Dott. Federico Mariotti

Dott. Federico Mariotti

Psicologo, Psicoterapeuta

Mi abbuffo, ma senza conseguenze come il vomito. È bulimia?

Nel corso degli ultimi anni ho cambiato spesso alimentazione. Ad oggi cerco di mangiare il più sano possibile durante la settimana, ma quando arrivano il sabato e la domenica mi abbuffo (non proprio tutti i weekend, solo gran parte).

Queste mie abbuffate non sono seguite nè da vomito, nè da digiuno, bensì da giorni di dieta rigidissima. La mancanza di conseguenze come quella del vomito mi fa dedurre che non sia bulimia (credo), mi chiedo allora cosa possa essere?


Spero che possiate rispondermi.
Grazie in anticipo.

Buongiorno Erica,

Credo che più che dare etichette (bulimia, anoressia, ecc.), sia importante comprendere il motivo ed il significato del suo comportamento alimentare. Dalle poche righe che lei ha scritto sembra quasi che non si perdoni il fatto di eccedere col cibo, e per questo motivo i giorni successivi si impone una rigida dieta, forse anche come punizione per aver esagerato col cibo. Questa ovviamente è un'ipotesi, ma bisognerebbe entrare nel dettaglio del suo comportamento alimentare e delle emozioni che lo accompagnano. Inoltre sarebbe da comprendere cosa lei intende per abbuffata e per dieta rigida, le quali magari potrebbero risultare assolutamente normali e non associabili ad un disturbo alimentare vero e proprio.

Rimango a disposizione

Cordiali saluti

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaMonica Mazzini

Psicologa, Psicoterapeuta - Brescia

  • Supporto Psicologico Online
  • Disturbi d'ansia
  • Depressione
  • Attacchi di Panico
  • Disturbi dell'autostima
  • Sostegno genitoriale relativamente all' educazione e al rapporto con i figli
  • Consulenza e sostegno psicologico
  • Affettivita', difficoltà relazionali e familiari
  • Sostegno per traumi psicologici
  • Sostegno alla separazione, e all'elaborazione del "lutto" del distacco
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Problemi di coppia
visita sito web