Dott.ssa Manuela Cicia

leggi (1)

Dott.ssa Manuela Cicia

Psicologa, Psicoterapeuta

informazioni di contatto

Via Fulvio Renella, 16 - 81100 Caserta (CE)

Tel: 33941... [VEDI TUTTO]

recensioni dei pazienti

Vincenzo 14/02/2021 paziente verificato

Sensibile, empatica e comprensiva, la dottoressa mi ha colpito moto fin dal primo incontro. Mi piace molto il suo approccio e il suo modo di porsi con i paziente.

presentazione

A chi non è capitato di sentirsi triste, ansioso, arrabbiato o insoddisfatto? A volte di fronte a questi vissuti emotivi non riusciamo a fare spallucce e a considerarli come stati transitori ma ne veniamo completamente assorbiti ritenendoli infiniti, ingestibili e intollerabili: finiamo con lo stare male spesso senza riuscire a capirne il perché. La sofferenza psicologica è  spesso aggravata dal fatto di non conoscere assolutamente l'origine del proprio malessere, le cause che lo hanno determinato, la sua natura intrinseca ed i meccanismi che lo mantengono attivo nonostante gli sforzi per eliminarlo. Ci si ritrova nella condizione di non sapere cosa fare per non soffrire più. Diventa quindi centrale, prima di ogni altra cosa, aiutare la persona che ci sta di fronte a dare un senso a ciò che le sta capitando, ad attribuire alla sofferenza che sta provando un giusto nome e un giusto cognome in modo da costuire progressivamente una visione più chiara della reale natura del disagio sperimentato. La comprensione della esistenza di una spiegazione e di una logica del dolore che si sta vivendo è un passo preliminare fondamentale perchè permette alla persona che soffre di iniziare a capire che non è anormale, strana o sull'orlo della pazzia. Affidarsi a - e fidarsi di - un professionista dell'aiuto costituisce un atto di coraggio e di determinazione: si accetta il rischio di saltare nel vuoto pur di cambiare. L'intervento del professionista, quindi, mira prima di tutto ad accompagnare e a rinforzare tale spinta e ad orientarla verso una meta che sia funzionale e calibrata sulla base di esigenze uniche e irripetibili, come unico e irripetibile è ogni essere umano. Ciò può realizzarsi nella maniera migliore soltanto se tra lo psicologo e la persona che richiede il suo intervento si instaura una relazione sana, adeguata e reciproca alla quale entrambi partecipino alla pari: il paziente, in quanto solo ed unico conoscitore del proprio vissuto e lo specialista, in quanto esperto di strumenti teorici e pratici adatti a decodificare e rielaborare tale vissuto.

A chi non è capitato di sentirsi triste, ansioso, arrabbiato o insoddisfatto? A volte di fronte a questi vissuti emotivi non riusciamo a fare spallucce e a considerarli come stati transitori ma ne veniamo completamente assorbiti ritenendoli infiniti, ingestibili e intollerabili: finiamo con lo stare male spesso senza riuscire a capirne il perché. La sofferenza psicologica è  spesso aggravata dal fatto di non conoscere assolutamente l'origine del proprio malessere, le cause che lo hanno determinato, la sua natura intrinseca ed i meccanismi che lo mantengono attivo nonostante gli sforzi per eliminarlo. Ci si ritrova nella condizione di non sapere cosa fare per non soffrire più. Diventa quindi centrale, prima di ogni altra cosa, aiutare la persona che ci sta di fronte a dare un senso a ciò che le sta capitando, ad attribuire alla sofferenza che sta provando un giusto nome e un giusto cognome in modo da costuire progressivamente una visione più chiara della reale natura del disagio sperimentato. La comprensione della esistenza di una spiegazione e di una logica del dolore che si sta vivendo è un passo preliminare fondamentale perchè permette alla persona che soffre di iniziare a capire che non è anormale, strana o sull'orlo della pazzia. Affidarsi a - e fidarsi di - un professionista dell'aiuto costituisce un atto di coraggio e di determinazione: si accetta il rischio di saltare nel vuoto pur di cambiare. L'intervento del professionista, quindi, mira prima di tutto ad accompagnare e a rinforzare tale spinta e ad orientarla verso una meta che sia funzionale e calibrata sulla base di esigenze uniche e irripetibili, come unico e irripetibile è ogni essere umano. Ciò può realizzarsi nella maniera migliore soltanto se tra lo psicologo e la persona che richiede il suo intervento si instaura una relazione sana, adeguata e reciproca alla quale entrambi partecipino alla pari: il paziente, in quanto solo ed unico conoscitore del proprio vissuto e lo specialista, in quanto esperto di strumenti teorici e pratici adatti a decodificare e rielaborare tale vissuto.

 

 

 

 

leggi altro

Il mio approccio

La forma di psicoterapia che adotto, in linea generale, è concepita sempre come specifica e tagliata su misura e, cioè, personalizzata sulla scorta delle specifiche sfumature personologiche, delle risorse possedute e delle caratteristiche del problema del singolo individuo: ogni persona, infatti, viene sempre considerata nella sua unicità, così come unica ed irripetibile è la sua storia.

La forma di psicoterapia che adotto, in linea generale, è concepita sempre come specifica e tagliata su misura e, cioè, personalizzata sulla scorta delle specifiche sfumature personologiche, delle risorse possedute e delle caratteristiche del problema del singolo individuo: ogni persona, infatti, viene sempre considerata nella sua unicità, così come unica ed irripetibile è la sua storia.

