Ansia di non riuscire a fare alcunchè di positivo nella vita lavorativa

Buonasera, ecco il mio problema. Sono ansiosa, ho l'ansia di restare l'ultima rispetto agli altri. Si, di non riuscire a fare alcunchè di positivo nella mia vita lavorativa che, per me, al pari di quella scolastica, rappresenta una ragione fondamentale dell'esistenza. Non ho superato l'esame di abilitazione alla professione forense e di qui il mio "dramma". Gli altri ce la fanno in tutto, io no, mi ripeto quando vedo tutto nero... Eppure laurea velocissima a 24 anni, massimo dei voti.. Ora tutto crolla e non mi sento più sicura di niente.. Perchè?? Grazie mille
Cara Rita, non è semplice trovare il perché di cotanta apprensione e tristezza, sicuramente lo stile di personalità ed il carattere sono il frutto delle dinamiche relazionali vissute durante l’infanzia, soprattutto in famiglia e rafforzate nel corso della vita, nei vari contesti sociali. Aldilà però delle possibili cause remote appare chiara la presenza di uno stile cognitivo dicotomico, tutto o niente, nero o bianco. Ti invito quindi a contemplare la presenza del grigio, tra il nero e il bianco, a provare a vedere il qualcosa, tra il tutto e il niente. La vita lavorativa è certamente importante, soprattutto di questi tempi, ma rappresenta veramente una ragione fondamentale dell’esistenza? L’esame di stato è sicuramente un traguardo ambizioso, tuttavia è risaputo che in giurisprudenza è pure molto tosto e quando lo avrai superato sorriderai di questo “dramma”. Gli altri ce la fanno in tutto? Chi sono gli altri? E sei proprio sicura che non hanno pure qualche difficoltà in certi ambiti della loro vita? Magari scopri di non essere proprio l’ultima… In bocca al lupo,
domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaAntonella Lauretano

Psicologa, Psicoterapeuta - Siena - Grosseto

  • Disturbi psicosomatici
  • Terapia familiare
  • Psicoterapia di coppia
  • Psicoterapia sitemica-relazionale
  • Disturbi d'ansia
  • Psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza
visita sito web