Dott.ssa Antonella Zangari

Dott.ssa Antonella Zangari

psicologa, psicoterapeuta cognitivo-comportamentale

Problema di tipo ossessivo e affettivo

Buongiorno vi contatto in realtà non per me stessa ma per il mio papà. Negli ultimi mesi sta avendo un ossessione molto pesante nei nostri confronti e di nostra madre che lo portano a credere che quest'ultima abbia una relazione extraconiugale e che noi figli la assecondiamo. Purtroppo questo suo pensiero lo porta ad avere atteggiamenti violenti a livello verbale, lo portano ad avere molta insonnia e a renderlo nervoso e agitato perennemente. Inoltre é arrivato al punto di dover controllare tutti costantemente e addirittura nostra madre non é più libera nemmeno solo di andare a fare la spesa da sola. Controlla assiduamente il cellulare vedendo cose che al 99% nemmeno esistono, pensa quasi che sia tutto una sorta di complotto. Aggiungo inoltre che a volte ricorda delle determinate situazioni in maniera distorta. Questi episodi si alternano a periodi normali in cui é anche fin troppo tranquillo. Abbiamo cercato più volte di spiegargli che potrebbe avere un problema e che noi vogliamo aiutarlo ad affrontarlo, ma lui si rifiuta dicendo che sta benissimo e che non ha nessun tipo di problema. Noi vorremmo aiutarlo, abbiamo già contattato il nostro medico di base che purtroppo ci ha spiegato che non può costringerlo a sottoporsi a visite mediche senza il suo consenso. Come possiamo aiutarlo ad affrontare queste sue paure e tutta questa situazione?

Buongiorno Giusy,

per come descrive la situazione attuale mi sembra piuttosto difficile, in questo momento, convincere il papà a sottoporsi a visite mediche. Aspetterei che passi questa fase e quando il papà ritorna calmo e ragionevole lo incentiverei ad un consulto psichiatrico.

Da quello che racconta, infatti, desumo che non vi siate mai rivolti ad un medico per comprendere meglio la causa di queste fasi e ritengo anche che non sia la prima volta che presenta questi atteggiamenti ossessivi.

Per cercare di affrontare questo periodo nel miglior modo possibile, il papà andrebbe tranquillizzato e non trattato come "fuori di testa", come uno che vede cose che non esistono.
La presenza delle ossessioni nasce, con molta probabilità, da altre cause rispetto alla gelosia.

C'è qualcosa che lo preoccupa particolarmente in questo periodo? Una situazione che sente che gli sta sfuggendo di mano, di cui sente di perdere il controllo?

È su questo argomento che va rasserenato, non sulla gelosia.

Spero di essere stata chiara, mi contatti pure in privato per ulteriori consigli.

domande e risposte articoli pubblicati
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Udine - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web