Dott.ssa Mirella Greco

Dott.ssa Mirella Greco

Psicologa, Psicoterapeuta psicoanalitica

informazioni di contatto

Via San Giovanni, 16 - 29121 Piacenza (PC)

Tel: 33373... [VEDI TUTTO]

Corso Sempione, 60 - 20154 Milano (MI)

Tel: 33373... [VEDI TUTTO]

presentazione

Nella EMERGENZA SANITARIA , la dottoressa Greco ha attivato il colloquio ON-LINE Via SKYPE,  oppure VIDEO CHIAMATA.

"La psicoanalisi è un'opportunità, un'opportunità di ripartire" J.Lacan 

Nella EMERGENZA SANITARIA , la dottoressa Greco ha attivato il colloquio ON-LINE Via SKYPE,  oppure VIDEO CHIAMATA.

"La psicoanalisi è un'opportunità, un'opportunità di ripartire" J.Lacan 

La dottoressa Mirella Greco, psicologa e psicoterapeuta ad Orientamento Psicoanalitico, pratica in studio a Piacenza e a Milano. Ha svolto la propria formazione analitica con Massimo Recalcati. E' docente tutor presso l'istituto di Psicoanalisi applicata (Irpa) a Milano e Responsabile "Lettura Testi" per gli allievi del quarto anno.E' titolare del corso di esercitazioni cliniche per gli allievi del terzo anno dell'istituo Irpa. Orientata dall’approccio psicoanalitico, secondo il quale al centro della cura è la parola del paziente che soffre, si occupa del trattamento individuale dell'adolescente e dell'adulto. 

Mirella Greco ha conseguito la Laurea specialistica in Psicologia Clinica presso l’Università di Pavia, con la Tesi:” L’omosessualità maschile e la funzione paterna.” Relatore Prof. S. Pozzoli,  correlatore prof. M. Recalcati, Ha svolto la propria esperienza di tirocinio, prevista dall’Università e dalla scuola di specializzazione in Psicoterapia, presso l’unità di Neuropsichiatria infantile di Piacenza partecipando costantemente ai lavori di èquipe  e di osservazione dei casi del “Gruppo di 2° livello sui disturbi affettivo-relazionali della prima infanzia”-- gruppo per il quale ha svolto una ricerca longitudinale sull’efficacia dei trattamenti,  relativa ai casi osservati dal 2002 al 2012, una sintesi della quale è stata presentata al  V Congresso AISMI  svoltosi a Napoli nel Maggio 2010 e pubblicata negli atti del Congresso.

Le è stato conferito (dall’Anno Accademico 2008) il corso di Psicologia generale e dell’età evolutiva presso il Conservatorio di Alessandria nell’ambito del Biennio di Didattica strumentale/corsi abilitanti D.M.137/2007 all’insegnamento nelle scuole medie ad indirizzo musicale. Nell’A.A. 2011 e 2014 le è stato rinnovato l’incarico al suddetto insegnamento.

Discutendo la tesi, inerente un caso clinico in cura da tre anni, al cui centro è la posizione etica dell’analista nella direzione della cura, ha conseguito la specializzazione in psicoterapia presso l’IRPA di Milano, Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata, diretto da M. Recalcati.E’ inclusa nell’elenco degli psicoterapeuti dell’Emilia –Romagna e pratica in studio privato a Piacenza e Milano.

E’ membro della Società Milanese di Psicoanalisi (SMP). E’ autrice di diversi articoli pubblicati in riviste specializzate. Con altri colleghi ha curato il libro “Musica: forma mentis?” al cui interno c’è anche un proprio contributo dal titolo “La sublimazione tra Freud, Winnicott e Lacan”. Un suo contributo è presente sulla rivista di psicoanalisi "Lettera" n.7.

leggi altro

Il mio approccio

IL SINTOMO IN PSICOANALISI

Il sintomo è la via di accesso alla psicoanalisi o ad una psicoterapia ad orientamento psicoanalitico, in quanto rappresenta la sofferenza che “morde nella carne e nella mente” della persona che ne soffre.

IL SINTOMO IN PSICOANALISI

Il sintomo è la via di accesso alla psicoanalisi o ad una psicoterapia ad orientamento psicoanalitico, in quanto rappresenta la sofferenza che “morde nella carne e nella mente” della persona che ne soffre.

Generalmente, prima ancora di rivolgersi ad uno psicoanalista/psicoterapeuta, il soggetto intuisce che il sintomo gli dice qualcosa che va al di là della sofferenza che esso porta, dandosi spesso una pre-interpretazione, vera o falsa che sia. Il sintomo “parla” dunque.

In altre parole, colui che soffre cerca di leggere il sintomo come un messaggio dal significato sconosciuto.

In questo senso Jaques Lacan, sulla strada tracciata da Freud, definisce il sintomo “una metafora” ovvero, qualcosa che sta al posto di qualcos’altro. Un messaggio cifrato, come un enigma che attende di essere decifrato.

Dunque, per la psicoanalisi, il sintomo non è segnale di alterazione, anomalia, ma segno di qualcosa a noi proprio, ma ignoto e dimenticato e che grazie alla guida dello psicoanalista/psicoterapeuta potrà essere disvelato.

Appare chiaro quindi che, per la psicoanalisi, “il paziente” da una posizione relativamente passiva di individuo sofferente, passa ad essere soggetto che, in quanto tale, scopre di essere implicato nell’origine del proprio sintomo.

 La Psicoanalisi

"La psicoanalisi è una cura, un trattamento, ma è soprattutto un'esperienza. In generale si domanda un'analisi a causa di una sofferenza. Ed è molto difficile analizzare qualcuno che non soffre, qualcuno che vorrebbe soltanto conoscersi meglio. [...] Senza dubbio colui che soffre può stare meglio, ma stare meglio non è la guarigione. Piuttosto la psicoanalisi mette in questione la significazione stessa della guarigione, cioè interroga ciò che vuol dire stare bene, stare male, ma nel senso di: cosa vuol dire per te, stare bene, stare male, stare meglio? Per te, singolarmente, non per la tua famiglia, per tuo marito, per tua moglie, ma solo per te". J.L Gault, La Psicoanalisi n. 33

leggi altro

aree di competenza

  • Psicoanalisi
  • Disturbi d'Ansia e dell'Umore
  • Trattamento per attacchi di panico
  • Depressione
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Affettivita', difficoltà relazionali e familiari
  • Elaborazione del "lutto" e separazione
  • Disturbi alimentari
  • Fobie (claustrofobia, agorafobia..)
  • Disturbi psicosomatici
  • Supporto Psicologico Online
  • Dipendenze (affettive, sesso, cibo, gioco d'azzardo, ecc.)

"L'inconscio implica che lo si ascolti." - Jacques Lacan

Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Emilia Romagna col n. 6146 sez A dal 10/09/2009

Hai avuto un appuntamento con la Dott.ssa Mirella Greco?

Scrivi una recensione e parlaci della tua esperienza!

lascia una recensione

La Dott.ssa Mirella Greco non ha ancora attivato il calendario per prenotare appuntamenti online.

chiedi di attivare le prenotazioni online