Mi sento terribilmente solo

Ho quasi 17 anni e faccio la 4° liceo. Mi sento morire, come se avessi sprecato gran parte della mia vita perchè mi sento terribilmente solo, la mia famiglia la vedo poco, mia mamma lavora fino a tardi, e mio padre si è trasferito per lavoro (e quindi lo vedo solo il fine settimana).

Il problema principale sono i miei amici: ho pochissimi amici perchè, tra i tanti problemi, non riesco neanche più a socializzare, e nel mio gruppo, ovviamente formato da solo persone della mia classe, non ci sopportiamo neanche più, io per primo spesso non li tollero, perchè mi sembrano o rimasti bambini o fingono di essere grandi e conoscere il mondo. Negli ultimi tempi sto cercando infatti disperatamente di cambiare gruppo senza grossi risultati, perchè, dopo essere stato nello stesso gruppo per quattro anni, è veramente difficile trovare un altro gruppo. Tutto questo mi porta ad una depressione infinita che mi sta facendo tornare a tre anni fa, quando essendo perennemente solo mi sfogavo sul cibo. Ora sto vedendo tutto in maniera negativa ed anche la mia famiglia se ne sta accorgendo, non riesco neanche più a studiare o fare niente perchè mi sto convincendo dell'idea di non aver nessun scopo, sogno, desiderio da realizzare; passo il pomeriggio a non fare veramente niente, se non deprimermi addosso al mio cane, che mi sembra l'unica “persona“ più vicina che mi rimane. Penso sempre di più di aver bisogno di uno psicologo, ma non saprei come dirlo ai miei genitori e come lui possa aiutarmi.

Buongiorno Nunzio, ti do del tu perché sei giovanissimo. Stai passando un periodo di tipica crisi adolescenziale caratterizzata da enormi potenzialità', ma anche da difficoltà a scoprirle. Se adesso ti senti solo perché non riesci a legare con le tue amicizie, hai però l'opportunità di sfruttare a tua favore questa condizione. A parte lo studio, puoi coltivare qualche tuo hobby o passione che potrebbero darti la possibiita' di eccellere in qualcosa. Se poi si tratta di attività che altri potrebbero condividere e quindi avere occasioni per consolidare vecchi legami o consolidarne di nuovi. Uno psicologo non ti dà consigli ne' ti dice cosa devi fare, ma ti può essere d'aiuto a trovare in te la tua strada e le tue preferenze. Parlane pure con i tuoi, e' anche questo un passo per aprirsi agli altri. Ti faccio tanti auguri e ti mando un cordiale saluto. 

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web