Dott.ssa Manuela Patti

Dott.ssa Manuela Patti

Psicologo e psicoterapeuta individuale, di coppia e familiare

Mio figlio di 13 anni inizia a dare problemi

Sono madre di un ragazzino di 13 anni che sta iniziando a dare problemi. Non mi ascolta mai quando gli impongo di non fare qualcosa e pensa sempre ad uscire, a divertirsi e se ne frega di ciò che io e mio marito gli diciamo. L'altra sera mi ha chiesto se potesse uscire per andare a mangiare una pizza con un suo amico, ovviamente rispettando la distanza e all'aperto. Io gli ho risposto di sì dopo vari tentennamenti. Mi sono fidata di lui, insomma. Ero anche stanca perché avevo appena finito di correggere i compiti scolastici e non volevo starlo a sentire. È tornato a MEZZANOTTE e puzzava letteralmente di FUMO. Non solo sui vestiti, anche l'alito sapeva di fumo e prima che uscisse si era pulito anche i denti. Io sono diventata furibonda e gli ho dato uno schiaffo, e lui ha reagito in malo modo dicendomi che sono una rompi... e per difendersi mi ha anche spinto. Non voglio più farlo uscire e sono estremamente arrabbiata con lui. Riassumendo tutto, mi dice che sbaglio a comportarmi così con lui e che devo capire che sta crescendo e bla bla bla...
Invece io dico che deve capire lui che è ancora un bimbetto e deve ascoltarmi. Ultimamente sta iniziando ad alzare le mani per difendersi, a dire le parolacce... MA CHE ORA SI È MESSO PURE A FUMARE NON LO TOLLERO! Ho provato a parlarne con mio marito ma la situazione non è migliorata granché. La prima sera gli ha parlato e la seconda sembravano avere la stessa età : si mettevano a giocare alla Playstation, si prendevano in giro a vicenda scherzando ecc.
Non so come fare. Ho paura che fumi di nascosto. Come posso fargli capire che il fumo è compromettente per la sua salute e che deve rispondere educatamente? Ma non dovrebbe essere ancora un bambino o mi sbaglio? Tutto è iniziato qualche mese fa... Fino a poco tempo fa era molto tranquillo e non dava nessun problema. Aveva buoni voti a scuola, la media dell'otto e nessuna insufficienza. Ora sta un po' peggiorando e ha qualche insufficienza. Poi tra l'altro ha anche gli esami...
Per favore, aiutatemi. Come posso fare?

Gentile signora 

comprendo bene le sue preoccupazioni e le sue difficoltà, come mamma e come terapeuta. Oggi fare i genitori e' complesso!! Suo figlio è nella fase adolescenziale e, come ogni adolescente, inizia a fare le sue esperienze. Importante e' che voi genitori come coppia lo seguiate e attenzionate, cercando sempre di avere una linea educativa comune che possa far si che mettiate in atto scelte adeguate e funzionali. Siate aperti al dialogo e alla condivisione...soprattutto per aiutarlo a far fronte a questi comportamenti e reazioni aggressive nei vostri confronti.

Per qualunque cosa potete contattarmi. 
Dort.ssa Manuela Patti (Bagheria)

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaMonica Mazzini

Psicologa, Psicoterapeuta - Brescia

  • Supporto Psicologico Online
  • Disturbi d'ansia
  • Depressione
  • Attacchi di Panico
  • Disturbi dell'autostima
  • Sostegno genitoriale relativamente all' educazione e al rapporto con i figli
  • Consulenza e sostegno psicologico
  • Affettivita', difficoltà relazionali e familiari
  • Sostegno per traumi psicologici
  • Sostegno alla separazione, e all'elaborazione del "lutto" del distacco
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Problemi di coppia
visita sito web