Basta un nonnulla perchè il mio umore salti completamente, e ogni tanto penso alla morte e alla violenza

Buongiorno, Ho passato i miei primi anni di Università chiusa in camera, con il computer e, quando senza, a fissare il soffito. Non mi sono fatta amici, nemmeno le mie coinquiline. Le mie amiche a casa (sono fuorisede) invece sono laureate e pure al primo anno di master. Sono allora tornata a casa dai miei genitori e i miei fratelli e sorelle, con l'intenzione di trovare lavoro e le cose andavano meglio (avevo anche smesso di pensare alla morte e cose del genere) ma basta un nonnulla perchè il mio umore salti completamente, e ogni tanto, quando salta, invece di pensare alla morte penso alla violenza. Ho confidato una volta a mia madre di aver paura a guidare perchè sento che un giorno potrei girare il volante e schiantarmi contro il muro, e la sua unica risposta è stata “E allora continua a pensarla così“, come se stessi facendo i capricci. Inoltre ho sempre avuto una grande passione per il cucito, ma ora è sparita. In famiglia ne hanno gioito poichè è sempre stata “una grande perdita di tempo“ e ora non posso nemmeno entrare in merceria senza pensare anche io che è “una grande perdita di tempo“. Le loro opinioni mi hanno sempre influenzato, ma solo ora mi ritrovo a nascondere loro i miei interesi - anche solo il mio amore er X-Factor - nella paura che mi rovinino anche quello. Ho paura a dire loro qualsiasi cosa perchè poi lo distorcerebbero. Attendo con gioia le loro vacanze fuori casa, non mi mancano nemmeno. Sono molto egoista. Mi sento spaesata, come se tutto questo non sarebbe dovuto succedere, come se fossi dovuta morire prima ma non è successo e ora non so cosa fare. Vorrei poter parlare con uno psicologo, ma non saprei secondo quale criterio cercarlo e nemmeno se è vera depressione.

Cara Teresa,

ci sono momenti in cui si ha la netta impressione che il dolore emotivo ci accompagnerà per sempre. In realtà, anche le emozioni dolorose passano, nulla è per sempre. Inoltre il futuro è aperto, dipende molto da noi e dal fatto di volere o meno trovare un sentiero nuovo e più adeguato da percorrere.

Ora però lei è molto fragile, si faccia quindi accompagnare in questo percorso, non abbandoni il desiderio legittimo di stare meglio, di trovare un suo equilibrio, di provare anche emozioni positive, di guardarsi con benevolenza...

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaAntonella Lauretano

Psicologa, Psicoterapeuta - Siena - Grosseto

  • Disturbi psicosomatici
  • Terapia familiare
  • Psicoterapia di coppia
  • Psicoterapia sitemica-relazionale
  • Disturbi d'ansia
  • Psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza
visita sito web