11 anni e cambiamenti

Salve a tutti, grazie dell'attenzione innanzitutto!
Sono una mamma di un figlio unico di 11 anni , e gia' questo mi crea sensi di colpa, perche' mio figlio mi sembra sempre solo, in piu' 5 anni fa ci siamo trasferiti oltreoceano per migliori opportunita' lavorative, per me e mio marito e per crearne per mio figlio.
Mio figlio si e' intergrato sia con la lingua, sia con le amicizie, ma in questo paese, per esempio, si usa pochissimo o per niente incontrarsi con le mamme e far giocare i bambini (ragazzi) insieme, nel pomeriggio.....di contro il mio appartamento si trova in un grosso complesso, dove al centro c'e' un piccolo parco e un giardino, e dove gli altri ragazzi che abitano li, usano incontrarsi.

Purtroppo non spesso, ma se prima mio figlio era contento di quelle poche volte, ora non esce proprio piu' e quando gli suggerisco di farlo, diventa subito insofferente.

Io non insisto, ma un po' mi preoccupa, ho sempre chiesto direttamente a lui se ci fosse qualcosa che non va, se ha discusso o se qualcuno magari ha fatto il prepotente, ma lui mi risponde sempre di no, quando gli chiedo allora perche' non esce piu' , mi risponde che con loro si annoia, risultato spende tutto il tempo sul'ipad, guardando video youtube o scrivendo e componendo canzoni (la musica gli paice) .....la musica va benissimo, anche a me piace, ma non so se devo spronarlo di piu' ad uscire o se va bene frequentare gli altri solo in orario scolastico, a scuola va volentieri e non sembrano esserci particolari problemi, a parte le solite cose, magari che certe materie non gli piacciono o preferisce un insegnante piuttosto che un altro, io e mio marito lavoriamo entrambi e compatibilmente coi nostri lavori (e con la stanchezza) cerchiamo anche di organizzare attivita' con lui o anche solo una semplice passeggiata.

Fa attivita' extrascolastiche 2 volte a settimana, musica il mercoledi e basketball giovedi. Qualsiasi suggerimento o cambamento sara' bene accetto grazie mille a tutti.
Ps: ho messo la mia vecchia provincia e paese nel modulo perche' ovviamente la mia nuova residenza , essendo all'estero, non c'e' nella lista. Grazie

Gentile Signora,

dalla sua descrizione, sembra che sia lei che suo marito cerchiate di essere presenti, compatibilmente con i vostri impegni, nella vita di vostro figlio. Dirle se il suo comportamento stia andando nella direzione giusta, non è possibile, ma sicuramente essere attenti in una fase della vita come quella che sta attraversando suo figlio è importante. E' possibile, semplicemente che sia un ragazzo sensibile all'arte e alla musica e quindi desideri dedicare il suo tempo a questi interessi, però non può essere individuato attraverso queste poche parole, seppur chiare. Inoltre, quel che mi sembra emerga è il suo senso di colpa e voler fare dippiù per il benessere di suo figlio. Penso, vada considerato anche questo aspetto in questa situazione. Infine, quel che posso dirle, anche in relazione a quest'ultima considerazione è continuare a fare quello che sente come giusto e se dovesse avvertire che la preoccupazione e il senso di colpa relativi alla situazione dovessero aumentare, può contattarmi qui o sul mio, per delle consulenze private attraverso skype.

Buona giornata

 

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Udine - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web