Più nello specifico, nella mia pratica clinica integro due tipi di interventi: uno focalizzato sul qui e ora, ovvero sulla sintomatologia clinica presente ed uno rivolto al passato, cioè all’analisi e alla comprensione di tutti gli accadimenti che si sono succeduti nel corso del ciclo di vita della persona ed hanno condotto alla sua situazione attuale.

Il primo tipo di intervento fa proprie le strategie e le tecniche della psicoterapia cognitivo comportamentale. Grazie ad esse, in un tempo relativamente breve, la persona impara ad analizzare se stessa e a conoscersi sempre meglio: in particolare diventa consapevole della stretta correlazione tra quello che pensa, le emozioni che sperimenta, gli eventuali i sintomi fisici che avverte ed i comportamenti che adotta. In questo modo la sofferenza inizia ad assumere un senso ed una logica. La persona, cioè, comprende che il suo star male rappresenta la conseguenza di pensieri negativi che nel corso del tempo sono diventati automatici. Grazie a specifiche tecniche, i pensieri disfunzionali sono ristrutturati, le emozioni inappropriate ad essi correlati mitigate e modificate e i comportamenti inadeguati eliminati e sostituiti con condotte più funzionali.

Nel modello di “cura” che propongo, questo primo tipo di intervento non può prescindere dalla comprensione delle cause più remote della sofferenza della persona. Diventa, cioè, indispensabile comprendere che il disagio del momento rappresenta sempre e comunque il frutto di una storia, la storia di tutta la vita della persona. Una storia che è iniziata in un lì ed allora lontano nel tempo, nella primissima infanzia, che è proseguita con le esperienze relazionali delle fasi di vita successive e che è giunta agli esiti problematici attuali.

Tuttavia, affinché questo processo di ristrutturazione del problema clinico e risignificazione della storia di vita possa avere luogo sono necessari due elementi: da un lato, la costruzione ed il mantenimento di una solida alleanza terapeuta-paziente che consenta a entrambi di cooperare ed esplorare insieme tutto ciò che si va via via delineando; dall’altro, l’assunzione da parte del professionista del ruolo di base sicura per tutta la durata dell’intervento.

leggi altro

aree di competenza

  • Psicoterapia ad indirizzo cognitivo comportamentale
  • Psicoterapia individuale e di coppia
  • Sostegno psicologico
  • Valutazione e consulenza psicodiagnostica
  • Disturbi d'ansia
  • Fobie (claustrofobia, agorafobia..)
  • Attacchi di Panico
  • Fobia sociale e timidezza eccessiva
  • Ansia generalizzata
  • Depressione
  • Disturbo ossessivo compulsivo
  • Disturbi del comportamento alimentare
  • Problemi di autostima
  • Elaborazione del "lutto" e separazione
  • Disagi esistenziali e relazionali
  • Supporto Psicologico Online
  • EMDR per il trattamento di grandi traumi o piccoli eventi stressanti

Puoi conoscere tutte le teorie, dominare tutte le tecniche ma per toccare un'anima umana devi semplicemente essere un'altra anima umana

Formazione professionale

Ho iniziato il mio percorso di studi presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, dove ho conseguito con lode la Laurea Triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche con una tesi in...

Ho iniziato il mio percorso di studi presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, dove ho conseguito con lode la Laurea Triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche con una tesi in Psicologia Clinica dal titolo “Epidemiologia e Psicologia dei Disturbi Alimentari: Espressione Del Disagio Nelle Forme Subcliniche”. Successivamente ho conseguito con il massimo dei voti la Laurea Magistrale in Psicologia Clinica con una Tesi in Psicologia Dinamica: “La Teoria dell’Attaccamento: dalla disorganizzazione del bambino alla psicopatologia dell’adulto”. La mia formazione è proseguita, poi, con un master biennale in "La valutazione Psicologica Testologica". Dopo aver conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione di psicologo, mi sono iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Campania con il N 7078. Ho frequentato il Corso Quadriennale di Psicoterapia ad Indirizzo Cognitivo Comportamentale presso la Scuola di Psicoterapia Cognitiva - SPC S.r.l sede di Napoli, conseguendo l'idoneità all'esercizio della psicoterapia. La mia formazione clinica comprende l’attività di assessment e psicodiagnosi e di sostegno psicologico, sia in forma individuale che di gruppo, nel Servizio Psichiatrico Ospedaliero di Diagnosi e Cura (S.P.D.C.) del DSM dell’Asl Caserta, l’attività di psicologia clinica e psicoterapia in relazione a problemi di ansia, depressione, disturbi del comportamento alimentare presso l’Ambulatorio di Psicologia Clinica del Centro di Salute Mentale di Capua. Ho, poi svolto la formazione come terapeuta EMDR (EMDR Livello I), approccio psicoterapeutico che ha dimostrato una grande efficacia nel trattamento del trauma psicologico e delle problematiche cliniche legate allo stress e alle esperienze di vita negative. 

leggi altro

Partecipazioni

Cicia M., Marfella T., Il Minnesota Multiphasic Personality Inventory-2 (MMPI-2) in Caviglia G. e Perrella R. (2015) (A cura di), Teorie e Tecniche della valutazione in psicologia clinic...
  • Cicia M., Marfella T., Il Minnesota Multiphasic Personality Inventory-2 (MMPI-2) in Caviglia G. e Perrella R. (2015) (A cura di), Teorie e Tecniche della valutazione in psicologia clinica, Franco Angeli
leggi altro
Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Campania con il n. 7078

Hai avuto un appuntamento con la Dott.ssa Manuela Cicia?

Scrivi una recensione e parlaci della tua esperienza!

lascia una recensione