Chiedo aiuto sono una mamma disorientata!

Buongiorno,

ho una figlia di 6 anni e mezzo con un carattere duro e difficile. È figlia unica, frequenta la prima elementare ed è abbastanza brava. Il problema è che da diversi anni ci sta facendo impazzire...Non accetta la nostra autorità, ci risponde male ed è molto sgarbata, a tratti antipatica. È piena di rabbia e spesso sfocia in crisi in cui non vuole essere toccata o sfiorata! Questo soprattutto a seguito di qualche sculacciata data da me o da mio marito, causata dallo sfinimento.

Non so più che fare, ho provato ad essere calma e spiegarle le cose, ma è un muro invalicabile, ci sfida continuamente, non ascolta, ci fa il verso dietro quando parliamo o le diciamo qualcosa.

Inoltre non sopporta quasi nessun vestito, non vuole indossare le mutandine perché le danno fastidio, i pantaloni solo quelli della tuta, non vuole essere pettinata, se le faccio una treccina dopo sua insistente richiesta è capace di innervosirsi se non è venuta come dice lei e sfasciarsela in un impeto d'ira!!!

Non è semplice vivere con lei, ci sembra di camminare continuamente sui gusci d'uovo. Anche quando gioca con le bambole le fa litigare insistentemente tra loro, le fa arrabbiare, le lancia in aria in un attacco di collera!

Con le compagne non ha un grande rapporto, io noto che cerca bambini più piccoli per giocare, e quelle della sua età mi sembrano più mature rispetto a lei. A scuola è brava e si comporta bene, è precisissima e questo la porta a rallentare, ma nel complesso è davvero brava. Ha un'amichetta del cuore, con la quale gioca e litiga spesso.

Ultima cosa: ha un tono di voce altissimo! Lei non parla...grida! Noi costantemente lì a dirle di abbassare il tono e lei non fa una piega. Quando usciamo inoltre è una tortura, non sta mai vicino, scappa, richieste continue ed un continuo:"mi annoio"!

Insomma sono stremata e non ho più risorse e strumenti per affrontarla, è davvero davvero estenuante. Grazie a chi saprà darmi un consiglio. Buona giornata

Gentile Samantha,

leggendo le sue parole emerge chiaramente il suo sfinimento per una situazione complessa e difficile da affrontare; per fronteggiare un simile stress ci vogliono risorse personali che provengono dal proprio bagaglio culturale ed affettivo ma anche strumenti estreni che si possono acquisire e fare propri con l'aiuto della consulenza di un esperto.

Dalla descrizione che fa di sua figlia si evidenzia l'aspetto emotivo del suo comportamento attraverso l'esternazione della rabbia, del disappunto e dell'insoddisfazione; i bambini comunicano attraverso le emozioni e, spesso, il loro comportamento rappresenta la punta di un iceberg che non è facile da comprendere. Anche i bambini hanno un mondo interiore fatto di esperienze vissute sin dalla nascita e delle relazione con i genitori, pertanto, sarebbe utile indagare la vostra storia familiare per poter avere un quadro completo della situazione di cui siete quotidianamente protagonisti. A volte, si innescano dei meccanismi comportamentali o relazionali che portano i genitori a reagire in un modo che sembra logico ma che, tuttavia, non produce il risultato atteso ed è per questo che l'occhio esperto ed esterno di uno psicologo potrebbe aiutarvi a comprendere il disagio della bambina e a trovare le risorse utili per superare questo momento così complesso.

Rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti. Grazie

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web