Dott. Daniele Morelli

leggi (10)

Dott. Daniele Morelli

psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista

informazioni di contatto

Via Giuseppe Garibaldi, 69 - 47921 Rimini (RN)

Tel: 32747... [VEDI TUTTO]

Via Gagarin, 191 - 61122 Pesaro (PU)

Tel: 32747... [VEDI TUTTO]

Via Fratelli Bandiera, 17 - 61032 Fano (PU)

Tel: 32747... [VEDI TUTTO]

recensioni dei pazienti

Nuccia 21/05/2020 paziente verificato

Ho avuto modo di conoscere il Dr. Morelli ed è stato un valido aiuto alla soluzione dei miei problemi ansiogeni.

Maria 21/05/2020 paziente verificato

Consiglio di rivolgersi al dottor Morelli, che si è rivelato molto preparato ma soprattutto capace di grande ascolto della sofferenza di chi ha davanti. Lo ringrazierò sempre per come ha saputo aiutarmi.

Annalisa 28/01/2020 paziente verificato

Professionista accogliente, serio e competente. Dott.ssa Raimondi, psicoanalista

presentazione

Sono uno psicologo clinico e ho una formazione psicoanalitica. Ho numerosi anni di esperienza nel sostegno psicologico di adolescenti con forte disagio familiare. Ho maturato anche esperienza nell’intervento clinico sui disturbi psichiatrici in pazienti adulti all’interno dei servizi psichiatrici territoriali dell’ASUR Marche.

Nel corso degli anni sono stato autore di svariate pubblicazioni di atti di convegni sul territorio nazionale, specialmente nell’ambito della ricerca in psicologia clinica e dei fenomeni psicopatologici. Attualmente svolgo ricerche sulla vulnerabilità schizofrenicanell’ambito del Centro di Ricerca, Formazione e Intervento in Psicologia Clinica (CERPSIC) dell’Università degli Studi di Urbino.

La costante attività di ricerca empirica mi permette di essere sempre aggiornato sulle svariate forme di sofferenza psicologica e sulle migliori tecniche di intervento da adottare.

Il mio metodo di lavoro e le mie esperienze professionali mi permettono di intervenire sul disagio psicologico e sui disturbi mentali, e di agire in maniera specifica sull’adulto e sull’adolescente, e sulla coppia.

Il mio approccio

Il mio metodo di lavoro si basa sulla psicoanalisi e, dunque, sul principio per cui la nostra coscienza è solo la punta di un iceberg ed il cambiamento comporta modificazioni profonde (ossia inconsce) del funzionamento psicologico. 

In linea generale gli obiettivi principali che perseguo assieme ai miei pazienti sono di vario tipo:

  • esplorare in profondità le fantasie, gli impulsi, i desideri, le angosce, le emozioni e favorire un punto di vista più accettante di sè stessi (rispetto alla propria "persona", alle proprie contraddizioni)
  • facilitare un contatto più autentico con le parti più profonde, inconsce e conflittuali di sé; sviluppare un contatto più complesso e psicologicamente creativo con se stessi  
  • sviluppare una visione più sfaccettata ed equilibrata delle relazioni con gli altri e del proprio mondo interpersonale
  • risolvere le situazioni critiche rispetto all'autostima ed esplorare modalità più empatiche di contatto con l'altro (più ampie rispetto ai propri orizzonti individuali)
  • costruire nuovi significati, nuovi modi di percepirsi rispetto al mondo, modi alternativi di essere rispetto a sé stessi e gli altri

Nel mio metodo di lavoro, ciascuno di questi obbiettivi dipende decisivamente dalla relazione che stabilisco con i miei pazienti. E' per me fondamentale favorire un rapporto di comprensione empatica, una relazione non giudicante con i miei pazienti. Non esistono visioni assolute di sè e del mondo. Esistono piuttosto punti di vista, significati personali attraverso i quali viviamo la nostra realtà.

Queste le caratteristiche essenziali del mio modo di lavorare attraverso il metodo psicoanalitico.

Qui di seguito troverete alcune domande e risposte su particolari concetti psicoanalitici chiave che, se volete, potete consultare per chiarire alcuni punti su cui è bene fugare ogni dubbio:

1. La psicoanalisi esplora esclusivamente il proprio passato? 

No. Il focus sul passato è parte necessaria della psicoanalisi ma non sufficiente. Fondamentale è l'esplorazione psicologica del presente, "qui ed ora"

2. La psicoanalisi consiste in tre o quattro sedute settimanali?

Tale questione è molto dibattuta nel mondo scientifico e non esiste una risposta certa. Nel mio metodo di lavoro mi concentro sopratutto sull'esplorazione dei pensieri, dei sentimenti e delle azioni della persona, ricercando gli schemi e i significati emotivi di questi schemi. La frequenza delle sedute può variare da una a più sedute a settimana. Non conta tanto questo aspetto per me. Ciò che conta è la ricerca degli schemi e dei loro significati affettivi per i miei pazienti.

