Da un paio d anni soffro d'ansia e panico

Buongiorno, sono una ragazza di 28 anni, mamma di un bimbo di quasi 3 anni..
E niente, diciamo che questo mio problema arriva dopo la nascita di mio figlio (premetto che prima ero molto indipendente), un parto x me molto difficile e doloroso, sono stata male x due mesi abbondante, forse avrò fatto pure depressione post partum, mi sono chiusa ancora di più in me stessa, cmq lui un bimbo buonissimo, tornati casa cmq era tutto uno stress, la casa nn era pronta, siamo stati 2sett da mia mamma, i suoi se venivano era solo se c era lui, se lui non c'era tornavano indietro, poi sempre battute di brutto gusto diciamo a me e ai miei genitori, poi litigate con lui (sempre x la sua famiglia) e qua lui non vedeva nulla di ciò che la sua famiglia mi diceva o parlava(tutt ora anche ad oggi e cosi), poi quando mio figlio aveva 4 mesi, una sera mi sono sentita male diciamo e da lì ho scoperto di avere l ipertiroidismo, la testa me andata in tilt ho iniziato ad aver ansia panico ogni volta che stavo sola, dopodiché e uscita l ipotiroidismo i kg persi li ho recuperati tt, ma la testa purtroppo ha continuato a far brutti scherzi diciamo, a volte penso di aver qualcosa di brutto dato che non mi riconosco più. Iniziato la cura e tutto quanto, ancora oggi ne assumo, non ho mai chiesto aiuto x paura vergogna, anche se volevo, e il mio problema e grande si e ho paura che cmq nn si risolve. Tante volte dico vado via da sola con mio figlio o me ne sto sola a casa con mio figlio, non ce la faccio non ci riesco mi viene male, non riesco più a far nulla da sola e sono stanca di questo. Vorrei raccontare ancora di più ma credo di finire il foglio x spiegare con più dettagli e raccontare più cose. Vi prego datemi dei consigli su cosa devo fare, sto impazzendo e nn riesco a godermi mio figlio nelle uscite da sole. Sono stanca mentalmente
Grazie infinite a chi risponde

Buon giorno Giulia,

come tu hai giustamente osservato, la gravidanza e le situazioni famigliari che si sono poi venute a creare ti hanno messa in crisi. Crisi che non si sta riassorbendo nel tempo e con la crescita del bambino ma si stanno strutturando e cronicizzando. Il motivo e la risoluzione di queste ansie credo che le potrai comprendere ed affrontare solo facendo un percorso di terapia che ti aiuti.

Se vorrai iniziare un percorso per gestire ansia, stress e sbalzi di umore, contattami o scrivimi una mail a robertamaieli@gmail.com.

Ti porgo un cordiale saluto.

Roberta Maieli

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Udine - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web