Perché ci facciamo così male se ci amiamo così tanto?

Ci amiamo molto, non riusciamo a separarci da quando ci conosciamo (circa 10 mesi) non è passato un giorno in cui non siamo stati insieme. Nella nostra storia i forti litigi ci sono stati da subito: lui mi offende pesantemente, dice cattiverie urla follemente. Io subisco dapprima questi atteggiamenti poi lui cerca il chiarimento. Io a quel punto sono passiva, mi chiudo, non rispondo ai suoi tentativi di chiarimento anzi ho un certo atteggiamento di sfida, mi inorgoglisco, non chiedo scusa. I litigi sono troppo frequenti e si svolgono x giornate intere. Messaggi, chiamate incontri di fuoco in cui a volte io sono arrivata anche ad alzare le mani. Questi litigi mostruosi logorano la storia e logorano dentro. Oltre a rendere impossibile avere una giornata che scorre normalmente. Perché ci facciamo così male se ci amiamo così tanto?

Cara Emilia provo a farla riflettere partendo dall'ultima domanda e le chiedo: "Se vi amate così tanto perchè vi fate del male?" E' chiaro che l'amore non è fatto solo di cose belle ed irreali, a volte ci mette anche davanti a difficoltà, a problemi, a scelte, a scoprire lati di noi di cui magari ignoravamo l'esistenza. I problemi e gli scontri ci fanno capire anche quale sia la nostra reazione più giusta; nelle sue parole leggo un'esasperazione e anche se passate la maggior parte del tempo insieme da 10 mesi purtroppo questo non significa che sia qualitativamente buono. Cercate di riflettere su quali sono le motivazioni che fanno scoppiare i litigi e provate ad risolverli in maniera costruttiva cercando concretamente già di mettervi in una posizione di apertura e confronto rispetto all'altro, piuttosto che di scontro e aggressività. 

Un caro saluto. 

domande e risposte articoli pubblicati
AREA PROMO

Dott.ssaAntonella Lauretano

Psicologa, Psicoterapeuta - Siena - Grosseto

  • Disturbi psicosomatici
  • Terapia familiare
  • Psicoterapia di coppia
  • Psicoterapia sitemica-relazionale
  • Disturbi d'ansia
  • Psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza
visita sito web