3. Gli psicoanalisti stanno sempre in silenzio quando lavorano con i pazienti?

No. L’epoca dell’analista silenzioso è ormai tramontata. Gli analisti sono esseri umani proprio come le persone con cui lavorano.

4. In psicoanalisi è obbligatorio per i pazienti distendersi sul lettino?

Assolutamente no. Contrariamente a certi luoghi comuni, nella psicoanalisi contemporanea l’uso del lettino non è più considerato una necessità. Ciò che è veramente necessario è altro: l'ascolto dei pazienti e dei loro vissuti affettivi. 

5. E' vero che il trattamento psicoanalitico non ha mai ottenuto prove oggettive di efficacia?

No. Da anni è stato dimostrato che la psicoanalisi è efficace nel trattamento del disagio psicologico e della psicopatologia. E' stato anche dimostrato che i trattamenti psicoanalitici a lungo termine, più di altre metodologie di intervento, incidono in profondità sulla personalità dei pazienti e assicurano risultati più duraturi.

 

aree di competenza

  • Psicoterapia ad indirizzo psicoanalitico
  • Attacchi di Panico
  • Depressione
  • Problemi di coppia
  • Disturbi alimentari
  • Ansia
  • Disturbi psicosomatici
  • Disturbo ossessivo compulsivo

“L’analizzando non è soltanto la mosca intrappolata nella ragnatela ma anche il ragno che ha progettato la ragnatela!. Stephen Mitchell”

Formazione professionale

  • Da Dicembre 2014 ad oggi Specializzazione in Psicoterapia ad orientamento psicoanalitico -- SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA SIPRE (SOCIETÀ ITALIANA DI PSICOANALISI DELLA RELAZIONE), SEDE DI ROMA.

 

  • Dal 29/03/2014 al 25/10/2014 XIV Corso residenziale di formazione in Psicopatologia Fenomenologica “I fenomenologi la teoria e la clinica:organizzatori di senso e pratica quotidiana” -- SOCIETÀ ITALIANA PER LA PSICOPATOLOGIA FENOMENOLOGICA (FIRENZE).

 

  • Dal 02/09/2013 al 07/09/2013 Scuola Estiva AIP di metodologia “Modello lineare misto e sue applicazioni a misure ripetute, modelli gerarchici, e studio del cambiamento” -- ASSOCIAZIONE ITALIANA  DI PSICOLOGIA, CENTRO RESIDENZIALE UNIVERSITARIO DI BERTINORO (FO), UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA.

 

  • Dal 09/03/2013 al 10/03/2013 Corso di formazione all’uso dell’ “A.I.M.I.T., Analisi delle Motivazioni Interpersonali nei Trascritti” -- ASSOCIAZIONE LABORATORIO DI PSICOLOGIA APPLICATA, URBINO.

 

  • 12/09/2012 Laurea Magistrale in “Psicologia Clinica” (LM-51) Tesi di laurea “Nulla appare invano. Soluzioni fenomenologiche al problema della coscienza” Relatore: Prof. Egidio Aniello Bove; Votazione 110/110 cum laude -- UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO “CARLO BO”, FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE.

 

  • 2011 Corso di Aggiornamento Professionale: “La valutazione dei meccanismi di difesa: Training per l’uso della Defense Mechanism Rating Scale  DMRS) e della sua versione Q-Sort (DMQ-SORT)” -- UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO “CARLO BO”,  FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE.

 

Esperienze lavorative

  • Libero professionista in qualità di Psicologo clinico a orientamento psicoanalitico

 

  • Da Maggio 2016 a Luglio 2019 psicologo, psicoterapeuta specializzando presso il Centro di Salute Mentale di Pesaro (tirocinio formativo).

 

  • Da Settembre 2016 psicologo clinico esperto in psicoanalisi presso lo Studio "Alypìa" di Pesaro (Studio di Psicologia e Psicoterapia per l'adulto, la famiglia e la coppia).

 

  • Da Maggio 2015 a Settembre 2015 psicologo, psicoterapeuta specializzando presso il Centro di Salute Mentale di Ancona Centro (tirocinio formativo).

 

  • Da Gennaio 2014 a Gennaio 2018 cultore di materia per la cattedra di "Psicologia Clinica I" dell'Università degli Studi di Urbino.

