Dott.ssa Alessia Marchetti

leggi (2)

Dott.ssa Alessia Marchetti

Psicologa Psicoterapeuta cognitivo-costruttivista, terapeuta E.M.D.R. e istruttrice di Mindfulness

Soffro di depressione?

Buongiorno
da circa due mesi sto perdendo interesse verso tutto quello che faccio, lavorativamente e in tutte le cose in cui prima trovavo piacere.
non vorrei fare niente.
la mattina quando mi sveglio provo solo il desiderio di non alzarmi dal letto.
Ho 33 anni, dopo il liceo ho cominciato a lavorare in un ente che si occupa di progetti artistici e spettacoli, lavoro nella parte organizzativa e mi è sempre piaciuto il mio lavoro e l'ambiente lavorativo tanto che ci ho dedicato tutta me stessa.
Non ho un fidanzato da qualche anno, non ho praticamente amici, mi sento molto sola e se vedo il mio futuro mi vedo ancora più sola e questo mi fa soffrire.
Non sento più motivazione per niente, sento che mi sto "lasciando andare" e non riesco, neanche forzandomi, a interrompere questa spirale negativa.

questa situazione è cominciata dopo una pressione lavorativa del mio capo finalizzata a farmi ottenere più risultati nel ruolo che ricopro ma che non ha avuto l'effetto di migliorarmi ma mi ha fatto invece riflettere su quanto non riesca a cambiare parti del mio carattere per svolgere meglio il mio ruolo (sono una persona molto introversa e nel ruolo che ricopro c'è bisogno invece anche di una buona dose di estroversione e di attivismo).
ho provato nei mesi a cambiare ma non ci riesco, il mio carattere e forse la paura è più forte di me e non riesco ad attuare un cambiamento.
anzi mi chiedo se sia giusto farlo e se per tutta la vita dovrò soffrire in questo modo perché non riesco a raggiungere questo cambiamento o se non sia meglio cambiare strada, anche lavorativamente (tra un po' in questo ente non ci sarà più posto per me se non cambio, questo me lo hanno fatto capire molto chiaramente). Mi chiedo anche se io non cambio perchè in realtà, in fondo, non voglio fare questo cambiamento, ma voglio rimanere così come sono.
da due settimane provo l'istinto molto forte di lasciare completamente il mio lavoro (che nel mio caso è la mia vita, non avendo io altre persone con cui relazionarmi), cambiare completamente vita, "reinventarmi" e ridisegnare una nuova me, che in questo ambito, fatto da persone che mi conoscono da più di dieci anni, non riesco a fare.
ma dall'altra parte ho 33 anni, tanta esperienza ma non ho una laurea e se lascio il lavoro dovrò tornare a vivere con i miei genitori, e non so che strada lavorativa potrò intraprendere.

non so cosa fare, da una parte provo il desiderio forte di cambiare aria, persone, lavoro, città se potessi...rifarmi una vita da capo, dall'altra penso che così sto buttando anni di lavoro e a 33 anni non è facile ricominciare e potrei trovarmi ancora peggio.
non so come uscire da questa spirale di pensieri e cosa fare.

Buonasera Talia, il suo malessere sembra scaturire da una scelta molto difficile che si sente costretta a fare.

"Tutta la sua vita è il suo lavoro" e dopo la richiesta di "essere diversa" per soddisfare le esigenze lavorative, non sa più chi e come debba essere.

Naturalmente questa situazione che sta vivendo ultimamente la sta mettendo in crisi. Nella sua mente affiorano mille dubbi e non sa come muoversi.

La paura di non "andare bene", di essere sbagliata e di fare scelte sbagliate la stanno facendo bloccare, immobilizzare, impedendole cosi' di provare piacere per quelle stesse attività che prima glielo procuravano.

Credo che un percorso psicoterapico possa veramente aiutarla a trovare le risposte alle domande che si sta ponendo e ritornare quindi a provare interesse e piacere nella sua quotidianità.

Le auguro di trovare queste risposte quanto prima, insieme alla serenità che merita.

Rimanendo a disposizione, cordialmente la saluto.

Dott.ssa Alessia Marchetti

 

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Udine - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web