Non capisco se sono Bisessuale

Salve, sono una ragazza di 18 anni con una domanda che mi perseguita dai miei 14 anni.

Sono Lesbica? Bisessuale?
ps: non ho mai avuto esperienze ne con gli uomini ne con le donne.

Fin da piccola trovavo molto interesse nel guardare pubblicità intime femminili, tuttora anche se a volte penso, magari ero troppo piccola, sono cose che tutti i bambini fanno.

Ho avuto cotte per ragazzi, ma all’età dei miei 14, in prima superiore c’era questa ragazza molto bella (per me), ne parlai con una mia amica anche, dopo un po’ mi passò e sinceramente non diedi peso alla cosa ma ricapitò, vidi un’altra ragazza e mi bloccai, era bellissima ora non so magari avrei voluto solo essere come lei o magari mi piaceva.

Diciamo che da lì mi chiesi e se fossi bisessuale? mi cadde il mondo addosso pensai di non essere normale, piansi e a volte dicevo “fa che sia etero per favore Dio” come se mi definissi un mostro mi pento di ciò, sono la prima a difendere qualcuno se preso in giro per il suo orientamento non è giusto, credo fosse solo paura.

A volte mi prende un’emozione assurda a pensare alle ragazze, vorrei baciarle vorrei averne una, i film mentali me li faccio con le ragazze, anche pensando cose spinte e mi eccito.

Se penso al corpo maschile dico ok bello ma preferisco le donne.

A volte penso di voler un ragazzo solo perché sono cresciuta così, come se fosse questo il “normale”

Dico sempre a me stessa: Dai si vede che ti piacciono le donne per un periodo poi mi passa, non che non le pensi però dimeno.

Non mi definisco Etero non riesco perché so che infondo non lo sono.

In più mi attirano solo ragazze mascoline quindi mi chiedo mi piacciono i ragazzi e vorrei che fossero come le ragazze (più fini, se si può dire così?) o magari mi piacciono davvero le ragazze ed è solo un gusto personale.

Buongiorno Anna, 

Le rispondo per quella che è la mia esperienza professionale, per cui ho a che fare quotidianamente con adolescenti e con tematiche legate a questa fase delicata della vita. È abbastanza frequente che ragazzi e ragazze si trovino ad avere dei dubbi sulla propria identità di genere e sull'orientamento sessuale e questa questione richiede spesso del tempo. È un percorso che di frequente, al suo termine, consente di dare risposta alle molte domande e dubbi come i suoi.

Senz'altro è fondamentale dare ascolto a sé stessi per affrontare questi momenti di difficoltà e il sostegno di un professionista della salute psicologica potrebbe essere un valido aiuto in questo momento delicato. 

domande e risposte articoli pubblicati
AREA PROMO

Dott.ssaAntonella Lauretano

Psicologa, Psicoterapeuta - Siena - Grosseto

  • Disturbi psicosomatici
  • Terapia familiare
  • Psicoterapia di coppia
  • Psicoterapia sitemica-relazionale
  • Disturbi d'ansia
  • Psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza
visita sito web