Dott. Marco Lodi

Dott. Marco Lodi

psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista

Come faccio a cambiare se la mia personalità è questa?

Ho 37 anni..ho fatto 13 anni di collegio, diplomandomi come cuoco.

Ho cercato di farmi strada nel mondo del lavoro e di puntare molto sull'amore più che sulle amicizie. Ho avuto parecchie delusioni che mi hanno costretto a lavorare con sacrificio. Ho 2 figli ed una casa di proprietà. Ho pensato che almeno mi rimane il lavoro dove ho sempre versato sacrifici già dai 15 anni. Ora nn vedo piu futuro nè negli affetti, nè sul lavoro dove nn riesco ad emergere ho difficoltà serie a relazionarmi agli altri al punto che nn ho amici, nè amore, nè nessuno.

Faccio tutto da me. Non riesco a fidarmi piu di niente e di nessuno. Non so veramente più che fare per cambiare anche se non vorrei farlo. Io vorrei che le persone mi trattassero con rispetto e per come sono...mi può rispondere su quale è la maniera migliore di ricominciare a vivere?

Carissima,

ho letto attentamente la domanda: innanzi tutto direi che esitono due problematiche inerenti il suo stato interno molto vistose: certi atteggiamenti sono sicuramente correlati ad una qualche forma di depressione, depressione che tende ad isolare le persone dal mondo ed impedisce i contatti sociali e perchè non si vivono bene e perchè gli altri non sentono la ns positività.

L'altro fattore è quello di una personalità inquieta e particolare(forse bordeline?)...per quanto riguarda le possibilità di cambiamento queste esistono per tutti quanti è dal lontano 1970 che i genetisti hanno scoperto che quando moriaro il ns DNA è cambiato del 35% conseguentemente il vissuto e la esperienza della vita...ergo questo vuol dire che con un lavoro psicoterapeutivo ben fatto un poco di pazienza e calma anche lei potrebbe ad adire ad una maggiore serenità

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaMonica Mazzini

Psicologa, Psicoterapeuta - Brescia

  • Supporto Psicologico Online
  • Disturbi d'ansia
  • Depressione
  • Attacchi di Panico
  • Disturbi dell'autostima
  • Sostegno genitoriale relativamente all' educazione e al rapporto con i figli
  • Consulenza e sostegno psicologico
  • Affettivita', difficoltà relazionali e familiari
  • Sostegno per traumi psicologici
  • Sostegno alla separazione, e all'elaborazione del "lutto" del distacco
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Problemi di coppia
visita sito web