Dott.ssa Elisa Danza

leggi (2)

Dott.ssa Elisa Danza

psicologo e psicoterapeuta psicodinamica

scuola materna

Buon giorno,

mio figlio di 3 anni ogni giorno, sin da subito, si lamenta che non vuole andare a scuola perchè non ci sono mamma e papà. Inizia a lamentarsi già la sera e la mattina prima di entrare piange e si aggrappa. Quando lo vado a prendere il pomeriggio però è sereno e mi racconta la sua giornata. Da qualche giorno mi dice che fa dei giochi (da solo), mentre prima sosteneva di gironzolare e basta. Al momento, dice di non aver legato con nessun bambino (credo sia una specie di "contestazione"). Per quanto riguarda noi genitori cerchiamo sempre di parlare in maniera positiva della scuola come di un ambiente che lo aiuterà a diventare un bimbo grande, con tanti giochi ecc.. Inoltre spesso gli lascio una mia fototessera da tenere in tasca, oppure gli dico che tra di noi c'è un lungo filo trasparente che ci tiene sempre insieme anche se siamo lontani.
Nonostante siano passati molti mesi le cose non migliorano. Anzi ultimamente, forse anche a causa delle vacanze di natale e della quarantena è un po' peggiorato.
Come possiamo aiutarlo a vivere con meno ansia il distacco e a godersi la giornata? grazie

Buongiorno cara Francesca

Le pongo una domanda. Lei come vive il distacco? Credo che sia importante riflettere come entrambi (lei è il suo piccolo), vivete il momento della separazione.

Detto questo, credo che ciò che state facendo lei ed il suo compagno, vada bene. Cercate di spronare il vostro piccolo a svolgere esperienze nuove dicendo che, alla fine della giornata, vi rivedrete e starete insieme. Azzardo nel dirle che, credo, sia un momento di passaggio, un momento in cui, come scrive lei, il suo bimbo è maggiormente affaticato. Quando vi ricongiungete al pomeriggio, provate a trovare un momento per fare qualcosa insieme di bello, in modo da poterglielo ricordare al mattino quando vi lasciate.

Accolga la sua fatica e la comprenda. Si ricordi che ha 3 anni ed è il primo vero momento, quello dell'ingresso alla materna, di separazione prolungata dalle figure di riferimento.

Se dovesse continuare ad avere gli stessi comportamenti ancora per lungo tempo, provi a sentire le maestre e fare un incontro con loro per capire come sta a scuola e cosa potete fare insieme per aiutarlo.

Auguro con tutto il cuore buona fortuna

domande e risposte articoli pubblicati
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web