesco a seguire una dieta equilibrata, è più forte di me. Mi scuso veramente tanto per il poema..

Salve, Il suo bisogno comprensibile di condividere i suoi vissuti è pienamente legittimo. La sua età e le sue riflessioni fanno capire quanto lei stia riflettendo sul da farsi. Ha fatto benissimo a rivolgersi al sistema sanitario nazionale allo stesso modo è comprensibile che lei ora senta il bisogno di essere seguita con una cadenza di incontri più ravvicinata. Non so darle indicazioni su Pisa e essendo io di La Spezia e lavorando qui.A la spezia vi è un po liberatorio nel quale lavoro che fa tariffe agevolate ma temo dovendo lei comunque sostenere le spese di viaggio non sia una strada praticabile se vuole vi è un altra strada e cioè le sedute via Skype che hanno ovviamente costi molto più contenuti, se è interessato mi contatti.

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web