Dott.ssa Federica Serafini

Dott.ssa Federica Serafini

psicologo, psicoterapeuta, ipnologo clinico

Il mio compagno è assente da un po'

Buon pomeriggio a tutti voi, gentili Dottori.
Forse il mio quesito psicologico vi sembrerà stupido ma sto cercando in tutti i modi possibili di dare una risposta esaustiva al mio dilemma. Da 7 mesi ho una relazione con un uomo che conosco da più di un anno e mezzo. Lui è molto passionale, istintivo, testardo, molto simile a me per certi aspetti, e ogni giorno ogni secondo mi ha detto di amarmi (dimostrandomelo). Purtroppo ci vediamo poco per questioni lavorative di entrambi. Io ho passato tre mesi e mezzo (da giugno a settembre) fuori casa per lavoro e tra litigi, messaggi di fine storia abbiamo resistito poiché lui mi diceva sempre "non è il nostro momento migliore ma lo supereremo con l'amore", tranquillizzandomi, nonostante da luglio lui avesse cambiato lavoro e stesse attraversando un "periodo infernale". Da quando sono tornata, dopo una vacanza di 7 giorni con un'amica, sembra diverso, più freddo, non mi chiama amore...insomma è cambiato qualcosa marcatamente. Nonostante ne avessimo già parlato durante la mia assenza che è ahimé pesata, lui dice che deve riacquistare tranquillità sul lavoro ma che l'amore non c'entra nulla perché per disamorarsi di me probabilmente gli ci vorranno anni. So che le parole se le porta via il vento, ma cosa dovrei fare? Ogni volta che ci vediamo scatta la passione e non riusciamo a parlare seriamente perché lui, dopo avermi detto che si prende le sue responsabilità della sua assenza e che io non c'entro nulla, mi dice che mi ama e poi stiamo insieme per un tot di tempo che ci resta. Tempo fa, quando io sono stata fredda con lui per qualche giorno, mi diceva che qualsiasi cosa fosse successa, lui mi avrebbe amato in ogni caso, non mi ha mai abbandonato. E vorrei fare lo stesso ora io con lui, ma non si fa sentire né la mattina presto né prima di addormentarsi, ci vediamo solo in palestra ma per lui sembra la normalità, cioè sembra che gli stia bene così. Non so più cos'altro fare. Mi sembra di impazzire.

Salve Sara, il suo quesito non è sciocco ma credo proprio che nessuno di noi potrà risponderle visto che noi non siamo il suo compagno e non possiamo leggere nella mente di nessuno... 

Mi sembra opportuno che nonostante tutte le difficoltà ad incontrarsi sarebbe il caso che teneste a bada la passione per dare spazio alla comunicazione! Insomma Sara chieda lui ció che chiede a noi, e sulla base delle vostre perplessità, dei vostri progetti, dell'amore e degli errori fatti, prendete una decisione per il bene della coppia!

Le faccio un gran in bocca al lupo! 

domande e risposte articoli pubblicati
AREA PROMO

Dott.ssaMonica Mazzini

Psicologa, Psicoterapeuta - Brescia

  • Supporto Psicologico Online
  • Disturbi d'ansia
  • Depressione
  • Attacchi di Panico
  • Disturbi dell'autostima
  • Sostegno genitoriale relativamente all' educazione e al rapporto con i figli
  • Consulenza e sostegno psicologico
  • Affettivita', difficoltà relazionali e familiari
  • Sostegno per traumi psicologici
  • Sostegno alla separazione, e all'elaborazione del "lutto" del distacco
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Problemi di coppia
visita sito web