Dott.ssa Eleonora Imperatori

Dott.ssa Eleonora Imperatori

psicologo e psicoterapeuta psicodinamica

Siamo molto preoccupati per alcuni episodi di aggressività di nostro figlio

Salve, Mio figlio ha quasi 15 anni, io e mia moglie siamo molto preoccupati per lui per alcuni episodi di aggressività che si stanno presentando con notevole frequenza. Tutto parte dai videogiochi, il ragazzo non riesce a gestire le sconfitte a tal punto che, accecato dalla rabbia, non riuscendo a controllare la sua emozione, danneggia quello che ha davanti. (ha giá rotto la sua piccola TV ) Sorvolo sui danni economici che negli ultimi mesi ha provocato alla casa oltre che il nostro chock nell'assistere a questi episodi che innescano un escalation in famiglia difficile da spiegare a parole ma, penso, ben comprensibile nello stato d'animo. Abbiamo sequestrato ora la console ma questi scatti d'Ira ora ci sono anche se la squadra del cuore perde la partita. Siamo veramente confusi e preoccupati, le abbiamo provate tutte e non sappiamo come muoverci; Anche il rendimento scolastico va male. Per fornire ulteriori dati ha una sorella di quasi 18 anni. Io e mia moglie lavoriamo e siamo una coppia molto unita.

Salve Sig. Maurizio,

come lei ha ben sottolineato il problema (apparente) sta nella gestione dell'emozione della rabbia che viene scaricata in maniera immediata attraverso l'aggressività. Suo figlio ha 15 anni e questa è una fase della vita molto delicata, è entrato appieno nella fase adolesceziale e forse sta riscontrando qualche difficoltà che lo porta a uno stato di agitazione. Ovviamente la rabbia manifesta uno stato di malessere interiore che il ragazzo riesce ad esprimere solo attraverso questa emozione senza avere la possibilità e la capacità di elaborazione. L'aggressività  potrebbe essere definita un sintomo che altro non fa che manifestare un disagio, è un campanello di allarme e una richiesta di aiuto che il ragazzo indirettamente sta chiedendo.

Non è possibile con così poche informazione comprendere le motivazione che inducono suo figlio ad avere questo tipo di reazioni difronte alla frustrazione; per avere un quadro chiaro ed esaustivo per poi poter affrontare la problematica e permettere a suo figlio di condurre una vita più serena ed equilibrata è opportuno e necessario fare qualche colloqui con lui così da poter individuare la causa e affrontarla nel miglior modo possibile. 

Per qualsiasi altro chiarimento resto a sua disposizione.

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web