Come amare un uomo con due donne?

Sono una donna con figli e sposata da 20 anni legata ad un marito con intelligenza emotiva pari allo zero e dal quale sono "vincolata" a causa di problemi economici dovuti al fallimento di una azienda di cui eravamo soci. Da 8 anni ho una relazione con uomo che amo molto. Questo uomo era un prete, da 3 anni non lo è più. Ho scoperto 3 anni fa che in realtà aveva molte donne a mia insaputa, ma ormai mi ero gia innamorata; gli sono stata molto vicina in un periodo difficile per la sua vita e così si è innamorato anche lui. Mi sono accorta che continua a frequentare un'altra donna, visto che non è sua intenzione convivere continuiamo a frequentarci per come si può, ultimamente entrando anche molto in intimità affettiva, mi sembra preso da me, a modo suo come dice lui. Ho imparato ad accettare la presenza di un 'altra donna, vista la mia situazione di donna sposata e la sua di uomo libero. Ma questo mi fa male, soprattutto se mi accorgo della presenza dell'altra. Lui dice che se mi sapesse nelle braccia di un altro si ecciterebbe, anche di più se gli raccontassi di un rapporto sessuale, e dovrebbe essere lo stesso per me. A lui non da fastidio solo perché mi sa innamorata di lui, mi dice, e che sono importante. Non riesco a venire fuori da questa situazione. Lo amo, lo sento innamorato, non voglio lasciarlo e non voglio un"altra donna. Lui non ammette costrizioni, altrimenti sono discussioni a non finire che io...non posso permettermi. Ho bisogno di un consiglio. Grazie
Martina

Buongiorno signora, sono il dott. Fabrizio Capra di Padova,

ho letto il suo messaggio e desidero riportarle il mio pensiero.

L'uomo di cui è innamorata le propone un tipo di rapporto che non contempla l'esclusività. E questo sin dall'inizio del rapporto. Infatti, all'inizio del vostro rapporto aveva un legame che per un religioso equivale ad un matrimonio. inoltre la presenza di altre relazioni era sintomo della condizione di incertezza vissuta da quest'uomo riguardo a chi desidera legarsi. Scelta che non ha ancora compiuto. Tutto ciò non gli impedisce un sincero trasporto affettivo costitutivo della personalità di quest'uomo. Ma questo sincero trasporto affettivo non gli impedisce di vivere relazioni di carattere esclusivamente sessuale. Probabilmente in questo modo esprime la sua incertezza nel prendere una decisione in merito ad un rapporto esclusivo.

Per quanto la riguarda, signora, anche lei vive un'ambiguità, da una parte desidera una persona che le sia emotivamente vicina, a differenza del marito, e in questo la relazione in essere con quest'uomo viene incontro alla sua richiesta, ma d'altro lato subisce la situazione in quanto non trova alternativa ad una relazione nella quale in realtà non si sente davvero desiderata dato che viene a mancare il carattere del'esclusività del rapporto di coppia.

In conclusione si trova di fronte ad una scelta che comporta una rinuncia sia che compia la scelta di rimanere nella relazione o che decida di interromperla. E qui la sua indecisione. A cosa rinuncio?

Se desidera confrontarsi con me in forma libera e gratuita le indico il mio riferimento skype: fabriziocapra66.

Con i migliori auguri.

Dott. Fabrizio Capra

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web