Come uscire dalla pornodipendenza?

Buongiorno, sono un ragazzo di 30 anni dalla provincia della Brianza e da quando ne ho 15 che uso quotidianamente pornografia. Da qualche anno a questa parte mi sono reso conto che queste abitudini sono di natura compulsiva. Pur non visionandola tutto il giorno, mi rendo conto che è la mia unica via di fuga dalle ansie, stress quotidiani è sempre un pensiero fisso, costante in tutta la giornata.
Inoltre mi sono reso conto che le relazioni che intraprendo e i miei sentimenti sono disturbati da questa continua ricerca di immagini erotiche ed eccitanti anche nella vita reale portandomi a paragonare partner e persone reali alle figure pornografiche che si vedono su internet.
Son 3 settimane che sto facendo astinenza dal materiale pornografico e Di conseguenza anche dalla masturbazione in quanto la pratico da parecchi anni solo attraverso la pornografia. Grazie all'aiuto e alla comprensione della mia partner sto riuscendo a trattenermi, ma la voglia di ritornare alle Vecchie abitudini è costante, in certi momenti é irrefrenabile.
Chiedo cortesemente consigli per come fare ad eliminare queste compulsioni che mi rendono la vita estremamente faticosa. Grazie

C'è sempre l'ostinato desiderio del soggetto di ritrovarsi al calduccio del ventre materno dove non finisce mai nulla e tutto si ripete e si trova automaticamente...... basta accendere il Computer o il DVD ma nel sesso quello che accade è che bisogna ri-trovarselo il godimento ed è proprio quel (RI) che manca.... quando si lamenta e chiede quel rimedio alle compulsioni, che per altro le appartengono senza che lei se ne faccia carico alcuno, ecco pensi che in quell'inciampo che sfugge rapidamente c' è il qui pro quo che cerca cioè la separazione, il taglio, la faglia radicale che le fa dell'altro altro da sè pertanto la invito a riflettere che il massimo della esteriorità è nel dare al suo partner ciò che non ha (la sua mancanza) poichè l'unica cosa che può unire a lei il godimento pieno che cerca è soltanto nella particella (RI) che è però il suo (di Lei) godimento, cosa che non può dare ad una immagine anche se in movimento e se questo (RI) è assente allora si crea sconforto, solitudine e miseria.......

 

 

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web