Come faccio a riportare da me mia figlia adolescente?

Mia figlia ha 14 anni e frequenta il Liceo. Dall’estate dopo la terza media sono iniziati i problemi: primo ho scoperto che si era fatta un profilo falso, da ragazzo per giunta, su Instagram, poi ha attraversato la città con una compagna di classe appena conosciuta per andare a comprare del fumo, poi la sigaretta elettronica, le sigarette, bugie una dopo l’altra, parolacce e bestemmie scritte sui social in più la trovo alle tre di notte che si è rialzata per controllare i messaggi o a parlare tranquilla. Le ho trovato dei tagli fatti con la lametta sul braccio, dice perché avevamo litigato. Ma quello che mi preoccupa di più è che non riesco a scambiarci una parola: o sta chiusa in bagno o sta chiusa in camera o ci sono le attività o vuole uscire. L’ho persa. Come faccio a riportarla da me? pensavo fosse un periodo ma è sempre peggio. Sono disperata, ho paura che si metta nei guai.

Domanda posta da Sabina (51 anni)

La mia risposta

Buonasera signora Sabina,

leggendo quanto ha scritto si pone l’urgenza di un trattamento psicoterapeutico e non di un semplice consiglio on Line.

Bisogna capire e approfondire, senza colpevolizzarsi, la storia personale e familiare di sua figlia...prima domanda da porsi: cosa l’ha portata a compiere questi gesti estremi? Da dove nasce questa rabbia con il mondo e probabilmente con se stessa? ( tagliarsi i polsi con lametta ne è un significativo esempio ).

Non si tratta di un “periodo pre-adolescenziale” perché questi comportamenti sono andati al di là di tutto questo. E’ necessario un trattamento psicoterapico in primis per lei che è la mamma, la persona che in questo momento sta chiedendo aiuto per capire e comprendere le difficoltà di sua figlia ed il modo migliore per “riprenderla” da questa fase, capire la rete sociale che ha intorno, cosa

funziona, cosa non ha funzionato, quali sono i fattori da modificare e quelli da migliorare. Una volta data una piccola chiave di lettura ed un supporto bisognerà esortare sua figlia a seguire una psicoterapia attraverso un lavoro di gestione della rabbia e delle emozioni negative che la fanno stare male.

So che non è facile ma è un percorso che deve essere fatto.

Se vuole può contattare me o un mio collega per un appuntamento di primo colloquio ed iniziare questo percorso.

 

Tutti gli Articoli & Risposte