Professore Diego Guarneri

Professore Diego Guarneri

psicologo, psicodiagnosta, mediatore familiare

Mi rendo conto che non riesco a comunicare pienamente e non mi sento molto normale per questo

Buonasera, fin dall'asilo non comunicavo, non stringevo amicizie ero sempre sola a giocare e litigavo con i bambini, questo mio comportamento è durato fino alle elementari. Alle medie ero presa in giro da quasi tutta la scuola, il solito bullismo a volte anche pesante, 3 anni orribili che mi hanno portato a sviluppare nel tempo attacchi di panico e ansia, talvolta talmente forti da svenire in occasioni come il primo giorno di scuola. Negli ultimi 2 anni sono svenuta durante rapporti sessuali, non ogni volta, sarà succeso un paio di volte, mi prendeva il panico, ma dal nulla. Col tempo sono riuscita ad eliminarli quasi completamente, cercando di controllarmi a parte quando ho troppa gente intorno, non riesco a starci e mi allontano. Oppure nei lavori di gruppo a scuola, non riesco a dividere le cose da fare, vorrei fare sempre tutto io a modo mio e mi arrabbio tantissimo perchè non posso, quasi da piangere. Ora ho 19 anni e sono riuscita a farmi degli amici, ogni tanto esco la sera con loro, ma molte volte mi rendo conto che sono inopportuna, non so bene come spiegarlo, è come quando fai una battuta e non ride nessuno. Quando incontro persone nuove non riesco a comunicare, mi agito, vado nel panico e non spiaccico parola.. è molto imbarazzante. In realtà mi trovo bene da sola, mi piace immaginare le cose e pensarci per tanto tempo, forse perchè ormai mi sono abituata ma mi rendo conto che non riesco a comunicare pienamente e non mi sento molto normale per questo. Ho paura di avere difficoltà nel lavoro in futuro e vorrei proprio capire perchè sono così.. Com'è possibile? Non lo sono diventata, fin da quando mi ricordo sono così. Vorrei solo capire il perchè

Cara Angela,

 

Ciò che racconti della tua vita fa parte dei vissuti di molte ragazze, anche se non lo dichiarano apertamente come fai tu, con grande capacità di auto-analisi interiore, e questo ti rende onore!

I tuoi vissuti di disagio si riflettono su quello che sei e che vorresti diventare, compromettendo a priori le tue relazioni/rapporti presenti e futuri . Cercare le ragioni di questo stato di cose è un primo passo, ma superarlo è il passo più importante e fondamentale. Infatti conoscere il perchè non basta a superare il problema ed evitare che esso si riproponga o, col tempo, peggiori. 

Il mio consiglio è farsi supportare in questo passaggio fondamentale della tua vita da uno psicologo professionista competente.

Un grande Abbraccio

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Udine - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web