Cerebropatia Infantile

Salve,sono un educatore,a breve mi sará affidato un incarico che prevede la mia l'assistenza,all'interno della scuola, ad un adolescente affetto da cerebropatia congenita di natura genetica. Questa é la mia prima esperienza,le mie conoscenze al riguardo e le mie esperienze sono pari a zero,non so come muovermi,le strategie da adottare e gli obietti a cui posso ambire,sto cercando di informarmi,ma é difficile,la quantitá delle informazioni e non qualitá mi confondono.Vi chiedo un parere al riguardo perché mi sento completamente impreparata.

Gentile Filomena il consiglio che mi sento di darle è quello di conoscere il ragazzo che ha davanti prima di improntare qualsiasi intervento. È senza dubbio un bene informarsi sulla patologia ma questa non ci dice nulla sui punti forza che ciascuno di noi ha. Si approcci al ragazzo con l'intento di conoscere prima lui piuttosto che la sua malattia e costruisca un programma personalizzato su di lui come individuo, non sulla malattia di cui è portatore. Scoprirà le sue doti di educatrice che si sveleranno a lei in maniera quasi naturale al di la degli schemi precostituiti. Cosi facendo le sue ricerche teoriche saranno più puntuali e mirate e i suoi interventi approfonditi e calati sulla singola realtà. Creda nella sua modificabilità e si modifichi in base alla persona che conoscerà. A disposizione

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web