Dott.ssa Francesca Lamanna

Dott.ssa Francesca Lamanna

psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista

Ansia

Salve,
premetto che da almeno 10 anni soffro di disturbi di ansia/ipocondria. In sostanza a fronte di un qualsiasi sintomo fisico vado a cercare su internet e si innesca così un processo che mi porta a convincermi di avere una malattia. Così partono visite da specialisti, esami, preoccupazioni.
Fortunatamente questi episodi non sono frequentissimi, mediamente mi capita 1-2 volte l’anno.
Da inizio 2018 ho cambiato lavoro e ho subito molto stress. Negli ultimi tempi la situazione riesco a gestirla meglio. Ad inizio dicembre è venuta a mancare una persona cara (amico di famiglia) anche se, malgrado il dispiacere, ho avuto la netta percezione di non aver subito grandi disagi psicologici. Fattostà che da qualche giorno credo di soffrire di un disturbo d’ansia, stavolta non causato da sintomi particolari. Mi sveglio la mattina col battito cardiaco accelerato , sensazione di forte ansia, stomaco un po’ sottosopra. E, sopratuttto negli ultimi due giorni, la situazione è peggiorata: il fastidio inizia la mattina e me lo porto appresso tutto il giorno, salvo migliorare un po’ verso sera. Ho battito cardiaco a riposo di 85-95 al minuto quando mediamente io ho sempre 65-70 al massimo. Sostanzialmente, per far capire il mio stato, mi sento tutto il giorno come ci si sente nelle ore immediatamente precedenti ad un esame di maturità. Sono stato dal medico (che ho cambiato da poco tempo) venerdì e lui già mi ha inquadrato come un “tipo ansioso”. Mi ha visitato, cuore e pressione, (80-130) e mi ha detto di prendere gocce Sedivitax. Se poi non passa ha detto che potremmo passare ad un ansiolitico. Fattostà che da due giorni sto veramente uno straccio, proprio in questo periodo di festa. Secondo voi può trattarsi di un disturbo d’ansia? Cosa potrei fare? Il Sedivitax può fare effetto? Grazie mille, buone feste!!

Buonasera Simone, in effetti come ha detto il suo medico e dai sintomi che lei descrive potrebbe trattarsi di un disturbo d'ansia. Il punto è che dovrebbe cercare di capire (sempre che lei lo voglia...) a cosa è dovuto questo carico di ansia che lei si porta dietro. Il Sedivitax può aiutarla a contenere i sintomi (è un prodotto fitoterapico quindi abbastanza leggero ma efficace per ottenere un pò di rilassamento). Sicuramente alcuni episodi della nostra vita possono incidere,  (la morte di una persona a lei cara ed il cambio di lavoro) possono essere fattori determinanti all'insorgenza di un disturbo ansioso. A volte ci sembra di superare certe prove brillantemente e senza ripercussioni a livello emotivo, ma invece le nostre emozioni sono semplicemente intrappolate ad un livello profondo ed hanno bisogno di essere espresse. 

La saluto augurandole che questo nuovo anno l'aiuti a trovare la sua strada.

 

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web