Dott. Federico Mariotti

Dott. Federico Mariotti

Psicologo, Psicoterapeuta

Non so come comportarmi!

Buona sera sono molto confusa, mi chiedo se come madre sto sbagliando tutto.

Mia figlia di 14 anni ha una libertà che io mi sognavo alla sua età; esce il sabato, dorme da amici.

Cerco di darle ciò che la rende felice, o almeno credo; parliamo non di tutto, ma cerco di essere sua amica. Oggi mi ha detto che io sono pazza, che dolore per me, cosa ho fatto per sentirmi dire pazza, atteggiamenti arroganti verso di me, allora penso che ho sbagliato tutto con lei, forse le ho dato troppa libertà?

Buongiorno Maria Grazia,

L'adolescenza è una fase critica della vita per ognuno di noi. Oggi però, a differenza del passato, i metodi educativi genitoriali e di conseguenza il modo di vivere l'adolescenza da parte dei ragazzi si è notevolmente modificato. Questo non significa che sia un bene o un male, è "solo" un cambiamento. Oggi i genitori, a differenza delle generazioni passate, sono molto meno rigidi e tendono a dare maggiore libertà ai propri figli, perciò il fatto che lei veda in sua figlia un'adolescenza molto diversa dalla sua è assolutamente normale.

Un aspetto che vorrei sottolineare è il fatto che i genitori non devono essere amici dei propri figli, perchè questo metterebbe genitori e figli sullo stesso piano, e questo non deve accadere. Con questo non voglio dire che i genitori non debbano essere disponibili e accoglienti, ma semplicemente che mantengano il proprio ruolo di autorità genitoriale che ha il potere di decidere le regole per il proprio figlio

Detto questo, ritengo sia del tutto normale che in adolescenza avvenga una lotta tra genitori e figli, anzi è sano che ci sia uno scontro ed il genitore deve accettare questi confronti, anche accesi, purchè non superino certi limiti. Nel momento in cui i ragazzi esagerano credo che il genitore debba far valere la propria autorità e risultare intransigente rispetto ad alcuni comportamenti sopra le righe. La cosa importante è che le regole decise dai genitori siano chiare e vengano sempre fatte rispettare, accettando anche lo scontro con l'adolescente, altrimenti si rischia di perdere il proprio ruolo genitoriale ed il rispetto dei propri figli.

Spero di esserle stato d'aiuto

Cordiali saluti

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web