Dott. Marco Forti

leggi (1)

Dott. Marco Forti

psicologo, psicoterapeuta, sessuologa, emdr

Prima di adesso non ho mai avuto dubbi sulla mia eterosessualità

Sono una ragazza di 24 anni, prima di adesso non ho mai avuto dubbi sulla mia eterosessualità, ma da qualche giorno (4/5 giorni) che mi succede una cosa: ogni tanto quando vedo il corpo femminile in costume o in posizione sexy mi eccito.. O meglio sento una pulsazione (solamente in foto, dal vivo non succede) e sinceramente non mi piace affatto. Ma tutto finisce là. Non ho desiderio di fare sesso con una donna, anzi, l'idea e il pensiero non mi intrigano per niente. Faccio di continuo prove, sia guardando foto che guardando ragazze in giro per vedere se succede qualcosa... E mi sale l'ansia! Aiutatemi a capire perchè sono sempre stata attratta dagli uomini e sono fidanzata da 2 anni con un ragazzo.. (a lui ne ho parlato e dice che non c'è nulla di strano e che magari è un desiderio nascosto) e prima di lui ho sempre cercato uomini e mai mi era capitata questa cosa, tranne questi 5 giorni... Pensate sia solo un fatto psicologico? È possibile che ora che ho provato questa cosa mi sono autoconvinta di essere lesbica e mi sto imparanoiando? (Premetto che non ho nulla contro l'omosessualità... Anzi...è solo che non capisco cosa mi stia succedendo in questi giorni!) È possibile che io sia in una fase in cui sono particolarmente “vogliosa“ (poichè ho avuto pochi rapporti nell'ultimo mese per via di un'operazione) e mi eccito per qualsiasi cosa o parte scoperta che vedo? Magari se non ci pensassi piu mi passerebbe quest'ansia che ho.. Ho letto che a volte accade perchè, siccome non mi piaccio, desidero il loro corpo... oppure perchè vedo il mio ragazzo apprezzare e commentare quelle belle ragazze e vorrei essere come loro per piacergli di piu (nonostante lui mi faccia molti complimenti, ma io continuo a non piacermi) Aiutatemi a capire perchè sto uscendo pazza con tutti questi pensieri! Ringrazio anticipatamente

Buongiorno,

la descrizione fatta della problematica che la caratterizza, fa ragionevolemente ipotizzare che si tratti di un disagio ossessivo compulsivo a tematica omosessuale.

In una donna tale disagio può nascere dalla semplice e fugace considerazione di trovare attraente un'altra persona del suo stesso sesso. Spesso tutto inizio con la domanda: "e se fossi lesbica"? Questo interrogativo ce lo siamo posti tutti almeno una volta nella vita rispondendoci con una scrollata di spalle e andando oltre. In alcuni casi però a causa di una "predisposizione" (mentalità estremamente razionale) questa domanda provoca un corto circuito che si manifesta con una prima, subdola razionalizzazione: "se mi è passato per la testa questo pensiero allora significa che forse sono davvero lesbica".

Tale considerazione provoca un amento immediato di ansia, a cui faranno seguito tutta una serie di ragionamenti e controlli fisici con cui si cerca di confermare o invalidare la veridicità dell'ossesione in corso. Inoltre avrà inizio un intenso e sofferto monologo interiore (rimuginamento) completo di esame di tutto il proprio passato. Da qui in poi chi soffre di tale disagio potrebbe entrare in un ciclo infinito fatto di controlli, test ricerca di informazioni e rassicurazioni che portano allo sfinimento.

In tal caso è assolutamente utile e consigliabile rivolgersi ad uno specialista psicologo-psicoterapeuta per intervenire sulla faccenda prima che questa cronicizzi.

Resto a sua disposizione, per altre informazioni o chiarimenti.

Saluti

domande e risposte

Dott.Marco Forti

psicologo, psicoterapeuta, sessuologa, emdr - Ascoli Piceno

  • Diagnosi psicologica e e Psicopatologica
  • EMDR Practitioner
  • Problematiche affettive e relazionali, elaborazione degli eventi traumatici, del lutto e prevenzione al suicidio
  • Psicosessuologia
  • Psicoterapia ad indirizzo cognitivo comportamentale
  • Terapeuta EMDR
CONTATTAMI