 

  • Da Gennaio 2014 a Gennaio 2018 collaboratore di ricerca presso il Centro di Ricerca, Formazione e Intervento in Psicologia Clinica (CERPSIC), Dipartimento di Scienze Umane, Università degli Studi di Urbino.

 

 

 

 

Partecipazioni

PUBBLICAZIONI

  • Morelli, D., (2017). La rivoluzione relazionale in psicoanalisi: il concetto di soggettività come
    fondamento teorico, epistemologico e metodologico della psicoanalisi contemporanea. Disponibile
    su http://sipreonline.it/wp-content/uploads/2016/11/Morelli_Psicoanalisi-relazionale_La-rivoluzionerelazionale-
    in-psicoanalisi.pdf

ATTI E ABSTRACT DI CONGRESSI

  • Belperio, T., Morelli, D., Branca, R., Mencarelli, L., & Santilli, C. (2017). Dalla Riabilitazione di
    mantenimento, alla Riabilitazione orientata al recovery: l'esperienza della SRR di Pesaro. [Abstract]
    In V Congresso WAPR, Università di Bologna, Dipartimento di Psicologia, Cesena, 9-10 Giugno.

 

  • Epifani A., Bove, E.A., Morelli D. (2014). Consapevolezza implicita del corpo e sintomi di base in
    soggetti schizotipici identificati psicometricamente. [Abstract] In XVI Congresso NazionaleAIP–
    Sezione di Psicologia Clinica eDinamica. Pisa, 19–21 Settembre.

 

  • Morelli, D., Bove, E.A. (2013). (Dubbi di) coscienza. Dilemmi epistemologici, ipotesi esplicative,
    soluzionimetodologiche. XVI Congresso Nazionale AIP–Sezione di Psicologia Clinica e Dinamica.
    Napoli, 27-29Settembre.

 

  • Pollani, G. M., Morelli, D., Mauro, P., Rossi Monti, M. (2012). Teoria e pratica della mentalizzazione
    in psicoterapia. Risultati di una ricerca col metodo CQR sulla prospettiva di alcuni esperti italiani.
    [Abstract] In XX Congresso Nazionale AIP – Sezione di Psicologia Clinica e Dinamica. Chieti, 20-23
    Settembre.

 

  • Colli A., Gentile D., Condino V., Marra G., Montali E., Morelli D., Nazzaro M.P., Lingiardi V. (2012)
    L'analisi delle serie temporali nella valutazione dell'esito e del processo terapeutico di una
    psicoterapia dinamica di una paziente borderline: il caso di Emma. [Abstract] In IX Congresso
    nazionale sulla ricerca in Psicoterapia - Sezione italiana della Society for Psychotherapy Research.
    Salerno. 14-16 Settembre.

 

  • Pollani, G. M., Rossi Monti, M., Morelli, D. (2011). La Mentalizzazione. La pro-spettiva teorico-clinica
    dei ricercatori/clinici italiani sul costrutto.[Abstract] In XIII Congresso Nazionale AIP – Sezione di
    Psicologia Clinica e Dinamica. Catania, 16-18 Settembre.

PRESENTAZIONI A CONGRESSI

  • POSTER - Dalla Riabilitazione di mantenimento, alla Riabilitazione orientata al recovery: l'esperienza
    della SRR di Pesaro. Cesena, 10/06/2017: V Congresso WAPR.

 

  • POSTER – Consapevolezza implicita del corpo e sintomi di base in soggetti schizotipici identificati
    psicometricamente. Pisa, 20/09/2014: AIP, sezione Clinica e Dinamica, XVI Congresso Nazionale.

 

  • SIMPOSIO – (Dubbi di) coscienza. Dilemmi epistemologici, ipotesi esplicative, soluzioni
    metodologiche. Napoli, 28/09/2013: XV Congresso Nazionale AIP della sezione di Psicologia Clinica
    e Dinamica.

costo servizi

Descrizione servizio Prezzo
Consulenza psicologica online Da € 70.00
Consulenza psicologica individuale Da € 70.00
Consulenza psicologica di coppia Da € 85.00
Consulenza psicologica famigliare Da € 85.00
Psicoterapia individuale Da € 70.00
Psicoterapia di coppia Da € 85.00
Psicoterapia dell'adolescente Da € 70.00
Psicoterapia della coppia genitoriale Da € 70.00
Psicoanalisi Da € 70.00
Iscritto all'Ordine degli Psicologi delle Marche con matricola n° 2560

Hai avuto un appuntamento con il Dott. Daniele Morelli?

Scrivi una recensione e parlaci della tua esperienza!

lascia una recensione